STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 14 ottobre 2013

San Siro: Priore Philip in canter sul Gran Criterium. Secondo Grey Greezly, male sul pesante Arpinati e Fanoulpifer...Quanto vale questa vittoria?

Alzi la mano chi, il 26 Giugno scorso, dopo una vittoria in reclamare sui 1400 pensava che quell'agile sauro sarebbe diventato il campione dei puledri italiani. Ecco Priore Philip, il cavallo che ha restituito il Gran Criterium (VIDEO QUI) agli italiani dopo quasi 20 anni di dominio straniero (l'ultimo era Glory of Dancer nel 1995), e restituito la gioia di una vittoria in G1 a Luciano Monaldi per la Ste.Ma. dopo i fasti gloriosi della scuderia tanto in voga negli anni '80. Che vincesse un italiano era quasi scontato considerato il campo privo di un vero cavallo di spessore dall'estero, ma questo non vuol dire che Priore Philip è un brocco, anzi. 
Ha vinto dimostrando di saper galoppare ed anche forte dimostrando continuità di rendimento e miglioramento costante. Il figlio di Dane Friendly (Danehill), allevato dalla famiglia Luciani, ha portato avanti un progetto iniziato con tutt'altra ambizione manifestando nel computo di un continuo miglioramento un ulteriore passo in avanti in termini di libbre abbinando alla continuità dei risultati una completa attitudine al terreno di San Siro completando i 1500 in 1.36.5 gestendola e risolvendola di spunto. 
Per nostra fortuna il carneade svizzero Filou non era buono abbastanza o meglio, per nostra fortuna, il suo fantino ha fatto di tutto per non piazzarsi. La corsa è stata condizionata dal terreno (e dall'embargo degli stranieri per le nostre corse, veri riferimenti) ed è vissuta su parziali iniziali forse troppo forti con Sentimentodarcadia e lo stesso Filou a tirare la volata per i vari Arpinati (Lucky Story) e Fanoulpifer (High Chaparral) i quali, come se avessero vinavil sotto gli zoccoli, non sono mai progrediti lasciando il proscenio alla ficcante progressione dall'esterno operata dal sauro allenato da Stefano Botti con Umbertino Rispoli in sella (alla prima vittoria di G1 nella stagione, martedì partirà per il Giappone) che ha lasciato a 3 lunghezze Grey Greezly (Red Rocks) progredito per varchi interni raccogliendo il possibile. Per Luciano Monaldi è stato come spazzare via in un attimo la cortina di polvere dall'album dei fotoricordi, 25 anni dopo il Premio Roma di Welsh Guide (Caerleon), ed una bella soddisfazione soprattutto per l'intuito che ha fatto scegliere proprio quel cavallo dopo la vittoria in reclamare (modica cifra di 16,000 euro compresa IVA) e vincere ancora, e ancora e ancora. Per Priore era la sesta vittoria consecutiva, dopo la condizionata ed il Città di Varese, dopo la vittoria a Firenze, poi nel Rumon a Capannelle, ecco il prestigioso alloro. Priore Philip ora andrà a riposo con obiettivo carriera Classica dei tre anni, ma le domande a cui vorremmo dare delle risposte sono le seguenti: Quanto vale Priore in un contesto internazionale? Un G1, un G2 o un G3? Come sarebbe arrivato  nelle Dewhurst? E come sarebbe arrivato se a San Siro avesse corso uno straniero di livello inglese o francese?
Si tratta del primo prodotto della fattrice Lan Force (Blu Air Force) che vinse a due anni e si piazzò a livello di Listed. Lan Force ha attualmente uno yearling femmina da Shaweel (Dansili) altro stallone di casa Luciani i cui prodotti debutteranno nel 2014. Il risultato completo del Gran Criterium QUI
A San Siro è andato in scena anche il Verziere G3 con le invader straniere che hanno messo ko le nostre. Ha vinto Quaduna (Duke Of Marmalade), montata da Fabio Branca per il  Gestut Fahrhof ed Andreas Wohler. Ha battuto la francese La Banderilla (Muhtathir) e l'anziana italiana Summer Fall (Mizzen Mast) con al quarto posto Licia (Singspiel), la migliore 3 anni in pista e piazzata di Oaks. E questa, non è una buona indicazione per le nostre...

14 commenti:

  1. Complimenti all'allevatore Luciani un cavallo veramente homebred, peccato che Dane Friendly sia morto ha coperto poco in numero e qualità ma aveva già dimostrato di dare cavalli discreti, questa e' stata la conferma di un potenziale veramente interessante, PRIORE PHILIP è un cavallo da provare sicuramente all'estero e a 3 anni sembra che potrà allungare fino a 1800 2000 ..vedremo..TL
    Gli altri sono da rivedere . TL

    RispondiElimina
  2. Un parere su Crissolo?!
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crissolo mi da' l'idea di avere avuto qualche guaio fisico le ultime due corse sono in linea ..o probabilmente era sopravvalutato..TL

      Elimina
  3. Corsa indubbiamente falsata dal pessimo terreno ( vedi soprattutto il 2° posto di Grey Greezly), ma Priore Philip ha dimostrato comunque di essere un ottimo cavallo, confermando la sua forma strepitosa. Concordo che anche su distanze più lunghe non dovrebbe avere problemi. Speriamo di vederlo ancora più forte a 3 anni. Che pena il Verziere, stesso film del Di Capua....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema e' che le nostre cavalle difficilmente superano il 100 di rating internazionale e questo e' il risultato.
      D'altra parte le migliori le abbiamo sempre vendute.. e le nostre linee materne sono quello che sono, e con cavalle mediocri a livello internazionale e' difficile fare campioni..la selezione parte da qui..TL

      Elimina
  4. E' difficile dire quanto vale PRIORE a livello internazionale diciamo che ha dimostrato di poter correre ad andatura sostenuta e finire con un ottimo spunto..questi sono due dati molto buoni in più e' molto agile visto il fisico potrebbe adattarsi a diversi palcoscenici fosse mio lo manderei all'estero cmq a naso può essere competitivo anche ad alto livello. qualche offerta da fuori arriverà.. TL

    RispondiElimina
  5. Giovanni Santarelli14 ottobre 2013 15:16

    Botti Botti Botti..... in un modo o nell'altro Botti. Se guardate le somme vinte nell'annata il team Botti è oltre i 3 milioni di euro, Grizzetti non arriva alla metà, gli altri alla metà della metà... E il trend è sempre più netto. Mi piacerebbe sapere a questo punto qual è il futuro del nostro galoppo. Il monopolio Botti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sono nuovi proprietari importanti da anni, i nuovi allenatori hanno pochissimo materiale su cui lavorare di bassa qualità e questi allenatori hanno conservato i proprietari per cosi' dire "buoni" in piu' il regolamento "disastro" permette di correre a cavalli discreti anche vendere e reclamare altra fonte di facili guadagni per grosse scuderie. Mi viene da dire che non sembra un caso. Ma il vero problema e' che non si riesce ad uscirne da questa situazione, basta guardare i partenti e ci si rende conto che corrono da soli ormai, non e' agonisticamente molto interessante penso anche per i proprietari.T.L.

      Elimina
  6. Ha descritto perfettamente #gabrielecandi la corsa. Ritmo da 1000 in pista dritta per piu' di 600 metri, su un terreno come quello di domenica, un suicidio per lo svizzerotto (montato da un fantino vero si piazza su tre zampe). PRIORE per me vale, ad oggi, una piazza in lr in Francia. Certo lo spunto finale è ad effetto. Li lascia fermi. Anche ne Rumon mise in campo un solo spunto, su altro terreno e contro avversari diversi, è vero, ma Mario Esposito non chiese nulla al cavallo. La stessa impressione me l'ha data Umbertino, lo ha svegliato prima della curva, forse per il terreno, forse perchè quelli che andavano piano, forse andavano troppo piano. Poi in retta scegli la corsia centrale e li vola tutti via. Arpinati non ha corso male, anzi, credo che sia totalmente contro terreno, ma ho l'impressione che sia un cavallo da 1200, anche su terreno preferito. Mi è sembrato sul passo agli ultimi 200. Fossi nei Botti farei un test sul buono, in casi di esito non soddisfacente, lo riproporrei nella veste di flyier. Fanoulpifer, se continua a correre in quel modo, getta al vento un potenziale grande a mio avviso. Mai concentrato, mai volitivo va a tamponare Filou per fermare, spostare a sinista e batterlo per un quarto che sa di poco. Il cavallo c'è, Vargiu ne parla come un campione, ma credo che sia una "testa matta" che deve essere assolutamente messa in riga. Sperando che non si arrivi alla castrazione.

    RispondiElimina
  7. Simpatico cavallino questo Priore.

    Un figlio di Dane Friendly che vince un gruppo1.

    E' la misura di come sta messa l'ippica italiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia un problema di genealogia. Credo che PRIORE ieri ha dimostrato di essere piu' "cavallo da corsa" dei già portati a campioni ARPINATI E FANOULPIFER. Anche TREVE è una cavallina, fisico come tante. Ma trovare classe in questi cavalli, fa bene all'ippica. Ps: il paragone è ovviamente estremizzato, ci mancherebbe. Ma non credo che siamo messi così male. Certo da noi non ci sono gli sceicchi, questo si, e quindi che vinca un cavallino un G1, fa bene a quella gente che lavora h24 per portare al massimo anche i cavallini.
      Per inciso, l'unico puledro che mi ha impressionato davvero è AUTRE QUALITE.....Quello si che può crescere, e tanto.

      Elimina
  8. per quello che l'ippica italiana al momento è in grado di offrire qui si dovrebbero correre al massimo delle listed races.


    qualcuno fermi sto scempio !!!!


    FAUSTO

    RispondiElimina
  9. Per me il PRIORE va veramente forte, vado alle corse da 50 anni e su un terreno infame un puledro che allunga come lo ha fatto lui dopo una corsa vera faccio fatica a ricordarlo. Il fatto che anche un cavallo operaio vinca un gruppo1 mi fa solo piacere,dimostra che anche noi poverini possiamo sognare, pensate che io con SOGNANDO LA COMETA contro il PRIORE ci ho corso 2 volte e nel criterium varesino senza un vistoso danneggiamento l' avrei battuto( vedere il filmato per i dubbiosi)

    RispondiElimina
  10. Dino ho rivisto la corsa, con tutto il rispetto credo che non l'avresti mai battuto. Certo lo scarto subito da Sognando è grave, ma Priore, sempre "incazzato" in curva, non fa 1500 metri, ma 1700. E vince ancora. Ma parliamo di "ere" diverse. Forse vincere così, di una narice, nonostante la difficoltà di impiego, l'essere totalmente acerbo, ha fatto intravedere agli allenatori il potenziale. Già nel Rumon, per battere poco (laguna drive e pistillo, poco appunto), non è stato montato. Nel G1 s'è scomposto in curva, ma poi li ha asfaltati. Comunque, se avevi la possibilità di batterlo, purtroppo Denusa (se non erro) te l'ha cancellata. Sarebbe stato un bello scalpo, a posteriori! :) In bocca al lupo

    RispondiElimina

Commenta qui