STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 1 febbraio 2017

Meydan: Giovedì rientra Dylan Mouth in handicap! Poi 2° Round del Maktoum Challenge ed Al Shindagha.

Tre, sono le cose più interessanti della giornata di giovedì a Meydan sempre proseguendo nella scia del Carnival dubaiano. In programma come evento principale c'è il secondo round dell'Al Maktoum Challenge R2 Sponsored By Emirates Global Aluminium sui 1950 metri in sabbia con $250,000 di dotazione, come tappa di avvicinamento in vista della Dubai World Cup G1 di fine Marzo. Si rivede Furia Cruzada (Newfoundland) ora allenata da Erwan Charpy, dopo i trascorsi inglesi e francesi, e sarà montata da Antonio Fresu. Corsa aperta a tanti, compresi Lindo Amor (Dynamix) ed il vecchio Le Bernardin (Bernardini) che hanno nobilitato il primo round del Maktoum Challenge. 
Altro highlight della giornata è l'Al Shindagha Sprint Sponsored By Emirates Global Aluminium G3 sui 1200 metri in dirt, con 6 cavalli al via tra cui Moviesta (Hard Spun) e Muarrab (Oasis Dream). 
Nella penultima prova della giornata c'è un pezzo di Italia: Nel EGA Jebel Ali Trophy (Handicap) (Turf) (3yo+) da $175,000, dove si rivede Dylan Mouth (Dylan Thomas) per il training di Marco Botti, i colori della Effevi e la monta di Andrea Atzeni. Dylan, che rientra dall'ennepi nel Premio del Jockey Club, ex G1, di San Siro vinto da Ventura Storm, ha finora deluso le aspettative nelle sue uscite fuori dai confini italiani, peraltro affronterà una distanza anche troppo corta apparentemente per le sue caratteristiche dei 2000 metri, ma da italiani chiaramente il nostro tifo andrà nei suoi confronti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui