STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 4 febbraio 2017

Calendario Pattern in Italia 2017: Il Derby il 21 Maggio, le Oaks il 28. L'unico G1 in Italia sarà il Lydia Tesio il 29 Ottobre. Ecco tutte le date ufficiali e le variazioni rispetto al 2016

Subito dopo la diramazione del comunicato ufficiale del Comitato Pattern, ogni nazione esprime il proprio calendario in base alle decisioni prese in riunione plenaria. Quelle che vi proponiamo qui a lato sono tutte le pattern che si disputeranno nella stagione 2017 in Italia, come riportato dal Trotto & Turf in un articolo dove emergono tutte le novità dell'anno già in corso, quando ancora però non è stato diramato il calendario di Febbraio, alla data del 4 Febbraio. 
Come già anticipato abbondantemente, l'Italia è uscita con le ossa rotte dalla riunione rappresentata solo da Franco Castelfranchi che tra l'altro non lavora per conto del Ministero. Come a dire, dei deputati a prendere decisioni non c'era nessuno. Ma tant'è, non ci avrebbe salvato nemmeno la divina provvidenza. 
Sta di fatto che del calendario che leggete così asetticamente qui di fianco, bisogna raccontare quali sono le variazioni più interessanti per la stagione. 
DOTAZIONI: La news conosciuta da tutti riguarda il declassamento di Di Capua, Roma e Jockey Club da G1 a G2. Va detto che anche il Chiusura passa da G3 a Listed. L'unico G1 della stagione in Italia sarà il Lydia Tesio G1 che in termini di dotazione è stato aumentato di €22,000, mentre i tre retrocessi sono stati diminuiti di €18,000 passando dai €275,000 ai €257,000. Il Derby perde €11,000 con una dotazione finale di €704,000, mentre chi sale sono il Milano ed il Premio Presidente della Repubblica (dallo scorso anno passato a 1800 metri) che passaano da €192,500 a €202,400. Sale il Federico Tesio da €132,000 a €154,000,come il Gran Criterium che verrà dotato di €286,000. 
Salgono anche Parioli ed Elena ora proposti con €11,000 in più fino a €154,000 cadauna, e sale molto anche il Dormello con una dotazione di €143,000, un +22,000 rispetto agli scorsi anni. Salgono anche le dotazioni delle prove in velocità a Roma: Sia Tudini che Aloisi avranno sul palo €71,500, in leggero aumento come del resto anche Ambrosiano, D'Alessio, Piazzale, St Leger e Giubileo. Complessivamente, come dichiara Franco Castelfranchi, la dotazione totale delle 26 pattern sarà di €4,445,100 contro i €4,384,900 dello scorso anno.
DATE: Altre variazioni: Parioli ed Elena sono stati spostati di una settimana, e rimangono a 3 settimane dal Derby. Per il resto lo schema è abbastanza semplice. Le date da non perdere a primavera saranno quelle delle Classiche proposte appunto il 1° Maggio con le 2000 e le 1000 Ghinee italiane (Parioli e Regina Elena) con il Derby invece il 21 Maggio prossimo.. Una settimana prima, il 14 Maggio, c'è il Premio Presidente della Repubblica G2 in veste rinnovata già dal 2016 con distanza accorciata a 1800 metri. Dopo il Derby lo show passa a San Siro che avrà 3 settimane di prestigio con Oaks il 28 Maggio, Milano il 18 Giugno e Primi Passi il 25 Giugno.
Tutto calmo fino in autunno dove invece sarà Milano a menare le danze, quando comincerà a proporre la giornata del Di Capua e del Federico Tesio il 24 Settembre, poi Jockey Club e del Gran Criterium in data 22 Ottobre. 
Una settimana dopo si torna a Roma sarà il turno del Premio Lydia Tesio G1 da Capannelle, come appuntamento a questo punto ancora più elitario ed imperdibile in una giornata in cui si disputeranno anche Ribot ed Aloisi. La chiusura sarà con il Premio Roma e Berardelli il 5 Novembre. 
CONCLUSIONI: Certo è che in una location come quella della capitale sarebbe utile, opportuno, produttivo cercare di collegare gli eventi insieme a qualcosa con la città eterna, rendendo appetibile l'appuntamento in termini sportivi ma anche culturali con una bella campagna pubblicitaria. Stessa cosa che si potrebbe fare anche in Milano nella stagione primaverile, e non sarebbe affatto male una concezione del genere. Fermo restando che resta viva nella mente di chi vi scrive una proposizione stagionale in stile Champions Day di primavera e d'autunno, con una giornata particolarmente predisposta ad ospitare tutti i gran premi per segmento. Chessò: A San Siro nella giornata del Milano fare anche uno sprint, una per i 2 anni, una per femmine, una per i milers. E stessa cosa a Roma nella giornata del Lydia Tesio. Non mancano le idee, manca una istituzione fertile pronta a raccoglierle. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui