STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 14 luglio 2013

Longchamp: #Flintshire vola sul Grand Prix de Paris, è il 12° sigillo per Andre Fabre. Secondo Manddawi, terzo Ocovango male Battle Of Marengo. Per il Juddmonte ora Niel e poi Arc de Triomphe.

In Francia, a Longchamp, è arrivata la 12° firma di Andre Fabre nel Grand Prix de Paris G1 (VIDEO QUI) grazie ad una strepitosa affermazione di Flintshire (Dansili) sulla distanza dei 2400 metri, quella che molti francesi ritengono ancora la vera distanza classica ad onta del Prix du Jockey Club G1 sui 2100. Affermazione netta, senza diritto di replica per l'homebred di Juddmonte che è gravitato in pancia al gruppo fino ai 600, quando è stato spostato verso l'esterno da Maxime Guyon il quale non ha mai usato la frusta per far impegnare il suo, ma lo ha semplicemente accompagnato facendo sviluppare azione proficua. Battuto il grigio dell'Aga Khan Manndawi (Dalakhani), che le aveva già prese da Flintshire nel Prix du Lys G3, e terzo Ocovango (Monsun), altro di Fabre, che portava una linea del Derby di Epsom G1 quando finì quinto. Nulla da fare per Battle Of Marengo, che nel Derby fu quarto, mentre qui, pago anche della stagione e per nulla aiutato dal paraocchi, è finito nelle retrovie. Che la generazione 2010 non fosse eccezionale si era capito, il RPR ha confermato ponendo un 121 sulla prestazione di Flintshire, uguale a quella di Ruler Of The World di Epsom. Al di là dei numeri una comune opinione degli addetti che il 3 anni possa essere un altro candidato pesante per Fabre nell'Arc de Triomphe G1 all'ombra di Intello (Galileo). Prima del Grand Prix de Paris Flintshire era a 16/1 nell'Arc, dopo la corsa Hills e Bet365 lo hanno messo a 7/1, mentre Ladbrokes, impressionando per buttarci dentro, ha installato il baio a 5/1..onestamente un pò poco, e anche Paddy Power su quella linea ha fatto intendere di temerlo. C'è da dire che Fabre è apparso entusiasta della accelerazione del figlio di Dansili (Danehill), ed il Muto di Chantilly difficilmente parla a vanvera..con la stampa inglese almeno. Stessa cosa Lord Teddy Grimthorpe per conto di Kalid Abdullah ha detto di aver visto un cavallo che si è reso autore di una prova sopra la media, uscendo da una andatura lenta con dei buoni parziali. In effetti, un tempo comunque non malaccio e abbastanza veloce rispetto alla media di 2m 28.57s (fast by 1.93s) sui 2400 metri. Secondo il suo allenatore farà il tradizionale Prix Niel G2 come preparazione per l'Arco. Insomma, in Francia abbiamo trovato un altro suggestivo candidato per l'Arc de Triomphe G1. Intanto, a conferma del fatto che buona famiglia non mente e che le congiunzioni astrali nell'ippica esistono, domenica a Vichy nel Prix Louis Desboudet Lr sui 2400 metri ha vinto Dance Moves (Dansili), un fratello pieno proprio di Flintshire, dunque prodotto della fattrice Dance Routine (Sadler's Wells) che fu seconda di Prix de Diane G1 in corsa. 
Nel resto del pomeriggio, da segnalare l'Aga Khan sugli scudi per la vittoria nel Prix Maurice de Nieuil  G2 per Verema (Barathea), e la doppietta nel Prix de Thiberville LR con Mila (Cape Cross) per Alain de Royer -Dupre al primo e Loredana (Azamour) per Delzangles sempre Aga Khan e con Rispolì in sella al secondo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui