STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 17 luglio 2013

Snow Fairy non ce la fa, ufficialmente ritirata in razza. Riposo all'Islanmore Stud e poi farà visita a Elusive Pimpernel, casa Patino

Snow Fairy (Intikhab), la campionessa di proprietà di Cristina Patino, è stata ufficialmente ritirata dalle competizioni in seguito ad un aggravarsi del problema al tendine, lo stesso che negli scorsi anni le ha causato vari contrattempi. La sei anni figlia di Intikhab (Red Ransom) era infatti in preparazione per un ritorno in pista che molti attendevano ma che allo stesso tempo era stato giudicato rischioso. Dopo l'ennesimo stop, si è deciso per la migliore soluzione possibile: il ritiro in razza. Snow Fairy si gioverà di un pò di stacco dall'attività di allenamento e verrà ritirata presso l'Islanmore Stud dove il prossimo anno farà visita allo stallone di casa Patino, cioè Elusive Pimpernel (Elusive Quality) con il quale darà vita ad un intrigante incrocio: Il foal che nascerà infatti, sarà un in-bred 3x5 con Gay Fantasy (Troy), la quarta mamma di Snow Fairy e seconda madre dello stallone Big Bad Bob (Bob Back, da Red Ransom stesso padre di Intikhab) che funziona all'Irish National Stud ed è una famiglia sviluppata proprio dalla Patino.
Quanto a Snow Fairy, resta la sua scintillante carriera nelle mani di Ed Dunlop grazie al cui training ha collezionato 6 vittorie di G1 in 4 differenti paesi. A tre anni ha vinto Oaks inglesi G1 e le Oaks irlandesi dominate per ben 8 lunghezze. In seguito è stata seconda di Midday (Oasis Dream) nelle Yorkshire Oaks G1 e poi fu quarta nel St Leger quando non tenne la distanza. Dopo quella stagione ha cominciato a girovagare in cerca di gloria e premi ricchi in oriente. A quattro anni ha riportato la Queen Elizabeth II Commemorative Cup G1 a Kyoto in Giappone contro le femmine e poi ha vinto la Hong Kong Cup G1 a Sha Tin contro i maschi nel Dicembre del 2010. Sette mesi dopo, nel Luglio del 2011, è tornata con un 4° nelle Eclipse G1 di So You Think, poi seconda ancora di Midday nelle Nassau G1 a Goodwood, ancora seconda di So You Think nelle Irish Champion a Leopardstown prima di concludere la stagione con due terzi posti, il primo a Longchamp nell'Arc di Danedream e poi terza di Cirrus des Aigles nelle Champion Stakes G1. Il ritorno alla vittoria è coinciso con il ritorno a Kyoto nella Queen Elizabeth II Commemorative Cup. Poi, un lungo stop e di nuovo il ritorno, stavolta a Deauville dove vinse il Prix Jean Romanet G1 in seguito al quale venne squalificata per una positività ad una sostanza proibita. Ma forse la sua prestazione più bella è stata anche l'ultima, quando sotto la spinta di Frankie Dettori battè Nathaniel (Galileo) nelle Irish Champion Stakes di Leopardstown. Il suo ruolino parla di 21 corse disputate, 8 vittorie e 10 piazzamenti per un bottino di £3,911,804. Riapprezziamo insieme le gesta di Snow Fairy, attraverso il replay della sua ultima corsa a Leopardstown cliccando QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui