STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 13 settembre 2016

Giappone: Primo vincitore nel circuito JRA per la ex italiana Sabana Perdida. Lei si chiama Caribbean Gold

Questa sarebbe potuta rimanere tranquillamente in Italia ma le dinamiche economiche di un paese come l'Italia, ippicamente parlando (e non solo), non permettono certi voli pindarici. Qualche giorno fa in Giappone, per la precisione a Nakayama, ha vinto Caribbean Gold (Stay Gold), una femmina di 2 anni di proprietà di Sheikh Mohammed ed allevata Darley Japan, che ha vinto contro i maschi in una prova sul miglio facendo registrare un discreto parziale di 34,8s negli ultimi 600 metri montata da Katsuharu Tanaka per il training di Futoshi Kojima, battendo il maschio Graduale (Danon Chantilly).
IL VIDEO DELLA VITTORIA CLICCANDO QUI.
Si tratta del terzo prodotto della campionessa Sabana Perdida (Cape Cross), vincitrice delle Windsor Forest Stakes G2 per i colori della Zaro nel 2008 senza dimenticare la vittoria nel Seregno Lr, nel Prix du Pin G3, nelle Chartwell Fillies Stakes G3 ed il terzo nelle Queen Elizabeth II Stakes G1 con il piazzamento nelle Windsor Forest Stakes replicato anche sempre al Royal Ascot, che ha finalmente prodotto il primo vincitore nel circuito JRA dopo che i primi due avevano vinto nel circuito minore del NRA. Sabana fu acquistata dal Darley per £425,000 alle Tattersalls December Sale del 2008 ed è stata mandata in Giappone.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui