STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 18 aprile 2018

#Newmarket, Craven Meeting day 1: I risultati dei Breeze Up, i lavori di Cracksman ed Elarqam, e le corse..

La giornata di Newmarket è stata davvero molto intensa, ma lo sarà ancora per un paio di giorni. Diamo conto, attraverso queste brevi note, delle cose più interessanti viste sul Rowley Mile.
Divideremo questo post in 3 parti, ed in particolare parleremo della sezione delle aste che si sono tenute nel primo giorno dei breeze up organizzati da Tattersalls, dei lavori pubblici di Cracksman e di Elarqam, e delle corse del pomeriggio, per darvi l'idea di come le cose, quando organizzate per bene, coprono interamente una giornata di corse. Consigliamo di leggere fino in fondo, perchè anche oggi c'è un pò di italianità "importante" a Newmarket in una maiden.
ASTE TATTERSALLS CRAVEN BREEZE UP SALES: A partire dalla mattina quando sono cominciate le licitazioni per le Tattersalls Craven Breeze-Up Sale, con i cavalli che avevano galoppato il giorno prima sul tracciato inglese. Del primo giorno offerti 66 cavalli di cui venduti 38 (il 58%) con un movimento di £5,222,500 (-25%) con media a £137,434 (-3%) ed il mediano a £75,000 (-32%). 
A realizzare il top price è stato un figlio di Scat Daddy (Johannesburg), il Lot 71, che è stato acquistato per £800,000 dopo lotta a colpi di bid tra Jeremy Noseda per conto della Phoenix Thoroughbreds e Charlie Gordon Watson, poi risoluto, per conto del Dr Johnny Hon, un businessman cinese fondatore della Global Group International Holdings, che ha bussato alla porta di Ed Dunlop per allenare questo cavallo appena staccato l'assegno. Da yearling era stato pagato $270,000, dunque un bel profit. Di italiano c'è stato un acquisto, in particolare il Lot 26, un maschio da Oasis Dream e Shaleela (Galileo) acquistato per £35,000 dalla Blueberry, ma crediamo rimarrà in Inghilterra da Marco Botti. Da yearling è costato €45,000, dunque non un gran guadagno per i venditori.
Diamo conto di brevi note, dunque consigliamo la rilettura dei risultati completi cliccando su questo LINK. PER VEDERE I VIDEO DEI BREEZE CLICCA QUI.
LAVORI PUBBLICI DI CRACKSMAN ED ELARQAM: Ci sono stati anche un paio di canter pubblici che hanno attratto l'interesse degli appassionati. In particolare, il primo a scendere in pista è stato Elarqam (Frankel e Attraction da Efisio), i cui genitori hanno vinto 15 G1 complessivamente ed imbattuto in 2 uscite, favorito delle 2000 Ghinee per Mark Johnston ed i colori di Hamdan Al Maktoum. Elarqam, con Jim Crowley in sella e 2 accompagnatori non meglio precisati, ha sostenuto un galoppo di 1600 metri staccandosi progressivamente. Rientrerà direttamente nelle 2000 Ghinee ma, secondo le informazioni passate dal team, in futuro sarà un cavallo genuino da 2000 metri. Ma intanto la prima Classica è dietro l'angolo... IL VIDEO QUI sotto:

Alle 13,40 è sceso in pista Cracksman (Frankel) con Frankie Dettori in sella, che ha sostenuto un lavoro pubblico in compagnia del 4 anni Master Singer (Giant’s Causeway) con Rob Havlin in sella. Cracksman, che ha rifinito la condizione in vista del Ganay G1 del 29 Aprile a Longchamp, era fasciato completamente ed ha mostrato azione molto rotonda e particolare. John Gosden ha parlato di un cavallo rilassato che non correva da Ottobre ma che è venuto avanti tantissimo anche mentalmente nel corso del tempo. Ha fatto un paragone: Lo scorso anno, ai tempi del Derby, era come un quattordicenne inesperto. IL VIDEO QUI sotto
CORSE DEL POMERIGGIO: Nella prima giornata del Craven Meeting si sono disputate La corsa più interessante è stata quella che prepara verso il Derby, o almeno era un primo passo. Le bet365 Feilden Stakes (Listed Race) sui 2000 metri, corsa vinta in passato da Golden Horn ed Intello, è stata vinta da Mildenberger (Teofilo) in bello stile, nella foto, che ora punterà deciso verso le Dante Stakes G2 di York (dove deve essere supplementato) in preparazione di Epsom. Un pò come Permian lo scorso anno, Mildenberger è un Teofilo di Mark Johnston di proprietà di Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum, che è andato a riprendere il fuggitivo Fortune's Pearl (Harbour Watch), a 25/1, ed il favorito Kew Gardens (Galileo) per il Coolmore rimasto terzo ma lontano. IL VIDEO QUI
Si tratta di un cavallo tipico "Johnstoniano" molto corsaiolo che ha vinto la quarta corsa in 6 uscite e lo scorso anno era giunto terzo nelle Royal Lodge G2 di Newmarket vinte da Roaring Lion (Kitten's Joy) che vedremo fra 2 giorni nelle Craven Stakes G3 ed in Agosto era terzo di Expert Eye (Acclamation), che correrà le Greenham G3 sabato, nelle Vintage Stakes G2.
Ci sono stati anche i puledri sui 1000 metri e la prova l'ha vinta Jackstar (Dark Angel) per Tom Dascombe al debutto, ma ha fatto effetto il terzo posto di Van Beethoven (Scat Daddy) per il Coolmore, ancora un pò immaturo ma che ha mostrato belle doti. IL VIDEO QUI. Mercoledì è il giorno delle Nell Gwynn per femmine, delle Earl Of Sefton per anziani, mentre giovedì è il giorno delle Craven.  
Da segnalare anche per oggi un pizzico di italianità. Oggi debutta alla penultima corsa tale Sea Of Class, una figlia di Sea The Stars e Holy Moon, pagata £170,000 da yearling alla Sunderland Holdings, ed allenata da Willy Haggas. Si tratta di una sorellastra di Charity Line, Final Score, Cherry Collect, Back On Board, Wordless et al... IL CAMPO PARTENTI QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui