STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 7 aprile 2018

San Siro: Met Spectrum finale thrilling nel Gardone. A Key Master e Sestilio Jet gli altri trials di Milano

A Milano sono andati in scena i trials in vista delle Classiche di Roma del 29 Aprile, cioè Parioli e Regina Elena le 2000 e 1000 Ghinee italiane, ed anche il Premio dei Laghi per gli sprinters di 3 anni con più chiavi di lettura da considerare. 
Partiamo dall'ultima delle tre corse, il Gardone, per livello di spettacolarità di una corsa che si è risolta sul filo di lana, in maniera quasi incredibile a soli 50 dal palo. A vincere è stato quello a cui si era messo tutto male! Met Spectrum (Helmet) che ha avuto un percorso tragico ma dal quale si è riuscito a disimpegnare grazie ad un Carlo Fiocchi in stato di grazia nel periodo, che ha arpionato a fil di palo Sir Vales (Vale Of York) il quale aveva avuto decisamente un percorso più pulito dal centro della pista. 
Met Spectrum, partito e rimasto in coda, in retta ha scelto la corsia interna, ovvia, e cercato lo spazio come un rabdomante fa con l'acqua ma in retta gli era tutto precluso davanti perchè la scia interna con Blu Navy Seal (Blu Air Force) e Way Back (Motivator) non era buona, e tutto questo mentre Sir Vales dal centro della pista produceva il suo sforzo massimo. Solo quando Met&Carlo hanno deciso di forzare la mano e prenderseli di forza, il figlio di Helmet cambiato di marcia e con piglio del più forte è andato a riprendere il fuggitivo mettendo in campo anche una prorompente fisicità, nulla per uno che rendeva anche un chilo e mezzo, battendo di muso il rivale sul quale Dario Vargiu aveva veramente fatto quasi il miracolo, comunque il massimo possibile. Nel dettaglio il sospiro di sollievo di Charlie Fiocchi....
Per Met Spectrum era la quarta vittoria in 5 uscite, avendo steccato solo il Gran Criterium G2 ma su un terreno pesantissimo. Si tratta di un homebred della Blueberry prodotto della fattrice Mara Spectrum (Spectrum). Sarà favorito del Parioli, immaginiamo. Il tempo è stato di 1m 39,3s, più basso delle femmine. Met Spectrum aveva disarcionato Carlo Fiocchi prima della partenza ed aveva anche perso un ferro! IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
San Siro ha proposto anche il Seregno per femmine di 3 anni sul miglio vinto alla maniera forte da Key Master (Mastecraftsman) che Raffaele Biondi ha forgiato e già aveva presentato in condizioni smaglianti in occasione del Cesare degli Occhi. La portacolori della Corsadoro, con Pierantonio Convertino in sella, ha piegato Temple Church (Intikhab), ancora maiden ma con 2 dei 3 piazzamenti in carriera, arrivati in Listed all'attivo, ed al terzo posto Dancer Destination (Cape Cross) che ha corso bene visto che si trattava un rientro ed è figlia di una fattrice che vinse l'Elena nel 2013. 
Male la favorita Lorenda (Lope De Vega), marciata a tutte le quote fino a 3/5, che dopo aver graduato in avanti si è arresa allo strapotere e agli scatti prodotti dalle rivali. Come detto, a vincere è stata una strepitosa Key Master che ha ottenuto così la terza vittoria in 5 uscite ed era reduce dal quinto posto nel Dormello G3, dietro a Sweet Gentle Kiss (Henrythenavigator) che correrà domenica a Roma nel Torricola. Tempo finale 1m 39,70s. Key Master è stata acquistata da Rafè Biondi alle Tattersalls October Sale (Book 3 (& 4) per £15,000 quale prodotto della fattrice Maggie Lou (Red Ransom). Per lei, logicamente, obiettivo Regina Elena che si comincia ad infiammare. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Nel Premio Dei Laghi bellissimo il rientro di Sestilio Jet (French Fifteen) che Pier Convertino, doppietta per lui in giornata, ha condotto alla vittoria piegando il rientrante Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits), che non correva dal Papin avendo saltato l'autunno ma essendo sempre il vincitore del Primi Passi. Come detto in cima, a vincere è stato un cavallo che secondo il suo allenatore, Andrea Marcialis, "se non è il 3 anni velocista più forte in Italia, poco ci manca". Ed in effetti Sestilio, che potrebbe anche puntare al Parioli, si è presentato con fare aggressivo all'appoggio ed ha sfoderato una gran progressione realizzando un tempo sui 1200 metri di 1m 10,8s molto molto buono. Sestilio era al rientro dal secondo nel Divino Amore Lr dietro a Gold Tail, ancora non rientrato.
Sestilio Jet, di proprietà della Akhal Teke Properties, è prodotto della fattrice Hideaway Girl (Fasliyev) ed è stato acquistato alle Arqana di Ottobre per 17,000 euro. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui