STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 19 agosto 2016

York, day 2: Sevent Heaven e Found doppietta nelle Yorkshire Oaks. Queen Kindly vince le Lowther, ancora fattore "Frankel"

Queen Kindly
Photo Steven Cargill
Tutto al femminile il day 2 dell'Ebor Meeting da York. Nelle Yorkshire Oaks G1, dove Aidan O’Brien sellava 4 delle 12 pretendenti, doppio del team Ballydoyle che ha piazzato al primo ed al secondo posto due sue femmine terribili. Se non c'è Minding, la flotta è comunque competitiva. A vincere è stata la progressiva Seventh Heaven (Galileo) la quale dopo la vittoria nelle Irish Oaks G1 ha ottenuto un altro prestigioso alloro per la sua carriera battendo le anziane, ed in particolare Found (Galileo) che magari non sarà più quella dello scorso anno, ma è pur sempre una che vale. Su quest'ultima abbiamo "nasato" una questione, un pò come quella che riguarda New Bay nell'Arco. Al momento questi 2 non sono in condizione di poter vincere l'Arc, ma ad Ottobre manca ancora un pò e prevediamo crescano parecchio nel corso delle prossime settimane. O magari è solo un enorme bluff, vanno un pò più pianino e basta. Comunque, tornando a noi, per Aidan O'Brien è la quarta vittoria in questa corsa dopo quelle di Tapestry nel 2014, Peeping Fawn nel 2007 ed Alexandrova nel 2006. 
A far la differenza è stata una monta "clever" di Colm O'Donogue che ha seguito la scia della leader Pretty Perfect (Galileo) e l'ha infilata all'interno, grazie comunque ad una azione enormemente produttiva della sua, mentre Found ha cercato di battere altre corsie rimanendo tuttavia in quota. Per Seventh Heaven uno score quasi illibato se non consideriamo le Oaks di Epsom dove non si è trovata ad "handleggiare" sulle ondulazioni del Surrey. Al momento ci sono molte opzioni per lei: America con il Filly & Mare Turf G1, è una di queste. IL VIDEO DELLE YORKSHIRE OAKS QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Nelle Lowther abbiamo assistito ad una sopresa inattesa: La favorita Fair Eva (Frankel) era da tutti accreditata come la cavalla più netta del meeting, pompata sin dai giorni precedenti, al tondino, nei forum con attestati di stima tali da farla considerare già una tre anni fatta e finita contro le 2 anni, ed invece è incappata in una sonora sconfitta ad opera di un'altra figlia di Frankel quale Queen Kindly la quale ci era stata quasi nascosta da Richard Fahey dopo il debutto, un terzo ad Ascot nelle Albany G2, ed una rifinitura contro nessuno a Catterick dove sembrava che dovesse prendere un profilo più basso. Invece con molta pervicacia ha risolto in lotta nei confronti di Roly Poly (War Front) e la stessa Fair Eva, rimasta sul passo ai 200, al momento del decisivo allungo. La vincitrice è comunque riuscita ad emulare con la vittoria nelle Lowther Stakes G2 la madre Lady Of The Desert (Rahy) che la fece sua nel 2009, e la seconda madre Queen’s Logic (Grand Lodge) che vinse nel 2001. 
Riccardo Fahey, sempre più rovente nel periodo, ha commentato: "Dal primissimo giorno si è dimostrata estremamente diponibile, con tanta testa e velocità. L'obiettivo logico sono le Cheveley Park G1 ma non penso sia una cavalla da 1000 Ghinee, sul miglio. Ma vedremo, comunque".

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui