STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 1 agosto 2016

America: #Exaggerator asfalta #Nyquist nell'Haskell Invitational sul fango. American Cleopatra debutto con vittoria a Del Mar

"Quando l'ho chiamato, è esploso in una azione dirompente". Così ha commentato entusiasta Kent Desormeaux al rientro dalla vittoria con Exaggerator (Curlin) nell'Haskell Invitational G1 di Monmouth Park sotto una pioggia battente ed una sabbia diventata molto insidiosa e scivolosa. Il campione delle Preakness Stakes G1 ha confermato quella vittoria tenendo a bada l'atteso Nyquist (Uncle Mo), che lo aveva battuto a Churchill Downs, ma che lo aveva subito proprio a Pimlico. Sebbene Exaggerator fosse reduce da una brutta prestazione nelle Belmont Stakes, bypassate da Nyquist, dopo un breve periodo di stop è apparso molto più tonico e capace di reagire dopo corsa abbastanza svelta che ha visto American Freedom (Pulpit) pressare proprio Nyquist in avanti, facendolo capitolare nella seconda parte di gara con conseguenza che questo perdesse anche il terzo, ma con un Exaggerator apparso davvero esagerato. I parziali sono scivolati via in :22.78 con il mezzo miglio in :46.62, i 1200 metri in 1m 11s, ed il miglio passato in 1:35.96, una misura buonissima, con il tempo finale in 1m 48,7s. Per Ex era la sesta vittoria, condita con 3 secondi e 1 terzo in 13 uscite, Tornerà a correre in preparazione dell'obiettivo dell'estate, e cioè le Travers Stakes G1 del 27 Agosto, il cimitero dei campioni. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO DELL'HASKELL QUI.
Ma non c'era solo il duello tra i 3 anni più importanti d'America da vedere....
A Del Mar ha fornito il suo debutto American Cleopatra (Pioneerofthenile), la sorellina piena del campionissimo American Pharoah, che nonostante fosse trascuratissima al betting (cosa stranissima), ha vinto una corsa lasciando una buonissima impressione agli osservatori. Correva una maiden sui 1100 metri contro alcuni avversari rodati, e dopo essere andata in pressione al leader lo ha asfaltato procedendo in una progressione davvero molto buona. War Factor ha percorso il primo quarto in 21,87s, poi gli 800 metri li ha passati con American in vantaggio in :45.17 ed il tempo finale è stato un buon 1:03.87 sotto la spinta di Stewart Elliott. Sicuramente è abbastanza veloce, ma non abbastanza da essere considerata una sprinter secondo il suo allenatore che è rimasto molto sorpreso della quota a cui l'ha trovata. Obiettivo sono le Debutante G1 del 3 Settembre prossimo. Magari non sarà come il fratello, ma i geni sono buoni ed intanto ha cominciato meglio di lui che al debutto non riuscì nemmeno a vincere su distanza troppo corta. IL VIDEO DEL DEBUTTO DI AMERICAN CLEOPATRA QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui