STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 16 agosto 2016

Deauville: #Almanzor si conferma leader dei 3 anni francesi. New Bay torna con una vittoria. Appuntamento all'Arc.

In attesa di York, sta tenendo banco il meeting di Deauville, sempre interessantissimo. Da sottolineare che all'appello mancano solo il Morny G1 ed il Jean Romanet G1 di domenica 21, poi anche li si andrà in vacanza, cominceremo a pensare a Settembre ed in particolare alle prove preparatorie per l'Arc de Triomphe G1 che, quest'anno, si terranno in maniera inedita a Chantilly per i lavori di ristrutturazione noti a Longchamp. Ieri per esempio abbiamo visto un paio di esempi che possono costituire un antipasto della corsa più attesa dell'autunno parigino.
Nel Prix Guillaume d’Ornano G2 da €400,000 si eleggeva il miglior 3 anni di Francia (tra i maschi, perchè se consideriamo le femmine ci sarebbe anche La Cressonniere, confermata per il La Nonette del 23 Agosto), pochi dubbi a questo punto sul fatto che sia Almanzor (Wootton Basset) dopo la sfavillante affermazione di domenica pomeriggio, nei confronti di Zarak (Dubawi) in un identico arrivo già visto nel Prix du Jockey Club G1.
Inspiegabilmente, o quasi, la punta era a favore di Ultra (Manduro) ed Heshem (Footstepsinthesand), i primi due dell'Eugene Adam G2, ma il cavallo di Jean Calude Rouget ha messo tutti d'accordo con una prestazione superlativa, gestendo la situazione dalle retrovie e surclassando lo stesso Zarak recuperandogli parecchie lunghezze tempo di galoppo dopo tempo di galoppo. Terzo è arrivato, rimanendo in quota, Royal Artillery (War Front) il quale se l'era fatta davanti e questo rende l'idea dell'impresa di un cavallo riuscito ad impressionare anche i bookmakers che lo hanno eletto uno dei più attesi per il summit del 2 Ottobre a Chantilly. Prima però potrebbe correre le Irish Champion Stakes G1, data la buona velocità con la quale risolve le corse. Al momento i fava dell'antepost sono Harzand, Postponed e Minding intorno al 7, e poi c'è Almanzor a 11. 
Stessa quota di New Bay (Dubawi) che però non ha particolarmente impressionato pur essendo tornato a vincere. Il cavallo di Juddmonte allenato da Andre Fabre, dopo il rientro in sordina nell'Ispahan (linea naufragata) sul pesante, è tornato alla vittoria nel Gontaut Biron G3 sui 2000 metri. Prima del rientro, era reduce da una vittoria nel Prix du Jockey Club G1 dello scorso anno, poi del Niel G2 e dal terzo posto nell'Arc de Triomphe G1 di Golden Horn con Fabre che allora diede l'appuntamento all'Arc del 2017, cioè quest'anno, con un cavallo più maturo. Ieri New Bay ha faticato per prendere l'azione giusta, ma alla fine quello che conta è essere in forma fra 1 mese e mezzo e non certo oggi. Battuto Arthenus (Dutch Art), un pò meglio di Garlingari (Linngari) reduce dal GP de Saint Cloud G1. IL VIDEO DEL GONTAUT BIRON QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui