STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 14 luglio 2018

Inghilterra: Dylan Mouth prima Pattern inglese a York! Newmarket con Us Navy Flag e Quorto impressionanti

Il pomeriggio del 14 Luglio è cominciato da Newmarket, con l'ultimo dei 3 giorni del July Festival condizionato dal gran caldo e da temperature record per la Gran Bretagna, mai avvertite negli ultimi 50 anni. Ma non solo, parliamo del meglio che abbiamo visto in Inghilterra nelle ultime ore.
Come avrete notato anche ieri, da qualche giorno abbiamo deciso di provare sempre di più lo strumento social per rendere noto come reagiscono le varie testate alle notizie che arrivano. Diteci la vostra, cosa ne pensate. Torneremo comunque ad essere tradizionali, ma un tocco di modernità non guasta mai.
Apriamo con York e con la vittoria di Dylan Mouth (Dylan Thomas), seconda nella terra di Albione, che ha risolto le John Smith's Silver Cup Stakes (Group 3) sui 2800 metri per Marco Botti e la monta di Dane O'Neill, per i colori di Earle Mack. La scorsa settimana il vecchio Dylan ha preferito rimanere in UK per piazzarsi secondo nelle Fred Archer, e correndo alla grande. Conferma di quella forma, battendo Dar Harraild (Champs Elysees) con Andrea Atzeni a bordo.
Per Dylan, 7 anni, era la 14° affermazione in carriera, la 2° in Inghilterra ma la prima in Pattern. Ricordiamo che in Italia ha vinto 3 G1. Cifra delle somme vinte intorno alle £950,000, quindi in linea teorica milione di euro superato in carriera! Complimenti a Marco Botti, perchè sembrava tutto perduto ad inizio stagione. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

In apertura di convegno una splendida prestazione per Quorto (Dubawi) che ha emulato suo padre nella vittoria nelle Bet365 Superlative Stakes G2, replicando ad un successo del 22 Giugno scorso sempre su tracciato e distanza, dimostrandosi molto promettente e dalle potenzialità superiori alla media. Nelle mani di William Buick, il portacolori Godolphin ha battuto Cape of Good Hope (Galileo), fratello pieno di Highland Reel, e al terzo il portacolori della Phoenix Thoroughbred Limited’s Neverland Rock (No Nay Never).  Queste le parole del suo interprete in sella: “He really impressed me there and has done everything right,” Buick said. “He’s very natural and it was lovely the way he did that today. He was green, but travelled so well and ideally I’d have liked to have something to follow for a bit longer. He has plenty of speed, so he doesn’t need to go any further for now and he’ll make into a lovely 3-year-old as well.”
In effetti ci si aspetta un grande passo in avanti a 3 anni, ma il futuro a breve termine per il figlio di Dubawi è una partecipazione nelle National Stakes G1 o forse poi nelle Dewhurst Stakes G1, ma è presto per fare programmi. Diciamo le ultime 2 cose: Per Dubawi, che vinse questa corsa nel 2004, è il rappresentante di Gruppo numero 101. Quorto è un homebred di Darley, prodotto della fattrice Volume (Mount Nelson) che per conto di Luca Cumani si piazzò nelle Oaks G1 e poi venne venduta dal Fittocks Stud proprio al gruppo di Sheikh Mohammed per £700,000 e venne destinata subito a Dubawi.
Nella July Cup G1 ritorno alla vittoria per Us Navy Flag (War Front), con mamma da Galileo, che se l'è fatta tutta in un sorso da un capo all'altro con Ryan Moore in sella per Aidan O'Brien al training, ovviamente. Il 3 anni, che non vinceva dalle Dewhurst G1, aveva tentato qualche summit Classico sul miglio ma è un velocista fatto e finito, così dopo un piazzamento nelle Irish 2000 Guineas arrivando secondo, e 2 prestazioni da interpretare nelle Poules e nelle St James, andando davanti sempre, ha colpito duro tenendo in scia uno come Brando (Pivotal), al quale era stato sostituito un ferro prima della partenza, e Fleet Review (War Front), ancora con mamma da Galileo, al terzo posto. La curiosità è rappresentata che la mamma di Fleet Review è A Star Is Born (Galileo), sorella piena di Rip Van Winkle e sorellastra di Le Vie Infinite. Qui sotto i complimenti dall'ippodromo di Newmarket al Coolmore, da parte del Darley sponsor della corsa.. crossing promotions! Coolmore ha confermato che il 3 anni parteciperà alla The Everest G1 da $13 milioni australiani, dopo aver acquistato lo slot della partecipazione. Interessante tentativo..


Ad Ascot è andata in scena l'edizione 2018 delle Fred Cowley MBE Memorial Summer Mile Stakes (Group 2), vinto dal 4 anni Beat The Bank (Paco Boy) che da favorito ha risolto una corsa che sembrava perduta, grazie ad un Oisin Murphy ispiratissimo. Il vincitore è tornato alla vittoria dopo aver provato il salto di categoria in G1, non riuscendo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui