STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 20 marzo 2019

Dubai: Ecco i potenziali partenti della World Cup. Almond Eye sarà la stella del Dubai Turf

Mancano una decina di giorni all'appuntamento clou del 30 Marzo negli Emirati Arabi Uniti con la notte della Dubai World Cup pronta a prendere forma, con ben $35 milioni a disposizione di 9 corse in programma di cui 8 dedicate ai PSI e 1 al Purosangue Arabo. 
Il gioiello della corona è la DWC appunto che mette in palio $12 milioni ed il ruolo da padrone di casa che calza perfettamente a Godolphin in grado di proporre i migliori candidati, tra cui Thunder Snow (Helmet), vincitore dello scorso anno, sui 2000 metri in dirt. Tra gli altri papabili anche North America (Dubawi), Capezzano (Bernardini) e poi i campioni americani Audible (Into Mischief) per conto di Todd Pletcher, Yoshida (Heart's Cry) da quello di Bill Mott, poi Gunnevera (Dialed In), Pavel (Creative Cause), Seeking the Soul (Perfect Soul).
La "darling" del turf giapponese, Horse of the Year e Triple Tiara victress Almond Eye (Lord Kanaloa) è stata confermata e fornirà il primo passo del 2019 con obiettivo a lungo raggio nell'Arc de Triomphe, nel Dubai Turf G1 da $6 milioni, come avvicinamento a qualcosa di più importante appunto. Tra gli altri nipponici della corsa saranno anche Deirdre (Harbinger) e Vivlos (Deep Impact), già vincitrice di questa corsa. 
Nel Jebel Hatta G1 abbiamo visto un cavallo potenzialmente importante che però dovrà ripetersi: Dream Castle (Frankel) è dentro al Dubai Turf e così anche Without Parole (Frankel) e Southern Legend (Not A Single Doubt) da Europa e Hong Kong rispettivamente, sono nomi altisonanti. 
Nello Sheema Classic ci dovrebbe essere Cross Counter (Cape Cross), vincitore della Dubai World Cup, mentre ancora dal Giappone ecco il vincitore del Derby Rey de Oro (King Kamehameha), insieme agli avversari di sempre in patria quali Suave Richard (Heart's Cry) e Cheval Grand (Heart's Cry). Tra i velocisti per il Golden Shaheen G1 ecco che torna in ballo Roy H (More Than Ready)mentre l'altro americano campione dello sprint, ma in erba, Stormy Liberal (Stormy Atlantic)  concorrerà contro Blue Point (Shamardal) nell'Al Quoz Sprint. Mancano ancora 10 giorni ma i campi partenti potenziali sono stati praticamente già stabiliti...


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui