STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 8 marzo 2019

Questione Capannelle: Quali verità? Questi gli scenari, in attesa di una risposta...provvisoria?

Capannelle, quale la verità? Molti sono in trepida attesa per capire le evoluzioni dell'impianto capitolino dopo l'ennesima proposta del Comune di Roma nei confronti di Hippogroup, definita da molti irrifiutabile ma che noi avevamo commentato con un..."brutto fumo fa la pipa". 
Non sappiamo ancora come andrà a finire ma possiamo solo raccontarvi, da umili scriba, interessato e travolto per la propria passione in un luogo che lo ha visto nascere e crescere, un paio di ipotesi che riteniamo siano le più veritiere...come se ci fossero ci apparse in sogno o come se qualche fantasma del passato sia tornato per farci ragionare con il buon senso.
In quale modo? Ecco una idea...
A ragionare, leggendo qua e la, abbiamo notato come l'Assessore Frongia ed il suo assistente Angelo Diario rivendichino moltissimo la bontà della loro proposta formulata (di cui abbiamo parlato QUI), sottolineando come questo tempo trascorso dalla lettera e prima di una decisione, sia una apertura evidente.
In realtà noi pensiamo che il tempo trascorso sin qui, e fino ad una prossima decisione, sia solo un modo da parte di Hippogroup per capire quale sia l'iter per la riconsegna dell'impianto. Magari sbagliamo..magari.... 
Poco cambia, infatti, rispetto alla lettera del 22 Febbraio scorso sia sulla questione del canone per il 2017 e per il 2018 (cioè €66,000 fino a pronunciamento Tribunale Civile il 6 Aprile 2020), mentre per ciò che concerne il piano economico finanziario da qui in futuro, il discorso è molto più complesso di quanto non si creda con piani aleatori futuri difficilmente preventivabili. In più la questione bando resterebbe comunque in aria, visto che anche la situazione delle piscine presenta dei vizi di forma, errori, che rallentano se non stoppano direttamente la questione. In estrema sintesi, rimane per ora e rimarrà fino a quando non si sa, la fase di stallo.
Pensateci bene: Il Comune, a quanto ci risulta, non ha ancora dato una risposta alla famosa istanza (datata 6 Agosto e alla quale si doveva rispondere entro 90 giorni), che aveva formulato Hippogroup per rivendicare il comma 4 dell'Art 22, cioè con il canone fisso ultimo pagato sino a quel momento, prima di presentarne un'altra ma riferita all'art 22 ma comma 1 che comunque necessita di tempo, molto tempo.

Insomma, possiamo solo formulare l'ipotesi più accreditata:

A) Se i soci saranno d'accordo, e prima di martedì non si saprà nulla, allora si riaprirà... ma, crediamo, solo fino a quando i soci stessi avranno intenzione di rimetterci il loro denaro.. cioè, per poco e solo per "responsabilità sociale" e dare tempo a tutti di organizzarsi. Magari trovando dei partners che, nel giro di pochi mesi, potranno rilevare le quote della Hippogroup...e continuare, magari sperando che cambi il governo. Forse anche questo è possibile.
B) In caso contrario sarà tutto in mano al Comune. Manutenzione, organizzazione corse etc, e li potrebbe subentrare una sorta di REALE piano B, ancora non verificato, che creerebbe lo stesso disagi enormi. Le corse di Marzo, alcune preparazioni come Saccaroa, Doria, Arconte e Ceprano, sono state intanto spostate tra Milano, Pisa e Napoli. Magari è un disegno ben preciso per cacciare Hippogroup e "stringere" i denti fino a nuova gestione.
C) Può succedere ancora di tutto!
Quale delle 3, secondo voi?
Alla domanda: Quando la risposta definitiva? Possiamo rispondere che prima di inizio settimana prossima non si saprà nulla per ovvi motivi di tempi tecnici di una società che dovrà riunirsi in assemblea plenaria.

PISTE DI ALLENAMENTO: Si parlava più su di "responsabilità sociale", termine di cui si è molto abusato, recentemente. Tanto che, anche sulla vicenda relativa alle stesse, si è chiesto agli operai che dovrebbero contribuire alle stesse (ora in sciopero), convocati direttamente da Elio Pautasso nella giornata di giovedì, una simile "responsabilità" in quanto, anche qualora ci fosse fallimento di Hippogroup, allora lo sciopero al momento è inutile e danneggia le piste (difficile dopo tanti giorni di trascuratezza vengano ripristinate in breve) e gli operatori stessi che sono già allo stremo. Speriamo siano anche loro indotti e coinvolti dal buon senso.

Quindi, ricapitolando, apertura si... ma non si sa fino a quando. Magari si correranno solo le Classiche, e poi chissà. Ma prima di settimana prossima non si saprà nulla, quindi..."metteteve l'anima in pace".
La palla torna in mano al Comune.

Questa è un’opera di fantasia. Nomi, personaggi, istituzioni, luoghi ed episodi sono frutto dell’immaginazione dell’autore e non sono da considerarsi reali. Qualsiasi somiglianza con fatti, scenari, organizzazioni o persone, viventi o defunte, veri o immaginari è (QUASI....) del tutto casuale.
L'unica cosa vera è la finzione, tutto il resto è finto.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui