STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 30 marzo 2019

Meydan: Thunder Snow fa la storia, vince la seconda volta la Dubai World Cup! Ad un muso Gronkowski

Thunder Snow (Helmet) è nella storia della Dubai World Cup G1 da $12 milioni di dotazione sui 2000 metri in sabbia Faticando, battagliando, ma alla fine il muso lo ha messo davanti lui, con Cristophe Soumillon che ha tirato fuori ogni stilla di energia dal suo per cercare di regalare a Sheikh Mohammed una vittoria leggendaria nella SUA corsa, quella che 24 anni fa diede vita ad un nuovo mondo.
Come detto, Thunder Snow ha dovuto faticare per debellare la strenua resistenza dell'americano Gronkowski (Lohnro), chiamato così in onore del grande giocatore di Football omonimo, che ci ha provato in ogni modo a rovinare la festa al padrone di casa. Bellissima la dirittura, con i jockey impegnati in un duello senza quartiere, e con il jockey belga riuscito a far mettere un muso davanti al suo rispetto ad un sontuoso Oisin Murphy in sella al cavallo della Phoenix Thoroughbreds allenato da Saed bin Ghadayer alla prima a Meydan, dopo un gran girovagare tra Inghilterra ed America.
Al terzo posto è giunto l'altro americano Gunnevera (Dialed In), finito molto bene, mentre gli altri due attesi si sono sciolti come neve al sole. In particolare Capezzano (Bernardini), inabissatosi già all'ingresso in retta, e North America (Dubawi) calato poco dopo sotto i colpi di quei due martelli pneumatici che hanno reso la sua corsa durissima.
Per Thunder Snow, allenato da Saed Bin Suroor, una bella conferma in una corsa che non aveva mai visto 2 volte vincere lo stesso cavallo. Qui, nel deserto, ha trovato la sua perfetta dimensione visto che 2 anni fa emerse anche nel Derby degli Emirati Arabi Uniti. Merito anche dell'ispiratissimo Christophe Soumillon che, partendo dal 12 di steccato, ha spinto il suo a prendere subito una buona posizione sin dal via accodandosi ai primi 2 e respirando fino al giro conclusivo.
A metà curva finale Soumì ha spinto sull'acceleratore ed il suo ha risposto prima superando di slancio North America, e poi ingaggiando un bel duello con l'americano che ha provato a resistere ma alla fine nulla ha potuto contro il blue, che ci ha messo quel pizzico di fortuna e voglia per passare per primo il traguardo della prestigiosa e ricca corsa.
Il vincitore è un 5 anni da Helmet (Exceed And Excel), stallone che funziona presso il Gestut Fahrhof al tasso di monta di €9,000, mentre la mamma è Eastern Joy (Dubai Destination). Tra gli altri è padre anche di Anda Muchacho, campione italiano. Per Thunder Snow era l'8° vittoria in 23 uscite. Da segnalare che prima della corsa è stato ritirato K T Brave (Admire Max).
Aggiornamenti a seguire. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui