STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 26 marzo 2019

Mondo del Turf, notiziario del 26 Marzo. Too Darn Hot rientrerà nelle Greenham, Enable nella Coronation Cup. Tutte le news della giornata qui sotto..

Siamo a martedì ed abbiamo appena superato in scioltezza la prima domenica italiana che sapeva di primavera, questo significa che d'ora in avanti procederemo spediti verso qualcosa di sempre più succoso.
Il notiziario del 26 Marzo parla di tutto un pò, qualche pillolina per tenervi sempre aggiornatissimi su quello che accade nel mondo. Parliamo di allevamento e di 2 scomparse eccellenti, di corse e di programmi a breve, medio e lungo termine, di preparazioni come quella di Too Darn Hot nella foto, di rientri previsti, di Dubai World Cup e di quel pizzico di italians che non guasta mai con una trattativa finalizzata e la giornata francese a Saint Cloud foriera di ulteriori indicazioni.
  • La prima notizia riguarda la campionessa Enable (Nathaniel), per la quale sono stati definiti i piani con obiettivo a lungo raggio del terzo Arc de Triomphe di fila. La 5 anni di John Gosden rientrerà a fine Maggio nella Coronation Cup G1 per poi fare tappa al Royal Ascot e attendere la seconda parte di stagione con solo un'altra corsa nelle gambe poco prima dell'Arco, forse il Vermeille stesso. 
  • Una delle sue avversarie più intriganti sarà la campionessa giapponese Almond Eye (Lord Kanaloa) che avremo la possibilità di vedere già sabato all'opera fuori dalla comfort zone locale. Correrà il Dubai Turf ma il suo team ha già annunciato che prolungherà il suo soggiorno fuori dai confini nazionali e prenderà contatto con la realtà europea. Probabilmente incontrerà Enable prima dell'Arc, per tastare il polso alla campionessa, se ci sarà occasione. Ma se Enable rimarrà ferma durante l'estate allora le 2 non si incontreranno, perchè Almond Eye dovrebbe partecipare, se tutto andrà bene, alla campagna di York con le Yorkshire Oaks G1 o con una partecipazione contro i maschi nelle Juddmonte International. Insomma, si comincia a fare sul serio
  • A proposito di campioni di vedetta, questa sarà una stagione succosa per il prospetto di fuoriclasse che risponde al nome di Too Darn Hot (Dubawi), con il cavallo dei Lloyd Webber che ha svernato bene e si prepara alla stagione classica che dovrebbe vederlo impegnato sul Rowley Mile per le 2000 Ghinee e poi ad Epsom per il Derby. Intanto sta lavorando in maniera produttiva e dovremmo rivederlo ufficialmente in pista in occasione delle Greenham Stakes G3 di Newbury il 13 Aprile prossimo, come tappa intermedia della prima Classica della stagione inglese tre settimane dopo.
  • Il mondo dell'allevamento piange due campioni in razza. Uno è Redoute's Choice (Danehill), eutanasizzato all'età di 23 anni causa problemi rilevanti dovuti all'età avanzata, presso l'Arrowfield nella Hunter Valley. Redoute è stato portabandiera di un sangue molto vitale ancora in Australia. Ha prodotto 34 vincitori di G1, tra cui Snitzel, il leading sire Not A Single Doubt, Scissor Kick. Nel 2004 ha fatto il record di coperture, ben 212, e funzionava per $330,000. Per un paio di stagioni è stato anche ospite dall'Aga Khan, ma gli allevatori europei non l'hanno capito: "Thank you Redoute's, for everything." Questo il messaggio di Messara, responsabile dell'Arrowfield, che ha voluto salutare il suo campione.
  • Altro scomparso è Catcher In The Rye (Danehill), che da qualche anno aveva trovato la sua dimensione in Argentina. Il sire, scomparso a 19 anni presso l'Haras La Leyenda, ha cominciato la sua carriera di stallone in Europa ma è in Sudamerica che si è rivelato stallone di successo producendo una cosa come 470 vincitori. Non con lo stesso profilo di Redoute's Choice, ma sicuramente ha dato una bella impronta. Di lui si ricordano i vincitori di Gruppo Pataques, Flowing Rye, La Extraña Dama, Alampur, Kiriaki, Catch The Mad, Anaerobio, Rabid In The Rye, Catcho En Die, Catch The Cocktail
  • Apriamo la parentesi Dubai World Cup con la dichiarazione partenti ufficiale che ci sarà nelle prossime ore, ma i campi sono stati ormai definiti e mancano solo gli steccati. Guest star, bipede, della serata sarà Gwen Stefany, mentre tra quelli a 4 zampe tanti campioni previsti che hanno fatto tutto il Carnival. Prevista una pioggia di dollari, ben $35 milioni nella serata. Intanto diciamo che non si sa ancora se verrà trasmessa in Italia la giornata (e sarebbe grave, ma attendiamo notizie ufficiali) e che sono 13 i partecipanti alla Dubai World Cup, tutti contro il campione uscente Thunder Snow (Helmet) con Soumillon in sella. Tra i fantini italiani impegnati anche Lanfranco Dettori, con Walking Thunder nell’UAE Derby e Without Parole nel Dubai Turf contro Almond Eye appunto, poi 2 per Antonio Fresu e uno per Pier Convertino con Fazza Al Khalediah nel Kahayla Classic G1 per PSA. Il programma cliccando QUI.
  • A proposito di italians è stata definita la vendita per Amade (Casamento), il cavallo allenato da Alessandro e Giuseppe Botti, che è passato per il 50% a OTI Management, gruppo australiano, e poi 33% Laurent Dassault e il rimanente 17% a Elisa Berte. Amade, 5 anni, resta su 5 vittorie consecutive di cui l'ultima volta a Chelmsford nel Bet totequadpot At totesport.com Conditions Stakes (AW Championships Fast-Track Qualifier) di cui abbiamo già parlato QUI
  • Per la voce italians diciamo pure che ieri a Chantilly 10° vittoria in stagione per Andrea Marcialis che ha siglato con Soberano (Elusive City) che ha vinto il Prix de la Garenne de la Justice (Handicap) (3yo) (All-Weather Track) (Polytrack) con Cristian Demuro in sella, giunto a 28 affermazioni in stagione. Nella stessa giornata secondo posto per Imperial Tango (Sageburg) in un altro handicap.
  • Oggi 2 occasioni per italiani a Saint Cloud. Nel Prix Comrade - Conditional Race per i 3 anni, Droit De Parole (Toronado) per i colori della Waldeck ed il training di Giuseppe Botti, e Tel Aviv (Nathaniel) per i colori della Fert a cercare un pass Classico. Nel Prix de la Porte de Madrid - Listed, ecco di nuovo Time Shanakill (Lord Shanakill) al rientro stagionale dopo il 3° posto di Kempton nelle Wild Flower Stakes Lr. CAMPI PARTENTI QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui