STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 4 giugno 2015

#Epsom: Sabato 6 c'è il #Derby! Out Zawraq, confermati Golden Horn ed Elm Park. Ecco le ultime, l'analisi e l'antepost

Quasi tutto pronto anche in ottica Derby in programma sabato alle 17,30 (ora italiana) ad Epsom Downs. Sono in 12 ufficialmente i rimasti al via del blue ribbon, con conferme che arrivano più di rinunce. L'ultima, in ordine temporale, riguarda Zawraq (Shamardal) alla fine ritirato a causa di un contrattempo, che sembrava smaltito sulle prime, patito nei giorni scorsi dopo la rifinitura. Il portacolori di Sheikh Hamdan bin Rashid Al Maktoum non ci sarà, come confermato dal Racing Manager Angus Gold di concerto con Dermot Weld che hanno preferito non rischiare ulteriormente un cavallo che non sarebbe stato comunque al massimo della condizione possibile per un evento del genere. 
Per il resto, tutti confermati o quasi con Elm Park (Phoenix Reach) ed Andrea Atzeni per Andrew Balding, il quale alla ricerca del primo successo di spicco della sua carriera in ascesa, ne ha parlato mercoledì durante la live chat del Racing Post come un cavallo che non cambierebbe con gli altri della partita. Leggi cliccando QUI le domande degli appassionati e le risposte del jockey di Nurri di mercoledì pomeriggio. Elm Park a 2 anni ha vinto il Racing Post Trophy G1 di Doncaster mentre a 3 anni è arrivato terzo nelle Dante Stakes G2 di York vinte da Golden Horn. La Qatar Racing aveva dentro anche Rocky Rider (Galileo), ma poi ha rinunciato, e Rogue Runner (King's Best) con Oisin Murphy. Quest'ultimo è allenato in Germania da Andreas Wohler, ed è prodotto dell'italiana Rosa Di Brema (Lomitas) ex Blueberry in corsa ed ora cavallo allevato dal Stiftung Gestut Fahrhof, pagato £55,000 da David Redvers per conto di Fahad Al Thani e chance a 100/1. Cugino Jaw'wan Al Thani prova il Derby con Moheet (High Chaparral), rientrato con un terzo nelle Craven G3, e 8° di 18 nelle 2000 Ghinee di Newmarket. Ora allunga ed avrà in sella Pat Dobbs.
Confermato al via Epicuris (Rail Link) in trasferta dalla Francia per Criquette Head ed è l'unico vincitore di G1 in pista (insieme ad Elm Park) per l'affermazione a 2 anni nel Criterium de Saint Cloud G1, rientrato con un secondo posto da favorito nel Prix La Force G3 4 lunghezze dietro a Silverwave (Silver Frost), poi 9° di 14 nel Prix du Jockey Club vinto da New Bay (Dubawi). 
John Gosden ha confermato il favorito Golden Horn (Cape Cross), supplementato nelle settimane scorse per £75,000 da A E Oppenheimer, che avrà al via Frankie Dettori alla ricerca del secondo Derby in carriera dopo quello di Authorized nel 2007. Golden Horn ha vinto le Dante Stakes G2, canonico trial di York in vista del Derby di Epsom ed è attualmente proposto a 6/4 nell'antepost.
John Gosden con lui guarda il meteo: Golden Horn ha bisogno di un terreno veloce, che troverà, mentre per l'altro da lui allenato Jack Hobbs (Halling) deciderà fino alla fine se correre o no, perchè al contrario gradirebbe un soffice. In caso di terreno buono correranno entrambi, se diventerà invece estremo in una o in un'altra direzione, uno dei due verrebbe ritirato. Ma il tempo volge al buono, quindi quello più indiziato al ritiro sembrerebbe essere proprio Jack, tipo da St Leger, acquistato per metà da Godolphin e per i cui colori correrà con a bordo William Buick. Godolphin, ma per il training di Saeed bin Suroor, avrebbe proposto anche Best Of Times (Dubawi), un cavallo rientrato vincendo a Newmarket che poi ha perso le Cocked Hat Stakes Lr di Goodwood da un diretto avversario nel Derby quale Storm The Stars (Sea The Stars) per Willy Haggas ed i colori di Sheikh Juma Dalmook Al Maktoum. Il Godolphin alla fine non è stato dichiarato partente.
Della flotta Coolmore Ryan Moore ha scelto la chance di Giovanni Canaletto (Galileo), il sauro fratello pieno di Ruler Of The World, vincitore di Derby, e mezzo fratello del sire Duke Of Marmalade, ora sbolognato in Sudafrica. Giovanni ha perso le Gallinule Stakes G3 al Curragh il 24 Maggio scorso da Curvy, una femmina, ma non era al top della forma che dovrebbe trovare proprio sabato pomeriggio per un gruppo che ha vinto le ultime 4 edizioni del Derby con Pour Mou (Andre Fabre al training), Camelot, Ruler Of The World e Australia, con questi ultimi 3 allenati dal master di Ballydoyle. Giovanni Canaletto, anche per la scelta di Ryan Moore, è sceso fino al 7/1 nell'ultimo antepost prima del Derby di Epsom. Ma arriveranno ulteriori aggiornamenti.
Gli altri due Coolmore sono Hans Holbein (Montjeu), monta ancora da stabilire per un cavallo che ha vinto il Chester Vase G3 battendo Storm The Stars già citato, e Kilimanjano (High Chaparral) sul quale salirà Josh O'Brien. 
In pista anche il supplementato Success Days (Jeremy) con Ken Condon entusiasta di quanto fatto dal grigio da inizio stagione con 3 corse vinte su 3 tra cui le Ballysax G3 spesso utilizzate dal Coolmore come test, ed un trial di Leopardstown G3 risolto di 10 lunghezze. Dovrebbe correre anche Carbon Dating (The Carbon Unit) per John Patrick Shanahan, per un cavallo che finora ha combinato poco ed è proposto a 250/1. IL CAMPO PARTENTI DELL'EPSOM DERBY QUIL'ALBO D'ORO DEL DERBY DI EPSOM CLICCANDO QUI.
Ad Epsom sabato sono è in programma anche la Coronation Cup G1 sul miglio e mezzo. Saranno in 7 al via (forse 6), capeggiati da Dolniya (Azamour) che dopo il quinto nell'Arc alle spalle di Treve, ha inanellato 2 vittorie consecutive battendo sempre Flintshire (Dansili), l'ultima volta in occasione dello Sheema Classic G1 di Meydan. Sulla sua strada la portacolori Aga Khan allenata da Alain De Royer-Dupre, favorita a 4/5, troverà ancora il Juddmonte di Andre Fabre, regolarissimo e proposto a 2,5. Terza scelta della punta cade sul progressivo 5 anni Pether's Moon (Dylan Thomas), poi Romsdal (Halling) con lo schieramento che consta anche di Tapestry (Galileo) al rientro diretto dall'Arc e che verrà forse ritirata, poi Sheikhzayedroad (Dubawi) e Ayrad (Dalakhani).
IL CAMPO PARTENTI DELLA CORONATION CUP QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui