STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 16 giugno 2015

Royal Ascot Day 1. Solow e Gleneagles : Queen Anne e St. James in grande stile. Sorpresa Goldream nelle King's Stand. Buratino impressiona nelle Coventry.

Royal Ascot Day1. Primo giorno e prime emozioni. Innanzitutto iniziamo con il dire che Her Majesty era vestita di un rosso acceso. Non una semplice nota di colore dato che i bookmakers d'oltremanica aprono il gioco anche sul colore del vestito di Sua Maestà. Mica male. Pronti via e subito un favorito a segno. E che favorito.Nelle Queen Anne Stakes (Gruppo1 sui 1600metri) Solow (Singspiel) si conferma essere al momento l'anziano imbattibile sulla distanza del miglio. Il pupillo di Freddy Head, bellissimo nel modello, ha seguito come un ombra il capofila Toormore (Arakan) che era andato davanti a imporre ritmo. Maxime Guyon, grintoso in sella al grigio dei Wertheimer, si prende lo spazio chiusogli da Night of Thunder (Dubawi) senza troppi complimenti e lancia il suo addosso al "povero" Toormore che altro non può fare se non prendersi la sverniciata di Solow che passa con superiorità netta. Bella davvero la prestazione del vincitore dell'Ispahan, dove aveva già dimostrato di che pasta era fatto. Ad Ascot ha dato conferma di essere un miler con i fiocchi. Medaglia d'argento per un'altro transalpino : Andrè Fabre piazza al secondo gradino del podio Esoterique (Danehill Dancer), la femmina del Barone Rothschild, rientrata nel Prix Du Muguet con un terzo posto e oggi lanciata con un ottima progressione all'esterno di tutti da Boudot nel vano tentativo di agganciare il volante Solow. Terzo la sorpresa Colmoore (16/1 come Esoterique)  Cougar Mountain (Fastnet Rock) che avvicina la femmina sul palo dopo lunga rincorsa ma si deve accontentare. Mai in corsa l'atteso invader in visita da Hong Kong Able Friend (Shamardal), eroe di Sha Thin, che ha fatto più o meno la fine del povero Animal Kingdom nel 2013; Joao Moreira si arrende a palo ancora lontano. QUI IL VIDEO DELLE QUEEN ANNE STAKES.
Nelle Coventry colpo Godolphin con il regolarissimo Buratino (Exceed And Excel). Sei corse in carriera, mai fuori dal marcatore. L'allievo di Mark Johnston si presentava al via in questo Gruppo2 per i 2 anni sui 1200 metri con una straripante vittoria per sei lunghezze in una Listed a Epsom, lasciando intedere di avere motore. William Buick lo sa e tiene il bel sauro ben coperto dietro ai primi; non muove un dito fino al momento di far vedere la luce al suo. Allungo poderoso e due lunghezze piazzate tra lui e l'inseguitore Air Force Blue (war Front) ,ennesimo due anni del master di Ballydoyle alla seconda corsa in carriera dopo il debutto vincente al Curragh, che non rendono in toto la dimensione della bella vittoria del sauro in giubba Godolphin.
L'ultimo gradino del podio se lo aggiudica Eltezam (Kodiac) con Lanfranco Dettori in cabina con un ottima corsa aggressiva al punto giusto per un cavallo a 12-1. Niente bis a seguire per Frankie dopo l'affermazione dell'anno passato con The Wow Signal. QUI IL VIDEO DELLE COVENTRY STAKES
Altro giro altro regalo nella giostra del Royal Ascot. Le King's Stand, il Gruppo1 a 1000metri, sono una vera roulette e questa volta il numero che vince tutto è quello di Goldream (Oasis Dream). Un arrivo al cardiopalma con tre cavalli racchiusi in meno di una lunghezza. Distacchi : short head - neck. Poco altro da raccontare. Martin Harley ruba il tempo a tutti con questo sei anni  e "addomestica" il palo per primo. Di una corta testa avrà da rammaricarsi Joao Moreira con Medicean Man (Medicean) che chiude secondo. 20\1 per Goldream e 50\1 per Medicean Men. Terzo il favorito targato Hamdan Al Maktoum Muthmir (Invincible Spirit), vincitore del Gros-Chene a Chantilly dove incrociò proprio Medicean Man che allora chiuse ottavo. L'eterno Sole Power, detentore del titolo, chiude con un onorevolissimo quinto; forse non proprio montanto al meglio da Richard Hughes che con il coriaceo otto anni da Kyllachy fa praticamente il giro del globo per poi fiondarsi a centro pista. Troppo tardi. QUI IL VIDEO DELLE KING'S STAND STAKES
Ma c'era un cavallo in realtà che tutti attendevano oltre a Solow. Il vincitore delle 2000 Ghinee del Curragh era chiamato a confermarsi. Accontentati. Gleneagles (Galileo) spazia a piacimento nelle St. Jame's  Palace Gruppo1 per i tre anni sul miglio. Ryan Moore non ha nemmeno bisogno di far vedere la frusta al suo, solo a spinta. Il pupillo di Padre Aidan mette la quinta e senza troppo sforzo si sbarazza della compagnia. Dimostrazione di forza. Per la cronaca secondo chiude il Godolphin Latharnach (Iffraaj) a due lunghezze e mezzo (potevano essere almeno il doppio) e terzo Consort (Lope De Vega), Lanfranco per Sir Micheal Stoute. Il resto è noia. QUI IL VIDEO DELLE ST. JAMES'S PALACE

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui