STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 11 luglio 2016

Francia: #Zelzal a tempo di record nel Jean Prat a Chantilly. Quinto G1 in stagione per Jean Claude Rouget

Un caldo torrido ha contribuito a far realizzar il record della corsa, del tracciato e della distanza, nel Jean Prat G1, l'ultimo G1 francese della stagione riservato a soli cavalli di 3 anni. Più un ritmo furioso nella prima parte sostenuto da First Selection (Diktat) che ha seguito Positive Vibration (Canford Cliffs) il quale era andato davanti a dettare l'andatura ad un positivo Zelzal (Sea The Stars), colori Al Shabaq e Gregory Benoist in sella, il quale senza mai essere toccato dalla frusta ha approfittato della cottura di quelli davanti per passare in souplesse e vincere in totale controllo in 1m 34.48s. Secondo è arrivato l'inglese Stormy Antarctic (Stormy Atlantic), rimasto in quota nei confronti di Spectre (Siyouni). Per Jean Claude Rouget è stata l'ennesima conferma di un anno ricchissimo di soddisfazioni, con il quinto G1 della stagione, senza dimenticare che in giornata aveva vinto anche il Chloe G3. Per Zelzal era la quarta vittoria in 5 uscite. Praticamente ha steccato nelle Poule G1 di Deauville con 12 lunghezze prese da The Gurkha, ma poi si è rifatto ancora a Chantilly vincendo prima il Paul de Moussac G3 e poi il Jean Prat. Allevato da Viktor Timoshenko fu pagato la cifra di €180,000 alle Arqana’s October Yearling Sale. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui