STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 3 luglio 2016

Sandown: #Hawkbill sorprende ancora e vince anche le Eclipse, battuto il giocatissimo The Gurkha

Lotta dura senza paura. In un duello al confine con l'epico, il progressivo Hawkbill (Kitten's Joy) ha risolto quasi a sorpresa le Eclipse Stakes G1 al termine di una lotta fin sul traguardo contro uno stoico The Gurkha (Galileo) sul quale, da inizio settimana, erano stati riversati una montagna di soldi sulla sua vittoria. Hawkbill ha seguito il battistrada di Time Test, poi ha messo la freccia e sotto la spinta di William Buick, carichissimo, ha ingaggiato un bel duello con il Coolmoriano risolvendola di forza, con al terzo posto rimasto in quota Time Test, ma incapace di prendere quei due. Per Godolphin una vittoria nelle Eclipse mancava dal 2004 dopo Refuse To Bend.
Quanto al vincitore, è un cavallo allenato da Charlie Appleby che ha dimostrato ancora una volta di saper portare al massimo un cavallo (ad Haydock in giornata vittoria anche per Endless Time nelle Lancashire Oaks) senza sprecarne energie da quando in Godolphin è stata fatta una profonda riorganizzazione interna. E Sheikh Mohammed è stato ben contento di spendere dei soldi per supplementare il suo, con tanto poi di vittoria finale. 
Chi è Hawkbill? Un cavallo di 3 anni con pedigree americano. Il papà è Kitten's Joy (El Prado) e lo conosciamo per quelli che ha messo in pista Gianluca Bietolini. Per il Sire della famiglia Ramsey era il primo vincitore di G1 in Europa, mentre in America ce ne sono a frotte. Hawk è prodotto del l'incrocio con una fattrice da Giant's Causeway, pagato $350,000 e fa parte della famiglia femminile del campione e stallone  Cozzene. Lo scorso anno era partito senza vincere, correndo soprattutto in polytrack, poi da una nursery di Agosto 2015 a Lingfield dove ha acquisito un 81 non si è più fermato, vincendone 6 consecutive comprendendo anche l'esplosione ad Ascot nelle Tercentenary Stakes G3 è la decisione di correre le Eclipse, dopo essere uscito bene da quella corsa. Dietro Hawkbill c'è il grande lavoro di Shane Fetherstonhaugh, capace di dare significativa "educazione" a campioni quali Frankel e Motivator in passato. Per lui si parla di obiettivi, ma non è ancora chiaro cosa farà perché Charlie Appleby ha rimandato al prossimo incontro con il Boss, che avverrà a Newmarket nei prossimi giorni. Quanto a The Gurkha, molto probabile un ritorno al tema del miglio e quindi l'obiettivo è quello delle Sussex Stakes G1 di Goodwood. IL VIDEO DELLE ECLIPSE DI SANDOWN QUI.
NB: Nella prima settimana di Luglio lavoreremo più a scartamento ridotto, siamo qualche giorno fuori ufficio, ma pubblicheremo comunque la nostra opinione sui fatti degli ultimi giorni. Sulla pagina FACEBOOK di MONDOTURF potete trovar tutte le news in breve del periodo.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui