STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 10 luglio 2016

Ippica italiana: In breve le notizie da sapere della settimana appena trascorsa, politicamente e sportivamente.

Dopo qualche giorno di fisiologico stop, riprendiamo da dove avevamo lasciato. In pratica abbiamo saltato interamente, o quasi, una settimana di corse e di cavalli ma cerchiamo di fare ordine soprattutto per i più disattenti vacanzieri per fare un resoconto di cosa è successo in Italia e all'estero, partendo proprio da noi. Sportivamente non molte novità, se non quella che con De Montel e Mantovani si è chiusa una parentesi importante per la prima parte della stagione. Tutte cose che già sapete ma che ripetiamo in breve. Le novità riguardano la vendita ad Hong Kong del vincitore del Derby Italiano G2 Saent (Strategic Prince) come era nell'aria da un pò. Anzi, inizialmente l'Ing Romeo ha declinato qualsiasi offerta, ma grazie all'intermediazione di Eugenio Colombo, in relazione all'offerta succosa ricevuta (si parla di circa 1 milione di euro), considerato il programma ed il picco di valutazione che ha toccato Saent, ha ritenuto di dover cedere. Giustamente, diremmo, anche se la Incolinx tradizionalmente non ha praticamente mai venduto i suoi migliori cavalli. 
Il 3 anni sarà allenato da Tony Cruz. Se ne va così un altro pezzo della nostra selezione dopo la vendita prima del Derby di Dee Dee D'Or, secondo arrivato, e Biz Heart, quarto arrivato. Manca solo Full Drago, a questo punto sono attese novità. Quanto al quinto del Derby italiano, Isfahan, domenica pomeriggio correrà ad Amburgo il Derby tedesco con Dario Vargiu a bordo. IL CAMPO PARTENTI QUI.
Sempre di italiano, ad inizio settimana, da segnalare l'affermazione in G3 per Federico Bossa martedì ancora ad Amburgo. In sella a Schang (Contat) con il quale aveva vinto il Bersaglio a San Siro, ha replicato nella Hamburger Flieger Trophy G3 per i velocisti sui 1200 da unico 3 anni del campo. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. Il nostro "wiwo" ha così ottenuto una bella vittoria ed un buonissimo attestato di stima, dopo le vittorie a Bratislava e Giappone, fuori dai nostri confini. Del rapporto tra Italia e Germania abbiamo velatamente riferito anche sulla pagina Facebook, ricordando come questa sia la settimana del Derby in Germania e si è aperto con un weekend lungo nel quale abbiamo visto impegnati anche, tra i fantini, Daniele Porcu, Casamento, Tommaso Scardino, e non solo. Nel Derby monteranno anche Dario Vargiu e Miki Cadeddu. Intanto i nostri "italiens" in Francia hanno ottenuto qualche piazzamento interessante, domenica folto plotone a Chantilly di cui riferiremo i risultati più avanti...
Domenica scorsa un fatto curioso a Merano: Il jockey irlandese Chris Meehan, caduto da Max And Ruby nella seconda corsa in programma, ha subito un incidente ancora più grave poco dopo quando è stato investito dall'ambulanza stessa, fratturandogli in più una gamba. Risultato: Naso rotto e 27 punti di sutura alla mascella, ed in più la frattura alla gamba che lo terrà fuori 2 mesi almeno. Sembrava una notizia da ridere, ma non lo è... La settimana che ci aspetta è quella del gran galà ad Agnano con Criterium Partenopeo e Città di Napoli di cui parleremo nei prossimi giorni.. 
Politicamente l'unica notizia degna di nota è quella dell'approvazione da parte del Senato del cosidetto "collegato agricolo" in materia di semplificazione del settore agricolo. Per ciò che ci riguarda, in estrema sintesi, è relativo all'articolo 15 attraverso il quale è prevista la riforma e il rilancio del settore ippico. In sostanza la legge conferisce delega al governo di redigere un decreto legislativo che preveda l'istituzione di un organismo sottoposto alla vigilanza del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, cui demandare competenze in materia di ippica, al fine di rilanciare il settore e il riordino delle competenze ministeriali in materia di ippica. Tutti soddisfatti per ciò che potrà arrivare.
Il comma 3 del testo, riferisce Gioconews, parla della nuova delega in merito al riassetto del settore ippico nazionale, di cui la disposizione in esame contiene i criteri direttivi, elencati dalle singole lettere tra cui A) il riordino delle competenze ministeriali in materia di ippica, incluse quelle riguardanti i diritti televisivi relativi alle corse, la disciplina delle scommesse, la permanenza degli attuali livelli di gettito da destinare al finanziamento della filiera, la riduzione delle aliquote da destinare all'erario a fronte di un eventuale aumento della raccolta delle scommesse.
La lettera b) prevede l'individuazione di un organismo cui demandare le funzioni di organizzazione degli eventi ippici e di rendicontazione e ripartizione delle risorse provenienti dalle scommesse e dai finanziamenti statali, oggetto rispettivamente delle lettere d) ed e), garantendo una rappresentanza delle diverse categorie degli operatori del settore nella struttura organizzativa.
La lettera e) stabilisce, per detto organismo, una qualificata partecipazione, per i primi cinque anni, di rappresentanti dei Ministeri delle politiche agricole alimentari e forestali e dell'economia e delle finanze negli organi gestionali e un successivo apposito organo di vigilanza sulla gestione dello stesso.
I criteri direttivi della delega concernente il riordino dell'assistenza tecnica agli allevatori e la disciplina della riproduzione animale, oggetto dell'attuale comma 4, sono stati modificati sia con la soppressione della funzione di tenuta del libro genealogico delle razze equine sportive alle relative associazioni di allevatori, sia con la modifica, nell'attuale lettera f), riguardante la possibilità di integrare il finanziamento statale finalizzato alle attività gestionali dei libri genealogici mediante fonti di autofinanziamento delle organizzazioni riconosciute. È inoltre stata introdotta una lettera g), che prevede l'accessibilità dei dati necessari per la prestazione dei servizi di consulenza aziendale da parte degli organismi riconosciuti, pubblici o privati

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui