STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 30 luglio 2016

Goodwood, day 4: Take Cover a 9 anni ancora nelle King George. Franklin D vince il Golden Mile. Final Reckoning, soddisfazione Luciani

Il day 4 è stato abbastanza tranquillo, tranne per i bookmakers, e merita dunque una menzione particolare per quanto successo, con sfumature di italianità in giornata. La corsa più importante della giornata erano le King George Stakes G2 sui 1000 metri vinte dall'eterno quanto atipico Take Cover (Singspiel), troppo meglio dei suoi 16 opponenti, ripetendo la vittoria di 2 anni fa da queste parti. Il 9 anni, figlio di Singspiel (In The Wings) e per questo atipico sul tema, è partito forte ma sbandando un pò come succede nelle corse in velocità, ma è rimasto davanti tutta strada avendo poi la meglio su Washington DC (Zoffany) and Goldream (Oasis Dream), con Easton Angel (Dark Angel) e Marsha finiti tutti in un fazzolettino snarigiato. Sacrificati almeno 5 cavalli da una fase caotica, ma alla fine il cavallo di David Griffiths con David Allan ha usato il righello. Tempo finale di 56.86s (fast by 0.04s). IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
In apertura di pomeriggio Thikriyaat (Azamour) ha risolto tutti i problemi di traffico migliorando ancora vincendo e meritando il top nelle Thoroughbred Stakes G3, stavolta sotto la spinta di Paul Hanagan, nei confronti dell'altro di Sir Michael Stoute Forge (Dubawi), della famiglia di Dansili, questo con la monta di Ryan Moore. Malino Emotionless (Shamardal), non ancora ripresosi dal grave infortunio al ginocchio di quando aveva 2 anni, pur avendo corso da protagonista. Forse lo abbiamo perso, da attendere magari su terreni soffici. VIDEO QUI.
Altre 2 corse meritevoli di nota: Nel Golden Mile, ops Betfred Mile (Heritage Handicap), a vincere è stato il "massive gamble" Franklin D (Medaglia d'Oro) per Michael Bell con un Ryan Moore abilissimo a non farsi sfuggire un varco millimetrico, in una corsa comunque contraddistinta da un caos incredibile. Mentre Ryan ha usato i ferri per fare la maglia, Pat Cosgrave su Belgian Bill (Exceed And Excel) sembrava dovesse spostare divanni non riuscendo mai a trovare spazio e nonostante ciò finendo quarto. Comunque, secondo Master The World (Mastercraftsman), spinto dai bookies che con la vittoria di Franklin hanno perso una cosa come £10 milioni in scommesse, con al terzo Donncha (Captain Marvelous). VIDEO QUI.
Da sottolineare anche un'altra vittoria di italiani all'estero: Nella Jack Berry Nursery per 2 anni ancora una affermazione, la seconda consecutiva, per Final Reckoning (Dark Angel), allevato dall'Azienda Agricola Luciani, è andato davanti ed ha resistito con coraggio. Si tratta di un cavallo di proprietà Godolphin e per il training di Charlie Appleby. Montato da James McDonald, ha battuto in lotta Rusumaat, sempre per la famiglia Maktoum. Final Reckoning è iscritto alle Gimcrack Stakes G2, si tratta di un prodotto della fattrice Lan Force (Blu Air Force), dunque un fratellastro del campione italiano 2014 Priore Philip. Fu acquistato da foal per €87,000 alle Goffs di Novembre 2014, e poi ricomprato per £220,000 alle Tattersalls di Ottobre del 2015. Un altro suo fratello, da Teofilo, è stato acquistato da Jamie Railton per €60,000 alle Goffs di Novembre, ancora da foal. VIDEO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui