STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 14 luglio 2016

Mondo Giappone: #JRHA Selected Sale con il botto. Fatturato di ¥14,942,100,000 (+15%). Venduto primo foal giapponese di Final Score

Mondo Giappone. Un mondo a parte, rispetto a tutto il resto dell'universo del purosangue. Una industria che funziona alla perfezione, che ha un meccanismo oliatissimo e che produce denaro. Non solo campionissimi prodotti da loro fattrici di pregio, ma la famiglia Yoshida ha molto spesso acquistato in Europa fattrici da G1 e non solo, anche in Italia, per dare alternative di sangue in un mondo influenzato dai Sunday Silence. In generale le Japan Racing Horse Association Select Sale JHRA hanno accolto anche compratori stranieri i quali non sono riusciti completamente ad emergere. Tra tutti c'erano 19 compratori non giapponesi. 
Ora un po di numeri: Con 173 foals venduti dei 232 offerti, hanno realizzato un totale di ¥6,811,500,000 (equivalenti a £49,695,486/€58,893,670), con una percentuale di fatturato in + del 12%, rispetto al 2015. Il prezzo mediano è stato di ¥39,370,000 (£287,242/€340,308) in aumento del 19%.
In generale, nella 2 giorni, acquistati 390 yearlings e foals rispetto ai 479 offerti, per un fatturato completato della cifra record di ¥14,942,100,000 (£108,959,611/€129,126,508), in aumento del 13% con i mediani a ¥38,310,000 (£279,279/€331,079), cresciuti del 15%. 
Come al solito a far la parte del leone è stato Deep Impact (Sunday Silence) che ha venduto 16 dei 23 cavalli presentati per almeno ¥100 milioni. In totale i suoi figli hanno generato, dei 21 yearlings venduti e 13 foals venduti su 15 presentati, l'equivalente di circa €40 milioni con una media di 1,1 milioni di euro. Scontro epico tra il proprietario giapponese Hajime Satomi che ha battagliato a lungo con Magnier per un foal da Deep Impact e della Classica Elusive Wave (Elusive City), vincitrice Classica in Francia e non solo, pagato ¥280 milioni (£2,040,352/€2,418,312). Ma si sarebbe potuti arrivare molto più su, solo che non si è andati allo scontro fratricida. Satomi, magnate dei videogames, proprietario della Sega Sammy Holdings, ha spiegato che ha voluto comprare un cavallo in grado di correre in tutto il mondo. Ha speso, in generale, oltre ¥1.3 miliardi. Da sottolineare che Elusive Wave era prima del Coolmore che la acquistò per 800,000gns alle Tattersalls del 2010, e poi rivenduta privatamente alla Northern Farm. Elusive Wave ha prodotto una femmina da Frankel che si chiama Elusive Happiness ed è il suo primo prodotto, nato in Giappone nel 2014. Oltre ai 2 citati, Elusive Wave ha anche uno yearling femmina da Deep Impact.
Satono ha pagato anche altri ¥280 milioni (£2,040,352/€2,418,312) per un altro figlio di Deep Impact e della campionessa Malpensa (Orpen), ora scomparsa, fratello del secondo di Derby giapponese Satono Diamond, il quale a queste aste fu acquistato per ¥241.5 milioni (£1,761,456/€2,087,572) nel 2013. 
Non solo Deep Impact ma anche altri stalloni popolari quali Just A Way ed Orfevre. In particolare 2 figli della seconda annata di produzione del campione Orfevre hanno toccato le 7 cifre. 
FAMIGLIE ITALIANE: Come al solito, un pò di italianità non manca mai. Come da foto, è stato acquistato il primo foal della campionessa italiana Final Score (Dylan Thomas) e Deep Impact, acquistata da Hidenori Futagi, proprietario di una catena di supermercati, per ¥155 milioni. Final Score arrivò in Giappone in relazione ad una mediazione con la Ital-Cal di Paolo Romanelli (http://www.italcalhorse.com). Poi una foal da Heart's Cry (Sunday Silence) e Punta Stella (Elusive City), vincitrice di Dormello G3 e poi giunta in Giappone grazie anche qui alla mediazione della Narvik International e Paolo Romanelli, che ha fatto ¥46 milioni, una foal da Just A Way (Heart's Cry) e Bettolle (Blu Air Force), anche questa acquistata dalla Narvick International a suo tempo, che ha fatto ¥29 milioni ed una foal da Victoire Pisa (Neo Universe) e Sandslash (Holy Roman Emperor) a ¥12 milioni. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui