STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 8 ottobre 2016

Newmarket: Altro dominio O'Brien nel Fillies Mile con #Rhododendron e nelle Dewhurst con #Churchill. Con questi fanno 21 G1 in stagione..

La dura legge di Ballydoyle ha colpito ancora. A nemmeno una settimana dall'en plein pieno di elogi nell'Arc de Triomphe, Padre Aidan ha dominato in lungo ed in largo anche il Future Champions Festival di Newmarket dedicato ai 2 anni. En plein, scaccomatto, pigliatutto con doppi d'autore per l'allenatore irlandese, uno che ha un faccino quasi innocente e sorriso beffardo che nasconde un laboratorio di intuizioni e capacità tali da essere il miglior allenatore del mondo. Il primo successo è arrivato ieri nel Fillies Mile G1 dove O'Brien ha ottenuto la 20° vittoria a livello di G1 in stagione 2016, ad un passo dal record di Bobby Frankel in America di 25 G1 vinti in tutto il mondo nel 2003 ed ad un passo dal suo record personale di 24 G1 vinti nel 2001. Dicevamo nel Fillies Mile: A vincere è stata la fortissima Rhododendron (Galileo) che ha battuto la compagna Hydrangea (Galileo) correndo dal centro del gruppo sul Rowley Mile e sbocciando in una azione dirompente, ribaltando il riferimento delle Moyglare dove la compagna fu seconda battuta tra l'altro da figlio Joseph con Intricately, ricorderete. Ebbene Rhododendron è venuta ulteriormente avanti mentre la compagna allo steccato dava fondo alle energie, confermandosi un "cagnaccio" in quanto a tenacia. Terza è arrivata a sorpresa Urban Fox (Foxwedge) on the stands’ side rail, mentre nulla da fare per Sobetsu (Dubawi) la favorita di Charlie Appleby dopo una maiden vinta di 10 lunghezze. Non si è ripetuta la magia di Chantilly... Per la figlia di Galileo, ancora lui, della campionessa Halfway To Heaven (Pivotal) è possibile ma non sicuro un viaggio in America per la Breeders Cup G1. Rhododendron è stata abbassata nell'antepost delle 1000 Ghinee a 8/1 mentre a 10/1 per le Oaks. IL VIDEO DEL FILLIES MILE QUI....
A 24 ore di distanza il maghetto irlandese ha ottenuto la 21° affermazione di G1 in stagione grazie all'attesissimo Churchill (Galileo) che ha mantenuto le aspettative da Derby in seguito alla sfavillante affermazione delle Goffs Vincent O’Brien National Stakes G1 del Curragh, vincendo anche Dewhurst Stakes G1 sui 7f. Si può continuare a sognare con un cavallo che fa tutto con una semplicità incredibile, anche se Ryan Moore alla fine ha dovuto tenerlo un pò sveglio dall'affondo esterno di Blue Point (Shamardal) ricacciato indietro tanto da perdere anche il secondo per un gran finale fornito all'interno da Lancaster Bomber (War Front), che era a 66/1, ed era considerato un pace maker. Ma il fratellino di Excelebration (Exceed And Excel), per il quale il Coolmore è andato a riprendere la madre Sun Shower (Indian Ridge) in India dopo l'exploit dell'ex Manfredini, si tratta di una bellissima soddisfazione. Tornando al vincitore, si tratta della quinta vittoria consecutive in 6 uscite. IL VIDEO DELLE DEWHURST STAKES QUI. A chiusura del concetto Dewhurst da segnalare la brutta performance dell'atteso Seven Heavens (Frankel) molto ardente anche nelle fasi preliminari la partenza e mai in grado di andare in maniera lineare. Partito tirando, è rimasto sul morso pur dando l'impressione di avere mezzi. Ad un certo punto ha preso la scia di Churchill, ma li si è piantato rimanendo in fondo al gruppo.
Facendo un passo indietro alla giornata di venerdì, da sottolineare la crescita esponenziale di Aclaim (Acclamation) riuscito a vincere la terza consecutiva nelle Challenge Stakes G2 dopo un handicap sul miglio ad Ascot e dopo una vittoria nelle Dubai Duty Free Cup Stakes sui 1400 metri di Newbury. Con in sella Frankie Dettori è stato sempre dominante ed ha battuto la grigia Lumiere (Shamardal) e il terzo del Di Capua G1 Jallota (Rock Of Gibraltar), che ha mantenuto le aspettative. Le Challenge Stakes sono la prima vittoria a livello di Pattern per Martin Meade. IL VIDEO DELLE CHALLENGE QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui