STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 18 ottobre 2016

Inghilterra e Francia: Verso il Racing Post Trophy di sabato. Poi aste, allevamento.. campioni che vanno e che vengono

Ed ora un pò di notizie sparse qua e la. L'ultimo G1 della stagione britannica si correrà a Doncaster sabato pomeriggio con la disputa del Racing Post Trophy G1, tradizionalmente considerato un antipasto della stagione Classica in ottica Derby. Chi vince questa di solito va in cima all'antepost del Blue Ribbon. L'ultimo a realizzare il doppio è stato Camelot (Montjeu), vincitore anche delle 2000 Ghinee, manco a dirlo allenato da Aidan O'Brien il quale, alla ricerca ma non ossessiva del record di G1 vinti in stagione (25 di Bobby Frankel, lui è a quota 22 tra piano ed ostacoli), sguinzaglia un plotone di candidati numericamente quantificabili in 6. O'Brien, che ne ha vinti 7 di Racing Post Trophy, tra i 17 rimasti in generale ha ancora dentro Capri (Galileo) e Yucatan (Galileo), primo e secondo nelle Beresford G2 del Curragh, poi Finn McCool (Galileo), fratello di Kingfisher, Douglas Macarthur (Galileo), Sir John Lavery (Galileo) e The Anvil (Galileo). Vedremo alla fine con quanti correrà.
Tra gli altri ancora dentro Frankuus (Frankel), tipico "Johnston" corsaiolo vincitore del Prix de Conde G3 a Chantilly recentemente, poi il progressivo Sir Dancealot (Sir Preancelot) per David Elsworth, poi ancora Brutal (Pivotal), Salouen (Canford Cliffs), Rivet (Fastnet Rock), quinto delle Dewhurst G1, Century Dream (Cape Cross), Rodaini (Exchange Rate), Bay Of Poets (Lope De Vega), City Of Joy (Elusive City), Contrapposto (Cacique) e Raheen House (Sea The Stars). 
Altra notizia recente: L'Aga Khan ha annunciato di aver ritirato in razza Dariyan (Shamardal) per il 2017 all'Haras de Bonneval. Si tratta di un rappresentante di una delle famiglie più prolifiche di casa Aga Khan, di cui fa parte anche Almanzor, ed è prodotto della campionessa Daryakana (Selkirk), vincitrice di Vase G1. Dariyan in corsa ha vinto il Ganay G1 ed è piazzato nell'Ispahan G1.
Sempre in Francia oggi inizia la 4 giorni delle aste Arqana October Yearling Sale che hanno il ruolo di essere l'anti October di Tattersalls. In 4 giorni passeranno sotto il martello del banditore 609 puledri, con molti agenti italiani presenti in loco dunque si prevedono altri acquisti da parte dei nostri connazionali. Maggiori informazioni sul sito Arqana cliccando QUI.
Tornando in Inghilterra, notizia di qualche ora fa quella di Hugo Palmer che ha ufficializzato la continuazione della carriera anche a 4 anni di Galileo Gold (Paco Boy). Il portacolori Al Shaqab, vincitore Classico e duplice vincitore di G1, correrà anche nel 2017 molto probabilmente cominciando la stagione proprio a Meydan, con obiettivo Dubai Turf G1, e continuare per le Lockinge G1 di Maggio a Newbury. 
Per uno che rimane, una che invece va in razza. Si tratta della femmina Mecca's Angel (Dark Angel), considerata "Angel of the North", 5 anni, ritirata dalle competizioni da Michael Dods. La grigia, pagata solo £16,000 alle October di Tattersalls e sorella di Markaz (Dark Angel) da poco entrato in razza, ha guadagnato una cosa come £1 milione con uno score di 10 vittorie e 5 piazzamenti su 20 corse disputate per la gioia di David Metcalfe. Memorabile il doppio nelle Nunthorpe G1. Venduta privatamente, verrà coperta da Galileo.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui