STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 25 novembre 2018

Giappone: Almond Eye nella storia! Vince la Japan Cup a tempo di record, e guarda all'Arc 2019. Sfida ad Enable?

Cominciate a preparare i biglietti per Longchamp 2019, perchè l'Arc potrebbe essere ancora più spettacolare. La mina vagante, ma neanche tanto, arriva dal Giappone e non solo gli occhi a mandorla, ma anche il nome..a mandorla.
Almond Eye (Lord Kanaloa) ha inserito il suo nome nei libri di storia grazie ad una spettacolare performance nella Japan Cup G1 di Tokyo, sul miglio e mezzo, in una corsa da £6 milioni di £2 al primo, riuscendo nell'impresa di diventare la seconda femmina a completare il doppio con la Triple Crown al femminile dopo la campionessa Gentildonna, le cui gesta le abbiamo raccontate qualche anno fa.
Almond Eye, favorita sotto la pari prima della corsa, è una cavalla fortissima che nella stagione è rimasta imbattuta in 5 uscite. Nell'occasione, ha vinto come un favorito a quella quota deve fare. Il tutto di fronte ad una folla di 98,988 persone, sebbene in decremento del 9% dello scorso anno, con le scommesse, solo sulla corsa, di 20.5 miliardi di yen (circa $181.2 milioni), in un declino del 7%. Cioè loro in una corsa scommettono più del doppio dell'intero montepremi italiano delle corse al galoppo. In una corsa.
Rimasta in scia dei primi per tutto il percorso, è entrata in retta e Cristophe Patrice Lemaire, che l'aveva posizionata negli scarichi di Kiseki, l'ha solo chiamata a voce e questa ha sciorinato una retta in continua progressione, superando di slancio la rivale e andandosene per proprio conto, dimostrando grande superiorità completando il miglio e mezzo nel tempo record di 2m 20.60s. Al secondo è rimasto in quota Kiseki (Rulership) con al terzo Mirco Demuro a bordo di Suave Richard (Heart's Cry) e Cheval Grand (Heart's Cry), vincitore dello scorso anno, al quarto posto con Cristian Demuro a bordo. Da segnalare che Capri (Galileo) e Thundering Blue (Exchange Rate), sono giunti nelle retrovie dopo corsa alla retroguardia, senza mai guadagnare un metro. 
Almond Eye è una tre anni allenata da Sakae Kunieda per i colori della Silk Racing Co Ltd, figlia di Lord Kanaloa (King Kamehameha), stallone in assoluta ascesa, e di Fusaichi Pandora (Sunday Silence), campionessa e discendente della linea molto europea di Best In Show e Sex Appeal da cui provengono Blu Air Force, El Gran Senor, Try My Best, Xaar, Jazil, Rags to Riches, Redoute's Choice e tanti altri.
Ha debuttato finendo al secondo posto a Niigata lo scorso anno, ma è stata per ora l'unica sconfitta della carriera perchè poi ha inanellato 5 successi a seguire tra cui le Nikkan Sports Sho Shinzan Kinen G3, prima di cominciare con la prima lega della triple crown femminile l'8 Aprile nell'Oka Sho G1, il 20 Maggio con lo Yushun Himba G1, le Oaks, e poi lo Shuka Sho a Kyoto, ancora, a metà Ottobre prima di questa strepitosa vittoria che la catapulta direttamente in orbita mondiale, pensando all'Arc de Triomphe, magari contro Enable (Nathaniel) e Sea Of Class (Sea The Stars)...sai che sfida!!
IL VIDEO DELLA JAPAN CUP QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Intanto gustatevi una galleria di video e di sensazioni che si provano a vivere l'ippica in Giappone, le urla della folla, e come questi non attendino altro di entrare in ippodromo. Immagini di un altro mondo, letteralmente. Da segnalare in giornata a Tokyo una vittoria a testa per Mirco Demuro (che ne aveva vinta una anche sabato) e per Cristian Demuro.





Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui