STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 28 novembre 2018

Mondo del Turf: Walgeist verso il Vase, Almond Eye verso Dubai. Nel 2019 chiusura per Maisons-Laffitte

Qualche notizia arriva dall'estero in questo frangente di stagione, soprattutto in ottica orientale con chiave di lettura anche italiana.
La news è sponsorizzata dalla RideTech, la nuova azienda che sta investendo in materiali rivoluzionari a favore dell'ippica.
In particolare sono già in vendita delle nuove cinghie ultraleggere e super resistenti, sia per lavoro della mattina o per i fantini che montano in corsa.
Informazioni cliccando sul sito: https://www.ride-tech.it/ o visitando la pagina Facebook: https://www.facebook.com/RIDE-TECH-418683488621641/
  • La prima notizia riguarda Hong Kong e le International Races del 9 Dicembre prossimo venturo. In programma, lo ricordiamo, ci sono Hong Kong Cup sui 2000 metri, il Vase G1 sui 2400, poi lo Sprint ed il Mile con distanze tra i 1200 ed i 1600 metri. Chiaramente, come al solito, grande contingente europeo. I primi a salpare verso l'ex colonia britannica sono Waldgeist (Galileo), quarto di Arc de Triomphe G1, ed Ezyra (Teofilo) che sono già arrivati sul posto per partecipare al Vase che metterà in palio HK$20. Per Fabre, che in Francia si accinge a vincere per la 29° volta il titolo di Champion Trainer, ha già vinto il Vase nel 1999 con Borgia e nel 2014 con Flintshire. Altri stanno arrivando, e ve ne daremo menzione appena verranno confermati. Comunque tanti fantini di pregio in loco per le corse più importanti del luogo.
  • A proposito di Hong Kong diamo conto che procede velocemente il recupero di Alberto Sanna dalla terribile caduta in bicicletta che sembrava potesse compromettergli la stagione. A distanza di un mese ha cominciato ad andare la mattina e così proseguirà fino a che non avrà il completo via libera da parte dei medici. Più che dimezzati dunque i tempi di recupero, grazie alla tempra del fantino italiano. Ecco il commento social.
  • In Francia, alla categoria italians, seconda vittoria consecutiva, la terza nelle ultime 4 corse, per Amade in condizionata a Deauville sui 3400 metri della sable fibrè. Per Alessandro e Giuseppe Botti era la 37° vittoria della stagione. 
  • Rimanendo in Francia, è stato appena reso nota la dismissione imminente di uno degli impianti più tipici, come quello di Maisons-Laffitte che a fine 2019 terminerà l'attività e non ospiterà più le corse. Fondato nel 1878, l'ippodromo è famoso per il tracciato in pista dritta fino a 2000 metri e per i trials classici come il Prix Djebel e Prix Imprudence. Qui si corrono anche il Papin ed il Criterium de Maisons-Laffitte, campo di caccia molto spesso dei nostri alfieri italiani. La chiusura sarà parte di un progetto di riqualificazione della zona e del centro di allenamento. Un vero peccato.
  • Una notizia arriva dal Giappone, da dove è stato reso noto il programma della campionessa Almond Eye (Lord Kanaloa), vincitrice della Japan Cup G1 completando la sesta vittoria consecutiva in 7 uscite. Si parlava di Arc de Triomphe, vera ossessione dei giapponesi che sono riusciti arrivare al massimo secondi in 3 occasioni con El Condor Pasa, Nakayama Festa e tragicamente con Orfevre, che prima di venire in Francia proverà a Meydan, dopo stop opportuno, nello Sheema Classic per il quale è favoritissima. Qui sotto, come vedono i giapponesi una sfida tra Almond Eye, Enable e Winx.....

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui