STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 11 aprile 2016

America: #Songbird continua da imbattuta nelle Santa Anita Oaks, obiettivo Kentucky Oaks del 6 Maggio. Gli altri 3 anni USA.

In America sabato si sono disputate delle corse molto interessanti. In particolare a Santa Anita si sono corse le Santa Anita Oaks G1 (VIDEO QUI) nelle quali il risultato è stato tutt'altro che sorprendente con la favolosa Songbird (Medaglia D'Oro) che ha mantenuto l'imbattibilità in 7 uscite vincendo anche su un terreno definito "sloppy", quasi fangoso. La figlia di Medaglia D'Oro allenata da Jerry Hollendorfer con Mike Smith in sella, ha allungato poco prima dell'ingresso in dirittura ed ha fatto un canter finendo in mano con 3 lunghezze e mezzo di vantaggio. Prossimo obiettivo sono le Kentucky Oaks del 6 Maggio prossimo. Si tratta della miglior femmina di 3 anni in America. 
Tra le pretendenti a quel risultato ci sarà anche Weep No More (Mineshaft) che sempre sabato ma a Keeneland ha fatto la sorpresa nelle Ashland Stakes G1 (VIDEO QUI) con una chiusa migliore delle altri a 30/1 ha preso lo scalpo della titolata di G1 Rachel's Valentina (Bernardini) e della ex imbattuta Cathryn Sophia (Street Boss), tenute a bada per un collo ed un collo. La vincitrice è allenata da Rusty Arnold ed era montata Corey Lanerie.
Tornando a Santa Anita, e parlando di maschi, nel Santa Anita Derby G1 (VIDEO QUI) è stato visto in maniera esagerata da Exxagerator (Curlin) per Keith Desormeaux con Kent Desormeaux a bordo, che si è catapultato nello schema del Kentucky Derby vincendo per 6 lunghezze e mezza sul difficile terreno di Santa Anita. Il figlio di Curlin è al momento il secondo cavallo favorito per il Derby alle spalle di Nyquist (Uncle Mo), ed ha battuto il Bob Baffert Mor Spirit (Eskendereya), favorito prima della corsa. Exxagerator le ha buscate già due volte da Nyquist in carriera, la prima nella Breeders G1 quando arrivò quarto, mentre ha limato un pò il gap nelle San Vicente Stakes G2 di Febbraio, quando gli è arrivato ad una lunghezza e mezza. Ma allungando il metraggio, è migliorato. Può battere Nyquist? Il 7 Maggio lo sapremo. Sicuramente è uno a cui piace rotolarsi nel fango. 
A Keeneland un altro trial per il Derby sono state le Blue Grass Stakes G1 (VIDEO QUI) nelle quali la forma di Nyquist è stata ancora evidente. La prova numerosa è stata vinta da Brody's Cause (Giant's Cuaseway) per Dale Romans con Luis Saez in sella, registrando il suo secondo G1 in carriera dopo le Breeders' Futurity G1 di qualche mese fa dove mise sotto proprio Exxagerator. Successivamente ha corso la Breeders arrivando terzo dietro a Nyquist nella Breeders' Cup G1. Delusione per il favorito Zulu (Bernardini) arrivato 12°.
Ad Aqueduct si è corso il Wood Memorial G1 (VIDEO QUI) sempre per 3 anni dove un altro contender per il Derby di Sheikh Hamdan si è inabissato dopo la disfatta di Mohaymen della settimana precedente nel Florida Derby G1. Stavolta ad eclissarsi è stato l'atteso Shagaf (Bernardini) il quale ha mostrato i suoi limiti non piazzandosi in una corsa vinta da Outwork (Uncle Mo) per Todd Pletcher con John Velazquez in sella. 
Tornando per un attimo a Keeneland, tra gli anziani delle Shakertown Stakes G2 in erba (VIDEO QUI), è tornato all'opera il vincitore delle Diamond Jubilee Stakes G1 Undrafted (Purim), il quale ha risolto la volata sui 1100 per Wesley A Ward con Joe Bravo in sella. Il castrone di 6 anni era al rientro dal quinto posto di Keeneland nella Breeders Cup Sprint. Per lui è previsto un altro salto in Europa, probabilmente proprio al Royal Ascot.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui