STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 14 aprile 2016

Newmarket, Craven Meeting day 2: #Mahsoob vince le Earl Of Sefton al rientro, da cavallo miglioratissimo. Oggi c'è Foundation

Il miglior evento della giornata di mercoledì, sulla carta, sono state le Earl of Sefton Stakes G3 (VIDEO QUI) le quali sono state vinte da Mahsoob (Dansili) al rientro dopo una corsa abbastanza guardinga e dopo aver seguito da lontano le mosse di Air Pilot (Zamindar), passandolo in scioltezza ed in progressione mentre la lotta per la terza posizione è stata poi vinta da Tullius (Le Vie Dei Colori) apparso un pò appannato nel periodo. Il cavallo allenato da John Gosden, portacolori di Hamdan Al Maktoum che ha realizzato un doppio in giornata, è un 5 anni di tempra buona già vincitore di 5 corse in carriera in 7 uscite dopo 4 vittorie consecutive dal debutto, tra cui il Wolferton Handicap Lr al Royal Ascot, è poi incappato in 2 np consecutivi nelle Princess of Wales’s Stakes G2 e nelle Strensall Stakes G3. Tornato all'opera dopo qualche mese, ha fatto capire di poter puntare in alto nella stagione sulla distanza dei 2000 metri.
Ancora i colori Shadwell nel Free Handicap Lr (VIDEO QUI), una sorta di Premio Optional per fare un paragone all'italiana dove una volta si correva con i pesi della carriera dei 2 anni, e talvolta capitava il cavallo scappato. Ora si corre anche in inverno, non c'è più questa tendenza, resta comunque una corsa con il suo fascino ma meno imprevedibile. L'edizione 2016 è stata vinta da Ibn Malik (Raven's Pass), cavallo normale che ha corso decorosamente alla prima uscita senza orpelli riproduttivi che evidentemente gli davano fastidio, perchè è stato molto convincente nel disporre di Scrutineer (Intense Focus) e della femmina Great Page (Roderic O’Connor). Vincitore in maiden a Giugno scorso, il cavallo allenato da Charlie Hills ha corso poi sempre a livello di Gruppo piazzandosi nelle Vintage Stakes G2 e nelle Champagne Stakes G3, prima di finire la stagione con un terzo nelle Autumn Stakes,
Nel resto del convegno troppo più forte Gifted Master (Kodiac) per Hugo Palmer nelle Tattersalls Millions 3-Y-O Sprint, che davano un bonus di £100,000, vinte senza troppo patire per un cavallo comunque progressivo e capace di vincere anche a livello di Pattern. Il veloce figlio di Kodiac ha fatto i 1200 in 1m 13.21s (slow by 3.21s) nelle mani di Pat Smullen, un tempo poco indicativo ma gli obiettivi saranno più in la nella stagione. Intanto era pronto a prendere ste centomila sterle correndo contro me e te. IL VIDEO QUI.
Ma il cavallo buono veramente potremmo averlo visto all'opera ad inizio convegno. Si chiama Sky Kingdom (Montjeu), è uno degli ultimi figli di Montjeu (Sadler's Wells) in circolazione, ed ha vinto da lontano e con superiorità le Wood Ditton Stakes sul miglio, una sorta di Gardenghi o Donatello inglese, che lancia sempre buoni cavalli al debutto. Da questa corsa sono passati negli ultimi anni Harbinger (Dansili), che fu secondo, e Mukhadram. Sky Kingdom (Montjeu), allenato da Willy Haggas e montato da Pat Smullen, ha seguito il gruppo andandosene poi per proprio conto nell'ultimo furlong. Non sappiamo se diventerà un cavallo da G1, forse no per ora, ma sicuramente ha affascinato nel suo modo di correre. Sky Kingdom è il primo foal della fattrice We Can Say It Now (Starcraft), campionessa in Nuova Zelanda con due G1 vinti. IL VIDEO QUI.
Oggi in programma le Craven Stakes con in pista il favoritissimo Foundation (Zoffany) al rientro dall'incredibile e contestatissimo terzo posto nel Racing Post Trophy G1. Se non ricordate cosa successe, vi rinfreschiamo la memoria...cliccando QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui