STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 15 aprile 2016

Craven Meeting, day 3: Stormy Antartic impressiona nelle Craven Stakes, ancora battuto Foundation.

Tuoni e fulmini, a farne le spese ancora una volta un Foundation (Zoffany) che ha mandato al fosso tantissimi scommettitori. Ma stavolta non c'entra nulla Frankie o qualche varco precluso, stavolta ci ha pensato uno che sul pesante ci va a nozze e si è presentato ai 200 come in dragster in impennata. Il suo nome è Stormy Antartic (Stormy Atlantic) il quale ha riportato le Craven Stakes G3 (VIDEO QUI) con stile impeccabile per il training di Ed Walker e la monta di Giorgio Baker. Stormy, prima alternativa al favorito, ha seguito proprio Foundation lungo il Rowley Mile e poi lo ha surclassato con ampie folate mentre il favorito arrancando cercava di guadagnare il secondo posto, dando l'appuntamento alle 2000 Ghinee su tracciato e distanza. Il cavallo di P K Siu a 2 anni ha vinto la sua maiden, la sua condizionata e poi era andato in Francia a cercare di pizzicare un G1 sfuggito per mano di Johannes Vermeer (Galileo) nel Criterium International G1. Allevato dalla East Bloodstock Ltd, fu acquistato da foal per 68,000gns e poi presentato da Sackville Donald proprio qui lo scorso anno alle Craven Breeze-Up Sale per 200,000gns. C'è da capire, ed è una cosa che si chiede anche il suo allenatore, se saprà replicare le gesta anche su terreno scorrevole. Il tempo di ieri è di gran lunga al di sotto dello standard (1m 44.01s (slow by 9.01s)) ma l'impressione è stata devastante.
Nel resto del pomeriggio abbiamo visto comunque esultare Frankie Dettori che ha vinto per Charles Hills le Abernant Stakes G3 (VIDEO QUI) in sella a Magical Memory (Zebedee). Il 4 anni grigio, un castrone, si è dimostrato progressivo vincendo lo scorso anno a livello di buon handicap a Newmarket durante il July Meeting, prima di vincere la Steward’s Cup a Goodwood. Ha finito la stagione arrivando terzo nella Sprint Cup G1 di Haydock Park ed ora è destinato ai grossi appuntamenti sullo sprint. Prossima tappa le Duke of York G2, ma poi è possibile Honk Kong come il Royal Ascot. 
Nel Trophy di Tattersalls (VIDEO QUI) che metteva in palio £200,000, a vincere è stato il tre anni Linguistic (Lope De Vega), allenato da John Gosden per Godolphin che lo acquistò per £1.3 milioni alle Tattersalls Millions, Il figlio di Lope De Vega, dopo un paio di secondi posti dal debutto, era alla prima affermazione in carriera ed è uno dei candidati alle Dante Stakes G2 di York in ottica Derby. 
Tra i 2 anni, da registrare la vittoria del primo figlio di Dragon Pulse (Kyllachy). Lei si chiama Fiery Character ed ha vinto una maiden a 33/1 con Richard Kingscote in sella per Tom Dascombe. VIDEO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui