STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 21 aprile 2016

Goffs Uk Doncaster 2yo Breeze-Up Sale 2016: Due top price da £170,000 sono figli di Kodiac, movimento di £3,542,750 (-29%). Nove acquisti per Gianluca Di Castelnuovo della New Racing Factory.

La prima edizione delle Doncaster breeze-up sale sotto il nome di Goffs UK, ha avuto un impatto buono nonostante tutte le aree chiave siano in calo, frutto della presenza di meno cavalli rispetto allo scorso anno. Insomma, a guadagnarci sono stati i compratori, meno i venditori. In catalogo c'erano 168 cavalli rispetto ai 182 dell'anno precedente, con 149 offerti di cui venduti 108 (rispetto ai 132 del 2015) con un movimento di £3,542,750 (-29%) con la media a £32,803 (-14%) ed il mediano a £22,000 (-27%). 
Curiosamente i top price sono stati due e figli dello stesso stallone. Cronologicamente parliamo del Lot 45, un maschio da 45 Kodiac (Danehill) ed Esuvia (Whipper), presentato dal Bansha House di Con Marnane ed acquistato da Peter Swann, chairman dello Scunthorpe United, che corre per i colori del Cool Silk Partnership, che ha staccato un assegno da £170,000. Si tratta di un buon profit in quanto da yearling il figlio di Kodiac era stato acquistato per £40,000 alle Doncaster Premier Yearlings Sale di fine Agosto. Andrà in training da Robert Cowell, un vate del training nello sprint. Il secondo Kodiac acquistato per la stessa cifra è stato il Lot 55, un altro maschio dello stallone ricercatissimo, prodotto della fattrice Good Clodora (Red Clubs), presentato dal Tally Ho Stud ed acquistato per £170,000 da Richard Brown della Blandford Bloodstock. Andrà in training da John Gosden. Questo passava per la prima volta in asta pubblica, dopo esser cresciuto sui prati irlandesi del Tally Ho.
Kevin Ryan e Stephen Hillen hanno fatto sentire la loro presenza acquistando due dei 10 prezzi più alti dell'asta. Quello per cui hanno speso di più è stato il Lot 139, un Mizzen Mast (Cozzene) offerto dalla Lynn Lodge Stud per il quale sono stati spese £155,000. Prodotto della fattrice Sharp Apple (Diesis), ed è stato acquistato per conto di Angie Bailey e Pete Tingey. Si tratta di un cavallo più adatto al miglio, più che alla velocità. Poi c'è stato un bello scambio tra Alex Elliott e David O'Meara in lotta per acquistare una femmina da Sidney's Candy (Candy Ride), stallone che funziona alla WinStar Farm in Kentucky per $10,000, acquistata dal "rossino" per £150,000. Alex Elliott si era comunque preso la sua soddisfazione acquistando quale Lot prima per un figlio di Showcasing (Oasis Dream), proveniente dal draft della Mocklershill e che andrà al "rookie" della stagione George Scott, ora indipendente dopo aver fatto da assistente a Lady Cecil, acquistato per £140,000. 
Altro aspetto interessante è quello che riguarda i figli degli stalloni alla prima annata di produzione in pista. Un figlio del champion miler Rio De La Plata (Rahy), della famiglia femminile della campionessa Zarkava, è stato acquistato dalal Blandford Bloodstock per £68,000. Richard Brown ha dichiarato che andrà in training da David Simcock, era stato acquistato da Stroud Coleman Bloodstock per €40,000 alle Osarus Yearling September Sale. 
Ed ora gli italiani. Inspiegabilmente i nostri connazionali qui vengono poco nonostante la qualità enorme in catalogo. A far la parte del leone ci ha pensato Gianluca Di Castelnuovo (nella foto a sinistra, courtesy galoppoecharme.it) della New Racing Factory il quale, a suon di successi, sta incrementando il proprio parco clienti asta dopo asta. A Doncaster è uno di casa, dunque ha completato 5 acquisti a nome suo e 4 per conto terzi, spendendo complessivamente £102,000 (£44,000+£33,000+£25,000). Ha speso £6,500 per una femmina da Fast Company (Danehill Dancer), £7,500 invece per un grigio da Clodovil (Danehill), £8,500 per un Kyllachy (Pivotal), £10,000 per una femmina da Requinto (Dansili) e £11,500 per un maschio da Kyllachy (Pivotal). Questi andranno tra Sicilia e Lombardia.
Per la scuderia Giu e Gio, e dunque cavalli che andranno da Giuseppe Di Chio a Roma, ha acquistato un maschio da Mastercraftsman (Danehill Dancer) per £8,000, una femmina da Born To Sea (Invincible Spirit) per £10,000, ed una femmina da Kodiac (Danehill) per £15,000. Il top price personale l'ha toccato con £25,000 spesi per conto della Scuderia La Clementina per il Lot 167, un maschio da Foxwedge (Fastnet Rock). 
Tra gli italiani c'era anche Giovanna Trevisan che ha speso £11,500 per un maschio sauro da Dragon Pulse (Kyllachy) presentato dal Sherbourne Lodge. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui