STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 7 maggio 2015

Capannelle, meno 10 al 132^ Derby Italiano G2 di galoppo. Arrivano le prime conferme e le prime rinunce, ecco le news..

Mancano poco più di 10 giorni alla disputa del 132^ Derby Italiano G2 del galoppo e cominciano arrivare le prime conferme e le prime rinunce, anche forzate, alla corsa che più di tutte elegge il miglior 3 anni di un paese. Diciamo subito che anticipiamo un pò i temi ma la domenica che ci apprestiamo a vivere, quella del 10 Maggio, è molto interessante e condita da un Dubai Day attesissimo con il quale si rinnova la collaborazione con l'ippodromo delle Capannelle. Domenica 17 Maggio, invece, ci sarà il Derby! Al penultimo forfait, ne manca ancora uno e ci sarà lunedì, sono 34 i rimasti e la cosa fastidiosa riguarda Dermot Weld che ha tolto tutti i suoi, dunque all'appello degli esteri rimangono coinvolti 2 tedeschi, un francese e poi tutta una serie di cavalli che sono di training e di proprietà italiana, ma allenati in Francia. Oltre alla rinuncia dei cavalli va menzionata quella forzata di Lanfranco Dettori per il quale era stata richiesta la partecipazione e la presenza attiva ma, a causa di un appiedamento di 2 giorni proprio in prossimità del 17 Maggio, non potrà partecipare e resterà a piedi. Sarebbe carino se qualcuno riuscisse ad organizzare lo stesso una trasferta a Roma come ospite d'eccezione... lanciamo un appello, vediamo se sarà raccolto...
Comunque, alla resa dei conti, un cavallo tedesco ha già annunciato il suo arrivo. Si chiama Graasten (Sholokhov), di proprietà del Gestüt Ebbesloh (giubba grigia e banda trasversale verde, bianca e nera), ed è allenato da Peter Schiergen. Ha vinto 2 corse su 3, una al rientro a Krefeld sui 2000 metri del Rennen um den SWK Fernwärmepreis (VIDEO CORSA QUI). Si tratta di un homebred dell'Ebbesloh, mezzo fratello del campione Girolamo (Dai Jin) che fu terzo nel Derby Tedesco ma vincitore di G1 a 3 anni....per le altre news, continua a leggere più sotto...
Un'altra sorella è quella Goose Bay (Groom Dancer) che nel 2008 vinse le Oaks Italiane G2. Graasten è al momento a 25/1 nell'antepost del Derby tedesco del 5 Luglio ad Amburgo. L'altro tedesco rimasto è Summer Paradise (Authorized), allenato da Jens Hirschberger per i colori del Gestüt Karlshof, che ha vinto al rientro a Francoforte una maiden sui 2150 metri. Grazie alla New Racing Factory abbiamo la conferma che scenderà a Roma anche lui. Dunque 2 tedeschi ed un francese come stranieri "veri" del Derby italiano.
Per quanto riguarda il resto, ecco i 34 rimasti con in neretto la probabile partecipazione e la novità relativa che li riguarda. Crediamo che alla fine parteciperanno una ventina di cavalli. Facciamo la conta...ce ne risultano 23 almeno, ma qualcuno rinuncerà sicuramente.
APPUNTO (confermatissimo), AZARI (confermato), CIRCUS COUTURE (ci sarà a meno che la Effevi non compri in extremis un altro cavallo), CONQUISTADORKITTEN (Mr Ramsey non vuole venire più in Italia a correre, aspetta ancora i premi 2012), DREAM IN JAPAN, EL DURAZNO, ENVILLE, FIRUN (correrà, eccome, per sfatare il tabu Falbrav), GENERAL SHERMAN (dopo il Parioli lento, cerca consacrazione opportunamente nel Derby), GOLDSTREAM (ci sarà, forse con i nuovi colori....), GRAASTEN (dalla Germania lo annunciano al via a Roma), GREG PASS (confermato), HERMINIO (italiano di Marco Bozzi in Francia, che ha perso l'ultima volta da Montalbano a Marsiglia), HIGH EXPLOSIVE (correrà), INVISIBLE GUN, KLOUD GATE (dentro anche lui), MISTY LOVE (Aleali di Francia, non crediamo venga), MONTALBANO (francese di Cristophe Ferland, ha appena battuto Herminio, potrebbe venire), MR DAKI, ORA DEI DESIDERI (battistrada..?), PANTHER CAT (correrà), PRIVATE DANCER, RAKESH, ROCCIA D'ORO (confermato, con la nuova giubba famiglia Aleali a strisce orizzontali verdi e bianche, stile Celtic), SOPRAN ACHILLE, SOUND OF FREEDOM (la Effevi ha molta carne al fuoco, forse anche la femmina..), SPIRIDON LOUIS, SUMMER PARADISE (conferma arrivata giovedì), TAMIL NADU, TIME CHANT (confermatissimo), TOURMALET, WAALEEF (ok), WINKLEMANN (come nel Parioli, affiancherà General Sherman), YUCATAN (dopo un problema ha recuperato molto, ci sarà), (34)

21 commenti:

  1. nuovi colori Goldstream ma quali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per motivi di sicurezza e privacy, appena sarà ufficiale lo scriverò... Più che altro perché è legato ad una doppia operazione..

      Elimina
  2. ok capisco italiano? questo si potrà dire

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Così parrebbe, ma attendiamo riscontri ufficiali...... Ripeto sarebbero più operazioni legate, quindi non voglio anticipare qualcosa che non accadrà... È un effetto domino.

      Elimina
  4. Al 95% Effevi, tutto in famiglia....

    RispondiElimina
  5. Al 95% Effevi, tutto in famiglia....

    RispondiElimina
  6. Quindi fatemi capire bene nel caso Goldstream fosse acquistato dalla Effevi al Derby potremmo avere una probabile coppia di scuderia Sound of Freedom-Goldstream? se non una tripla scuderia con Ora dei Desideri? E chi li batte questi??? Quindi anche gioco delle monte tutto da definire.. Non più Demuro C. sopra Goldstream ma Branca???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, potrebbe essere a 3 punte se non 4 con Circus Couture. Fabio Branca sceglierebbe quello migliore o forse la femmina che conosce, Cristian Demuro ipotizzo ancora Golstream...ma in ballo c'è anche Dario Vargiu che ora è freelance ed ufficialmente la seconda monta, quindi anche prima di Demurino verrebbe... vediamo cosa succede con Roccia D'Oro e con Time Chant..

      Elimina
  7. Cosa cambia Goldstream è un cavallo del velino, se lo compra effevi o meno…il problema è che non c'e' concorrenza .
    La effevi spende gli altri no, vanno a comprare un cavallino in inghilterra da 10 15 mila e vogliono correre il derby…oppure vincono una corsetta di secondo piano in francia e vai …al Derby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cambia poco in effetti, è solo per dire che chi può comprare sono solo loro in Italia e comprano il meglio possibile. C'è un filo logico, compra i migliori cavalli, ha il migliore allenatore, nelle migliori strutture, con il migliore fantino. Se non vincono loro.... chiaro che si è creata una situazione particolare in Italia. Loro avevano vinto tanto che negli ultimi anni e per questo hanno continuato ad investire gli stessi soldi nel settore che tornano, in qualche modo, anche sottoforma di vendite. Quello che voglio dire è che Effevi non ha dovuto iniettare nuovi capitali per portare avanti la scuderia, altri che hanno dovuto farlo ad un certo punto o non hanno avuto la forza oppure non sono riusciti per motivi anche fiscali, vista la morsa sempre più stretta. La nuova ippica, se viuole ripartire, è incentivare nuovi proprietari chessò, con le agevolazioni iva per esempio. Altrimenti è un circo che non si chiude mai. L'unica possibilità èè che Effevi faccia un passo in avanti e si confronti con l'estero e basta correndo solo ogni tanto in Italia.. così la competizione è impietosamente a favore loro..per meriti eh, non certo perchè non spendono. Ma il problema è appunto che gli altri non spendono...

      Elimina
  8. I Botti hanno tutto strutture, allevamento di qualità proprietari, se lo sono costruito.
    Per quanto riguarda l'allenatore esistono tanti altri ottimi allenatori che con poco materiale hanno fatto numeri e dimostrato talento ma nessuno gli da i cavalli…i proprietari o non si fidano, o non ci sono, e quindi non crescono…
    Sostanzialmente i giovani hanno pochissime possibilità infatti smettono perché il sistema non cresce e non permette a nessuno di sfondare tranne ai soliti. E dopo il ridimensionamento di Grizzetti sappiamo già chi vince prima di correre. Io penso che mediamente la gente sia sfiduciata dall'ippica e non voglia investire perchè tutto dice di non farlo, e non abbiamo le persone culturalmente preparate per portare avanti un discorso di rinascita .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, èè chiaro. Manca fiducia, ma non vorrei che pensaste io sia convinto non ci siano allenatori buoni in Italia. Anzi, al contrario, molti fanno piccoli miracoli quotidiani. Gli altri come dici tu forse non si fidano e vanno sul sicuro. Sarebbe un discorso lunghissimo da affrontare, molte tematiche e sfumature, ma sta di fatto che al momento è stagnante l'ippica italiana in questo senso..

      Elimina
  9. Certo, èè chiaro. Manca fiducia, ma non vorrei che pensaste io sia convinto non ci siano allenatori buoni in Italia. Anzi, al contrario, molti fanno piccoli miracoli quotidiani. Gli altri come dici tu forse non si fidano e vanno sul sicuro. Sarebbe un discorso lunghissimo da affrontare, molte tematiche e sfumature, ma sta di fatto che al momento è stagnante l'ippica italiana in questo senso..

    RispondiElimina
  10. La famiglia Botti e' competente, organizzata e vincente. Questo è un dato assodato, ma quanti cavalli hanno in allenamento in Italia? Quante volte provano il confronto in corse estere? Quale ippica può essere interessante se un allenatore ha i cavalli più forti e quasi sempre i favoriti nelle corse? La storia insegna che ogni monopolio è dannoso, non produce vantaggi al mercato e distruggendo la concorrenza perde competitività. Abbiamo bisogno di un "rinascimento" dell'ippica italiana e l'unica soluzione è privatizzarla. Competenze, nuovi capitali freschi e programmazione. Non posso pensare che tutti gli allenatori italiani siano degli incompetenti ad esclusione della famiglia Botti. Non è cosi ed i proprietari se ne accorgeranno presto. Non avere concorrenza distrugge la competizione delle corse e fa perdere il calore dei cavalli. Dopo il Derby ci saranno cambiamenti ne sono convinto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il loro confronto con l'estero è un cruccio di tutti gli appassionati. Il Rinascimento è fondamentale, privatizzarla potrebbe essere una soluzione ma anche un arma a doppio taglio. Se solo lo "stato" capisse che tipo di risorsa potrebbe rappresentare per loro, o tornare a rappresentare, sono certo non la mollerebbero così facilmente. Non voglio sia considerata elemosima, ma l'ippica deve tornare a produrre profitti per ripartire. Per oliare il meccanismo si deve ripartire gratificando proprietari e scommettitori, a mio avviso due colonne portanti dell'ippica nel nuovo millennio. A cascata ne beneficerebbero tutti.

      Elimina
  11. Gabriele quando sapremo le cose definitive del derby? intendo questa trattativa effevi per goldstream ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena riterranno opportuno ufficializzare, secondo me aspettano l'Incisa di Joyful Hope. Intanto posso preannunciarvi che Dario Vargiu ha deciso proprio stamani chi monterà nel Derby.......

      Elimina
  12. CIOè?????? Non tenerci sulle spine.....

    RispondiElimina
  13. CIOè?????? Non tenerci sulle spine.....

    RispondiElimina

Commenta qui