STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 16 giugno 2016

Royal Ascot, day 3: Order Of St George domina la Gold Cup per Padre Aidan! Even Song, Hawkbill e Prince Of Lir i nomi caldi del Ladies Day

50 e 51. Aidan O'Brien al settimo cielo, 7 come le vittorie nella Gold Cup G1, in omaggio ai 90 anni della Regina Elisabetta nel Ladies Day, e la vittorie numero 50 e 51 al Royal Meeting. Possiamo raccontarlo con i numeri, che sono sempre certezze cubiche ed inespugnabili. Padre Aidan ha vinto 2 corse e 2 l'ha vinte Ryan, cominciando nel pomeriggio con Even Song (Mastercraftsman), cavalla stragiocata sin dalla mattina, che ha vinto in maniera abbastanza chiara le Ribblesdale G2 sui 2400 metri, nei confronti di Ajman Princess (Teofilo) e The Black Princess (iffraaj). Malino Architecture (Zoffany), la cavalla allevata da Massimo Passamonti, seconda in una edizione delle Oaks G1 che si è confermata molto debole. A parte Minding, ovviamente. Architecture è apparsa opaca a 13 giorni dalla Classica, e su terreno colloso. Ora che è entrata in forma, l'obiettivo di Even (dotata di gran cambio di marcia), saranno le Irish Oaks G1 del 16 Luglio. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO DELLE RIBBLESDALE QUI.
La perla delle perle padre Aidan per il Coolmore lo ha realizzato nella Gold Cup (e nessuno come lui produce vincitori di Gold Cup) grazie ad Order Of St George (Galileo) che aveva puntato questa corsa da lontanissimo, dichiarandolo in Gennaio questo obiettivo, annunciandolo ai suoi proprietari Larry Williams, Michael Tabor, Susan Magnier e Derrick Smith. Ryan Moore ci ha messo del suo, rischiando sulla fuga di Mille Et Mille (Muhtathir) di rimanere troppo dietro. Ma a 200 dal palo, il grande scatto dopo 3800 metri di corsa, per tenere lontano tutti gli attacchi di Mizzou (Galileo), per Luca Cumani con Andrea Atzeni, ed al terzo Sheikhzayedroad (Dubawi). IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO DELLA GOLD CUP QUI.
Nelle Tercentenary Stakes G3 per 3 anni sui 2000 metri, ancora un sigillo Godolphin (anzi, un 1-2), la quarta vittoria per il gruppo in blues nel Royal Ascot 2016. A vincere è stato Hawkbill (Kitten's Joy) per Charlie Appleby e la monta di William Buick. Al secondo è arrivato un marciatissimo Prize Money (Authorized) ed al terzo, dall'esterno, un cugino di Zenyatta che si chiama Long Island Sound (War Front) ma è di proprietà Coolmore, ed ha conosciuto sconfitta dopo 3 vittorie consecutive. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO DELLE TERCENTENARY QUI.
Subito una sorpresa ad Ascot, nelle Norfolk Stakes G2. Nella prova sui 1000 metri a vincere è stato Prince Of Lir (Kodiac) il quale per Robert Cowell e con in sella Luke Morris, ad un certo punto si pensava non si potesse piazzare. Invece sotto il pungolo di The Last Lion (Choisir) e Silver Line (Dark Angel) è ripartito di slancio. Tutti a guardare le linee di Global Applause (ancora Ed Dunlop a picco con un favorito), ed invece a farsi valere è stato "Rocket" inglese titolare di una linea di una maiden di Beverley del 28 Maggio scorso dove il figlio di Kodiac (Danehill) battè al debutto proprio The Last Lion, quando questo era alla terza uscita stagionale. Bene il Godolphin, partito male ma autore di un buon cambio di marcia. Il vincitore veste la casacca bianca del The Cool Silk Partnership, era a 9/1, è prodotto della fattrice Esuvia (Whipper) ed è stato pagato £170,000 alle Goffs Uk Breeze Up Sales. Primo vincitore al Royal Ascot per Luca Morris, il terzo per Roberto Cowell, ma il primo con un puledro. Prince ha galoppato 1000 metri in

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui