STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 18 giugno 2016

Royal Ascot, day 5: #Dartmouth regalo di compleanno per la Regina nelle Hardwicke Stakes. Twilight Son all'ultimo tuffo nelle Diamond Jubilee Stakes, 9 vittorie nel meeting per Ryan Moore.

Toby Melville/Reuters
Come accadeva quando eri ragazzo e ti riprendevi il tempo proprio l'ultimo giorno di vacanza, s'è svegliato Ryan. Non che dormisse prima, tanto che ha concluso il meeting con il maggior numero di vittorie, ma il fantino classe 83, indiscutibilmente il migliore al mondo, nel periodo è parso comunque meno lucido del solito, un pò più svagato, e non fatichiamo a dire che un bel paio di corse ce le ha eccome sulla coscienza. Sarà che ci aspettiamo sempre tanto da uno come lui. Nell'ultima giornata ha però sbagliato poco, vincendone tre e superando master Frankie nel meeting, ottenendo 6 vittorie in generale nella cinque giorni. Compreso il G1 di giornata, le Diamond Jubilee Stakes G1, in sella a Twilight Son (Kyllachy) montato alla perfezione per la gioia di Henry Candy. Twilight è un velocista con i fiocchi ed ha avuto un esaltante 2015, aveva sbagliato solo alle spalle di Muhaarar, ma nel 2016 dopo un rientro soft a York si è ripreso con gli interessi la copertina ad Ascot vincendo e tenendo alle spalle Gold-Fun (Le Vie Dei Colori), con l'Hongkongese forse troppo rinunciatario ma comunque positivo in un segmento a lui quasi sconosciuto ed avrebbe meritato di più con 100 metri in più. C'è stato un finale intenso, however, nella corsa del Giubileo dei 60 anni al trono della regina, con il francese Signs Of Blessing (Invincibile Spirit) a 25/1 che ad un certo punto sembrava irraggiungibile. Nella foto ci si è messo anche Magical Memory (Zebedee) ma sul palo è finito solo quarto. Henry Candy non vinceva al Royal Ascot dal 1979. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUIPer il resto...
abbiamo visto un gran cavallo con del potenziale enorme nelle Chesham Stakes Lr sui 7f: Churchill (Galileo e la velocissima Meow, seconda di Queen Mary nel suo anno), sbombardato fino all'8/11, ha vinto di mezza lunghezza, pur scartando, per il Coolmore, Aidan O'Brien in cabina di regia, nei confronti di Isomer (Cape Blanco) che ha tenuto al terzo l'atteso Cunco (Frankel), ribaltando la linea del debutto, il quale ha corso comunque alla grande. Grazie a questa vittoria Churchill è stato inserito nell'antepost delle 2000 Ghinee con un ruolo primario, a ben vedere. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Ryan ha subito replicato con Sir Isaac Newton (Galileo) nel Wolferton Handicap a 7/1, forte di una linea solidissima con Portage, vincitore un paio di giorni fa proprio qui nel Berkshire. Per Sir Isaac un piccolo contentino, da cavallo pagato £3,6 milioni alle aste. Ora ne vince circa £70,000. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
In giornata c'è stata finalmente (per lei) la gioia per Sua Maestà la Regina grazie a Dartmouth (Dubawi), progredito fino a vincere le Harwicke G2 pur essendo partito dal basso. Tipico cavallo progressivo allenato da Sir Michael Stoute (raggiunto Sir Henry Cecil a quota 75 vittorie nel meeting), con Oliviero Peslier ha tenuto in scacco Highland Reel (Galileo) sul quale Heffernan non ha potuto usare la frusta, persa a 500 dal palo. Aspetto determinante per chi scrive, visto che l'aveva preso a 11/1. Ma siamo felici lo stesso per la Regina, rimasta trepidante al tondino mentre i commissari analizzavano la frontale ed interrogavano i fantini per una sospetta deviazione del "reale" nei confronti del Coolmoriano. Tutti a dire che non l'hanno tolto solo perchè era della Regina. Onestamente, per dovere di sportività, non c'era nulla ed è stato giusto così. Per Sua Maestà era la 23° vittoria in assoluto al meeting reale, la prima dal 2013 quando Estimate (che ora ha un piccolo foal da Dubawi) vinse la Gold Cup G1, il miglior modo per festeggiare i 90 anni da poco compiuti e per i quali in omaggio si correva ad Ascot quest'anno. Che bello, però, vedere la Regina aprirsi in una emozione mai vista, così rassicurante. Il sorriso più bello del mondo e a lei dedichiamo la prima foto del post. Per la cronaca terzo Almodovar (STS), mentre male gli attesi e "sbombardati" al gioco Simple Verse ((Duke Of Marmalade) e soprattutto il fava Exosphere (Beat Hollow). Il cavallo della Regina punterà alle King George G1, ma dovrà mangiarne di michette per essere al livello di Postponed. Ma va rispettato a prescindere un cavallo di Sir Michael Stoute. Dartmouth un anno fa valeva 78 di OR ed in handicap era arrivato a 12 lunghezze da Jack Hobbs. Poi è gradualmente cresciuto vincendo ad Ascot a Luglio, replicando a Goodwood, incappando in un ko in heritage handicap e poi in Listed. Nel 2016 non ha sbagliato un colpo vincendone 3 su 3, salendo di almeno 15 libbre rispetto alla proiezione iniziale. Allevato da Darley, regalato ovviamente a Sua Maestà, è prodotto della fattrice Galatee (Galileo), allevato Darley, ha iscrizioni nelle Princess Of Wales's Stakes G2 di Newmarket e nell'Irish St Leger, non nelle King George. Ma questa era la preparazione proprio per la corsa di fine Luglio, chissà che non ci pensi a supplementarlo. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Ed anche questo Royal è filato liscio così, e ne abbiamo visti di cavalli impressionanti. Uno su tutti la femmina Lady Aurelia. Si conferma poi meeting dove ci sono i soliti vincitori, Frankie ha timbrato al solito il cartellino manco fosse un metalmeccanico, e stessa cosa hanno fatto Padre Aidan e Ryan Moore. Vittorie abbinate a delle belle storie tutte da vivere come quella di Adam Kirby che in 2 giorni ha vinto 2 G1 da neo papà. Con tutto quello che era successo lo scorso anno con Postponed, chi se lo sarebbe aspettato mai. Eppure è successo. Da segnalare una mancanza in generale di Riccardino Hannon, poi dei cavalli di Juddmonte, mentre Godolphin ha dimostrato che qualcosa di buono c'è, soprattutto se li allenano gli allenatori bravi, i loro cavalli. Tipo Fahey. Di sicuro, di strano, c'è stato il correre sul pesante a metà Giugno, come non accadeva da 40 anni. Da segnalare poi il gran successo delle aste Goffs Uk in questo Royal Meeting. Qualche nome: Toormore, pagato £36,000 alle Premier, è arrivato quarto nelle Queen Anne G1, Psychedelic Funk (£30,000 alle Premier) è terzo nelle Coventry G2 mentre nelle Windsor Castle a vincere è stato Ardad, pagato £170,000 al Breeze Up. Nel mercoledì My Dream Boat, vincitore delle Prince Of Wales's Stakes, è stato pagato la "miseria" di £40,000 al Breeze-up. Giovedì nelle Norfolk a vincere è stato Prince Of Lir passato per £40,000 alle Premier e per £170,000 al breeze up. Venerdì nella COmmonwealth Cup G1 la vincitrice Quiet Reflection fu pagata £32,000 alle Silver Sale e ripassata £44,000 al Breeze Up, mentre Kacky, il secondo arrivato, è stato acquistato alle Premier 2014 per £52,000. Nelle Coronation Stakes G1 Now Or Never, sfortunata, fu acquistata £42,000 al Breeze up. Insomma, dovrebbe essere tutto. Nelle prossime ore recuperemo anche i dati sugli stalloni. 
E qual è stato il Vostro Royal Ascot?

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui