STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 19 giugno 2016

Prix de Diane: Cristian Demuro ancora in trionfo in sella a La Cressonnière! Domate Left Hand e Volta, quarta Azaelia

Botte da orbi nel Prix de Diane G1, ma dal nugolo delle partecipanti è uscito ancora fuori il nome de La Cressonnière (Le Havre) la quale, da favorita, con un Cristian Demuro ispiratissimo, è rimasta imbattuta in 7 uscite completando il doppio Poule-Diane. Nessuno sapeva prima delle Poule quanto potesse valere la cavalla allenata da Jean Claude Rouget, e nessuno forse lo sa ancora dopo questa affermazione di una cavalla freddissima che migliora corsa dopo corsa. Superato anche l'esame distanza, nonostante non fosse venuta perfettamente tatticamente. partendo dallo steccato 9, ma rimanendo una posizione un pò troppo arretrata rispetto ai canoni di Chantilly. Il jockey italiano è stato altrettanto glaciale nell'attendere il momento giusto per sferrare l'attacco alle prime, e con un cambio di marcia devastante ha prima agganciato Left Hand (Dubawi) e poi l'ha superata di slancio, con la Wertheimer rimasta in quota per il secondo, mentre la supplementata Volta (Siyouni) è arrivata terza ed una strepitosa Azaelia (Turtle Bowl), allenata da Simone Brogi, al quarto posto dopo percorso tutt'altro che fortunato.
Come avrete capito, è stato un Diane incasinatissimo sin dalla partenza. Prima Camprock uscita in diagonale che ha compromesso la già difficile situazione di Ballydoyle (Galileo) confinandola ancora più all'esterno. Poi l'infortunio, non grave, di Tierra Del Fuego, e successivamente in retta una serie di sportellate tra le varie protagoniste che ha rischiato di generare una serie di cadute a catena. Prima The Juliet Rose ha cominciato ad ondeggiare portandone molte fuori, tra cui la stessa La Cressonniere che però in maniera agile si è subito ripresa, e poi soprattutto il moto "ondivago" di Highlands Queen (Mount Nelson) che ha dato una "cavallata" decisiva nella caduta di Armande (Sea The Stars) con Pierre Charles Boudot finito per le terre, fortunatamente senza conseguenze. Alla fine di una inchiesta durata una quindicina di minuti, Highlands è stata completamente tolta dall'ordine di arrivo. Tra l'altro a Buick è stata comminata una sanzione di 30 giorni di squalifica. 15 per l'interferenza e altri 15 per aver mandato a quel paese i commissari. La squalifica partirà dopo le Eclipse di Sandown, ma il jockey norvegese perderà il July meeting, Irish Oaks e le King George VI and Queen Elizabeth Stakes ad Ascot. Tutto questo quando davanti se le stavano dando a gambe, con il vantaggio a palo lontano acquisto da Swiss Range, poi rimasta di passo, la stessa Azaelia senza spazio all'interno, prima di assistere al finale fiondato della femmina con Cristian Demuro dall'esterno! IL RISULTATO COMPLETO DEL PRIX DE DIANE QUI. IL VIDEO DEL PRIX DE DIANE QUI.
Per Rouget era il secondo G1 a distanza di 48 ore dopo Qemah nelle Coronation Stakes G1 asl Royal Ascot.La Cressonniere è al momento inserita nell'antepost dell'Arc de Triomphe G1 a 12/1.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui