STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 14 giugno 2016

Ascot, day 1: Gloria Queen Anne Stakes per l'americana #Tepin, battuto #Belardo. Deludono #Ervedya ed #Esoterique

Niente Lasix, niente cerottone. Nessun problema, nemmeno sul pesante. La 5 anni Tepin (Bernstein) , così piccola, esile, ma piena di energia, ha ottenuto la 7° vittoria consecutiva sfatando il tabu americani nelle Queen Anne G1 e dimostrando di essere di una caratura massiccia. La cavalla di Mark Casse ha sfruttato la scia di quelli davanti per presentarsi con del buono in mano e continuare sulla scia di quanto fece nella Breeders' Cup Mile G1, diventando il primo cavallo USA a vincere una corsa sempre ambiziosa. Con Julien Leparoux in sella ha tenuto a bada uno come Belardo (Lope De Vega), forse un pò addormentato a sferrare l'attacco, lasciando al terzo, un pò a sorpresa, Lightning Spear (Pivotal) e bagnando le polveri di Ervedya (Pivotal) incapace di cambiare marcia su un terreno che, ipoteticamente, era amico. Tepin ha anche sfatato e scombussolato gli scommettitori che l'hanno trascurata sin dalle prime ore della mattina, lasciando basiti quanti coloro i quali pensavano che la pista dritta potesse essere un problema. Nulla di tutto ciò, Tepin è la campionessa in un tempo lento comunque di 1:43.87, il più lento dal 1988, condizionato dal terreno. Con questa vittoria ha emulato la grandiosa Goldikova (Anabaa) che nel 2010 diventò la seconda femmina nella storia, dopo Kandy Sauce nel 1956, a vincere questa corsa. E la seconda dopo Goldì, a vincere il Mile e poi le Queen Anne. Obiettivo ancora sarà la Breeders’ Cup Mile G1 del 2016. Roger Varian nonostante la sconfitta di Belardo ha parlato di fierezza nei confronti di Belardo, tornato ad offrire uno standard che a 2 anni ci si aspettava poteva essere tale, e lo rivedremo nelle Sussex Stakes G1 di Goodwood del 27 Luglio, o nel Prix Jacques le Marois G1 del 14 Agosto a Deauville. Deludentissima, ancora di più, l'altra femmina Esoterique, arrivata ultima senza apparenti motivazioni sufficientemente comprensibili. Magari domani si scoprirà cosa è accaduto, ma intanto la gloria è tutta per una cavalla che ha cominciato dal basso e solo da un anno ha cominciato ad impreziosire la sua bacheca di G1. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO DELLE QUEEN ANNE QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui