STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 25 giugno 2016

Irlanda: #Harzand replica anche nell'Irish Derby, battuto ancora #Idaho. Terzo Stellar Mass..

Grazie ad una prestazione super consistente Harzand (Sea The Stars) ha cancellato di fatto qualsiasi dubbio si era manifestato sul fatto che avesse recuperato o meno le fatiche del Derby e successiva cura di antibiotici a cui era stato sottoposto. Il cavallo dell'Aga Khan ha giustificato nel miglior modo il suo ruolo da favorito nell'Irish Derby (montepremi di €1,25 milioni, €855,000 al primo e premi fino al sesto posto) fino a 3/5, sfruttando il compito del battistrada nel migliore dei modi, partendo lungo all'ingresso in retta e battagliando per 600 metri veri con Idaho (Galileo), tenendo botta sempre e comunque al Coolmoriano grazie ad una decisa monta di Pat Smullen che ha tenuto a bada Ryan Moore, confermando la linea del Derby.
Harzand è il 18° cavallo a realizzare il doppio Derby inglese-irlandese nella storia. Per Dermot Weld, che in settimana ha vinto la corsa numero 4000 in carriera, era il terzo Derby irlandese dopo Zagreb e Grey Swallow. Al terzo posto è arrivato Stellar Mass (Sea The Stars) altro che, insieme ad Harzand, era tra i rimasti del Derby Italiano. Per Harzand si apre ora un'altra parentesi importanti: Dermot Weld nell'intervista post gara ha detto che da ora in poi l'obiettivo sarà quello dell'Arc de Triomphe che Sea The Stars (Cape Cross), il padre del gigantesco Harzand, vinse nel 2008. IL RISULTATO DELL'IRISH DERBY QUI. IL VIDEO DELL'IRISH DERBY CLICCANDO QUI.
Harzand è il quinto cavallo dell'Aga Khan a vincere i due Derbys dopo Shergar (1981), Shahrastani (1986), Kahyasi (1989) e Sinndar (2000). L'Irish Derby, di diverso rispetto ad Epsom, ha esaltato le qualità di un cavallo che oltre alla Classe ed alla resistenza ha messo in mostra anche un pò di velocità utile a cambiare marcia ed a ripartire dagli attacchi di Idaho, a sua volta altro cavallo di Classe. Dunque, è possibile siamo di fronte ad un buon cavallo per davvero, il degno erede di suo padre Sea The Stars (Cape Cross) i cui figli, finora, avevano mostrato si una qualità di base notevole, ma in qualche caso anche dei limiti caratteriali. Harzand, al contrario, è l'emblema della consistenza. Ed ora si parla anche di altre similitudini: Sinndar, che vestiva la stessa giubba, completò il doppio e l'Arc nel 2000. Harzand ha visto la sua quota scendere da 10/1 a 8/1 in un market capeggiato da Postponed a 5/1, mentre Idaho è proposto a 20-1 per vincere a Chantilly il 3 Ottobre prossimo. 
Poco prima del Derby nel convegno Aidan O'Brien ha ricevuto un'altra sconfitta nelle Gain Railway Stakes G2 (VIDEO QUI) con Peace Envoy (Power), battuto da Medicine Jack (Equiano) per Ger Lyons con Colin Keane in sella. A Newcastle invece si stava per consumare una impresa storia: A vincere il John Smith's Northumberland Plate (Heritage Handicap) è stato il Godolphin Antiquarium (New Approach) per Charlie Appleby, ma questa vittoria è tutta sulla coscienza di Ben Curtis che era in sella a Seamour (Azamour), un 5 anni di Brian Ellison, 52 anni di Newcastle, che inseguiva il sogno del Northumberland Plate più dell'Arc de Triomphe dopo che lo scorso anno era finito sesto ma vicinissimo alla testa. Tornando al vincitore, emerso sul terribile Tapeta, aveva in sella il jockey neozelandese James McDonald, che lavora per John O’Shea, principale allenatore di Godolphin in Australia. Diciamo questo perchè Antiquarium ha come obiettivo proprio la Melbourne Cup di Flemington G1. IL VIDEO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui