STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 15 febbraio 2018

Mondo del Turf. Ecco una serie di brevi news da non perdere, per gli appassionati di galoppo del mondo.

Ed ora facciamo una veloce carrellata di notizie veloci che sono sparse qua e la che raccolgono il meglio di tutto ciò che un appassionato deve assolutamente sapere in giro per il mondo in modalità brevi news per non farvi perdere proprio nulla nel mondo del galoppo internazionale.
  • In Francia si sono tenute le Arqana Deauville February Mixed Sale 2018, cominciate mercoledì 14 ed in fase di conclusione. Nella sessione sono stati offerti 352 cavalli di cui venduti 279 per un movimento di €2,794,300 (+35%) con la media a €10,015 (-3%) ed il mediano a €4,000 (-20%). Il top price lo ha realizzato Learning To Fly (Oasis Dream), un 3 anni allenato da Andre Fabre, acquistato per €300,000 da Stroud Coleman Bloodstock Limited, alla stessa cifra che il China Horse Club spese per acquistarlo da puledro nel 2016. Ha vinto a 2 anni 1 corsa al debutto, a 3 anni non ha ancora corso. Si tratta di un interessante pedigree, che rimanda alla campionessa Chicquita (Montjeu), vincitrice di Oaks. All’asta di Deauville, venduti anche due cavalli in allenamento di proprietari italiani: Valdelino (Stefano Bacci) per €30,000 euro e Kensai (We Bloodstock), che ha corso anche il Derby, per €42,000. LISTA COMPLETA QUI.
  • In Qatar nei prossimi giorni arriverà Mac Mahon (Ramonti), il vincitore del Derby Italiano G2 e del Qatar Derby G1 locale, che proverà la prova da $1 milione sulla distanza del miglio e mezzo nel Festival dell'Emiro tra 23, 24 e 25 Febbraio. Avrà in sella ancora Dario Vargiu. Nei prossimi giorni dettagli e video della partenza. Intanto nella trasmissione L'Estero Dietro L'Angolo Andrea Zanoboni è andato a trovarlo nella rifinitura a Cenaia. Il VIDEO QUI.
  • Rimanendo in Francia la notizia dell'ultima ora riguarda il ritiro dall'attività da allenatore, ad un paio di settimane dalla deadline stabilita da Criquette Head, anche per Ellie Lellouche che è stato allenatore di Helissio (Fairy King) vincitore di Arc, ed Aquarelliste (Danehill) per i colori Wildenstein. Tra i cavalli famosi anche Bright Sky (Wolfhound), Westener (Danehill) e Vallee Enchantee (Peintre Celebre).
  • Ad Hong Kong, in particolare ad Happy Valley, ritorno al successo per Alberto Sanna che non vinceva dalla doppietta del 23 Dicembre. Ha vinto in sella a Young Dreamer a 15/1 in un handicap “class 5”. Tra gli ex di scuderia italiana, Wah May Friend (ex Ginwar) terzo in un classe 4 sui 1650 ed Hero Look settimo in una classe 4 sui 1200.
  • In Giappone invece si da la conferma della partecipazione del campione Rey De Oro (King Kamehameha) in ottica Sheema Classic G1 a Meydan. Il vincitore del Derby correrà la prova da $6 milioni a Dubai, dopo un rientro opaco nel Kyoto Kinen G2 con in sella Dario Vargiu. Il suo trainer Kazuo Fujisawa ha chiesto di non disperare perchè ovviamente non era al top della condizione. A far coppia con lui tornerà Cristophe Patrice Lemaire, tornato dalla squalifica. 
  • A Singapore, il Turf Club ha annunciato di voler valorizzare il Kranji Mile in programma a Maggio dandogli lo status di "invitational" per attrarre cavalli dall'estero ed elevando la dotazione a $1,5 milioni rispetto al milione di oggi. 
  • In Australia è stato annunciato il nuovo sponsor per la Melbourne Cup che sarà accompagnata dal gruppo Lexus. Non ancora stabilita la dotazione ma si sa che sarà superiore ai $6,25 milioni degli anni scorsi ma non arriverà alla cifra della Everest G1 per la quale non intende fare concorrenza, ovviamente disputandosi su altra distanza. Un bel colpo per il Victoria Racing Club, che fino ad oggi aveva visto la sponsorizzazione della Emirates Airline.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui