STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 19 febbraio 2018

Qatar: Mac Mahon è arrivato a Doha. Sabato 24 correrà il His Highness The Emirs Trophy G1 da $1 milione!

Si va! In esclusiva siamo in grado di mostrarvi la prima foto, direttamente dal suo box con tanto di ciuffi di truciolo sulla criniera, dell'arrivo del campione italiano Mac Mahon (Ramonti) in quel di Doha, in Qatar, per partecipare la settimana prossima, esattamente sabato 24 Febbraio, al His Highness The Emirs Trophy G1 Locale (Presented by Longines) sulla distanza dei 2400 metri in erba del tracciato di Al Rayyan con montepremi da $1 milione di cui $570,000 al primo, $220,000 al secondo, $110,000 al terzo, $60,000 al quarto e $40,000 al quinto. L'orario della corsa è fissato per le 16,15 ora locale.
L'Emirs Trophy è il clou di un festival che andrà in scena dal 22 al 24 Febbraio ed includerà anche il H.H. The Emir’s Sword (Gr1 PA) (Sponsored by Total) per i PSA, poi il Dukhan Sprint (Sponsored by Breeders’ Cup) e l'Irish Thoroughbred Marketing Cup G2.
Mac Mahon, di proprietà di Takaya Shimakawa ed allenato da Alduino e Stefano Botti, è arrivato in Qatar nella giornata di venerdì dopo un viaggio cominciato giovedì da Pisa a Milano e poi successivamente da Milano fino all'Aeroporto Internazionale Hamad di Doha. Intanto nella trasmissione L'Estero Dietro L'Angolo Andrea Zanoboni è andato a trovarlo nella rifinitura a Cenaia. Il VIDEO QUI.
Nelle prossime ore il baio allevato da Massimiliano Porcelli prenderà contatto con la pista, che già conosce, e sgranchirà le gambe in compagnia della fedele compagna Kristyna Bezdekova (alla quale vanno i ringraziamenti per averci inviato la foto) che lo ha accompagnato anche nella precedente fortunata esperienza.
Il 4 anni il 30 Dicembre scorso ha vinto il Qatar Derby G1 sui 2000 metri e stavolta allungherà ancora un pò la distanza, unico dubbio della corsa. Mac Mahon, vincitore del Derby Italiano G2 e secondo del Premio Roma G2 in Italia, avrà ancora in sella Dario Vargiu che avrà un permesso dal Giappone per arrivare fino a Doha. 
Al momento non sono stati ancora dichiarati i partenti ufficiali, cosa che avverrà a breve. Intanto vi diciamo che Mac Mahon ha un rating ufficiale di 114, secondo valore rispetto al 115 di Chemical Charge (Sea The Stars) di proprietà della Qatar Racing Limited ed allenato da Ralph Beckett, reduce dal quarto posto nel Longines Hong Kong Vase G1 di Sha Tin il 10 Dicembre scorso. A 113 c'è invece Money Multiplier (Lookin At Lucky), americano di Chad Brown di proprietà della Al Shahania Stud che nel Luglio 2017 è arrivato secondo nelle Sword Dancer G1 di Saratoga, e poi non si è piazzato nelle successive 3 uscite, solo rientrato a Gulfstream Park qualche giorno fa nelle Gulfstream Park Turf Stakes (Grade 1). Nei prossimi giorni entreremo nel vivo presentandovi chi sono gli altri candidati che parteciperanno e renderemo noto il campo partenti ufficiale ed il sorteggio degli steccati.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui