STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 19 dicembre 2018

Capannelle: Dal 1° Gennaio 2019 si fermano le corse! Ecco il comunicato della Hippogroup ed i motivi

Ci risiamo. A distanza di qualche mese, è ancora la querelle tra Comune di Roma e Capannelle a tenere banco. La Hippogroup, attraverso un comunicato reso pubblico il 19 Dicembre e disponibile continuando a leggere, ha di fatto chiesto al Ministero di non essere inserita nel calendario di Gennaio 2019.
I più attenti si saranno resi conto di come, nei giorni scorsi, non siano usciti i fogli per le iscrizioni del nuovo anno, ma si sono fermate al 31 Dicembre 2018. Più sotto trovate tutti i tweet di reazione dei vari organi di comunicazione.
Il motivo è presto detto: Dopo mesi di parole è giunto il momento di fare chiarezza su quello che sarà il futuro dell'impianto.
Il Comune di Roma continua a chiedere la cifra di €2,3 milioni pregressi per il 2017 ed il 2018 (dunque €4,6 milioni complessivamente), nonostante le rassicurazioni e la continuità proposta fino a prossimo bando. Ma per il 2019 la Hippogroup Capannelle, prima di aprire nuovamente i battenti con i nuovi contratti da stipulare, e soprattutto dopo la scomparsa del Presidente Tomaso Grassi, ha deciso di capire quali sono le reali intenzioni fino in fondo, chiedendo al Ministero intanto di non farsi attribuire le giornate di Gennaio (intanto) ed poi eventualmente anche per Febbraio. In attesa di Marzo, sperando venga trovato un accordo prima. Non solo tecnicamente parlando, ma anche e soprattutto per una questione economica-finanziaria e di bilancio, è necessaria maggiore chiarezza.
Le parti, in linea teorica, si sono mostrate disponibili a trattare una cifra equa e non spropositata, ed è giunto dunque il momento di scoprire le carte. 
Le soluzioni sono molteplici, con la chiusura solo parziale di Gennaio e Febbraio che sembrano scontatissime (almeno Gennaio al 100%, Febbraio ad una percentuale molto vicina come probabilità) ma la più rischiosa è il non accordo e dunque la chiusura DEFINITIVA dell'impianto, come Livorno del resto, fatto gravissimo sia nel computo dell'importanza tecnica ippicamente parlando di Capannelle, sia per una questione sociale. 
C'è anche l'ipotesi che l'impianto venga rilevato direttamente dal Comune, ma una gestione che andrebbe capita. Una Multiservizi costerebbe forse più della reale gestione attuale. Ed in più andrebbero comprati tutti gli impianti che, ricordiamo, attualmente sono di proprietà della Hippogroup Cesenate.
Di seguito il comunicato completo:
Comunicato Stampa 19 dicembre 2018

La Hippogroup Roma Capannelle s.r.l., vista la posizione formalmente assunta dall’Amministrazione di Roma Capitale in merito al canone di concessione, quantificato retroattivamente in oltre due milioni e mezzo di euro annui, e alla durata del rapporto concessorio del comprensorio dell’ippodromo Capannelle, ha informato la stessa dell’insorta insussistenza delle proprie condizioni di continuità aziendale.

Continuità già fortemente compromessa dalla grave incertezza in cui versa l’intero settore nonché dalle scelte del Mipaaft che in più ambiti hanno penalizzato Roma durante il 2018, spogliata di Gran Premi storici, esclusa a più riprese dai calendari, penalizzata nelle sovvenzioni del trotto.

Conseguentemente HippoGroup Roma Capannelle Srl non avvierà l’attività di corse del 2019.

Attrezzature, maestranze e know how specifico della società sono responsabilmente a disposizione dell’Amministrazione, qualora condivise le modalità e la stessa intenda, come pubblicamente manifestato, gestire direttamente la struttura









Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui