STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 29 dicembre 2018

Galoppo in Italia: Pubblicata la Circolare Programmazione Corse dal 1° Gennaio al 31 Dicembre 2019

Ora manca solo la lista ed il calendario delle Pattern 2019 in Italia, restiamo in attesa del Comitato e delle sue decisioni anche se, pare, il Lydia Tesio G1 dovrebbe essere confermato al massimo livello. Ma vi sapremo dire di più nei prossimi giorni.
Dopo la pubblicazione del Decreto sui principi generali per la stagione 2019, e dopo la pubblicazione dei calendari per la stagione prossima, di tutto l'anno, è stato reso noto per il galoppo di adottare per l’anno 2019, ad eccezione delle corse per le quali si sono chiuse le iscrizioni, la circolare di programmazione e le decisioni annuali galoppo secondo il testo che allegato al presente decreto ne costituisce parte integrante e sostanziale.
Ve la rendiamo nota continuando a leggere qui sotto. 
Circolare Programmazione Corse al Galoppo 1° gennaio - 31 dicembre 2019:
1.1 La presente circolare fissa i criteri generali da seguire per la programmazione delle corse al galoppo per il periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2019.
1.2 Le seguenti norme devono essere strettamente osservate, fatte salve motivate deroghe, da autorizzarsi previa richiesta, tenuto conto delle esigenze del programma generale della riunione, del periodo, e delle effettive disponibilità del montepremi attribuito al singolo ippodromo. Detta disponibilità potrà determinare una riduzione delle dotazioni standard fissate.
1.3 Per corse di Gruppo o Listed, si intendono quelle pubblicate nel volume European Pattern Book o quelle indicate nella parte 1^ dell’International Cataloguing Standard. Per le nazioni comprese nelle parti 2^ e 3^ si applica quanto previsto a pagina 9 dell’European Pattern Book edizione 2019.
1.4 Per Milano il termine del 30/6 si intende prorogato al termine della riunione di primavera-estate.
1.5 Nella formulazione del programma di corse, per riunione, per i cavalli di 3 anni ed anziani si dovrà tenere conto del seguente indirizzo di ripartizione delle distanze:
≤ metri 1.800 65% delle corse
> metri 1.800 35% delle corse
Vista la riduzione del numero di cavalli in allenamento e le peculiarità presenti nelle diverse aree, le Società, previo accordo con il Ministero, possono derogare rispetto alle percentuali indicate.
1.6 E’ ammesso uno scostamento in più o in meno del 15% rispetto alla percentuale indicata.
Tale indicazione vale per tutte le tipologie di corsa.
Le Società sono invitate ad armonizzare le distanze, anche in base ai vari bacini di utenza
ed alle specificità delle proprie piste.
1.7 Previa richiesta delle Società di Corse, che dovranno riferirsi a corse di particolare
tradizione e funzione nei calendari, l’Amministrazione, potrà autorizzare la disputa di corse
per cavalli nati ed allevati in Italia o considerati tali.
2
CRITERI INDIVIDUAZIONE CORSE TRIS
1.8 Le corse programmate nell’arco dell’intera settimana da abbinare alla scommessa “Tris Nazionale” “Quartè Nazionale” e “Quintè Nazionale”, che hanno i requisiti previsti dal Regolamento Tris, vengono individuate tenendo conto del livello della competizione, del numero ottimale dei partenti e dell'omogeneità della corsa.

CORSE PER DUE ANNI
1.9 I cavalli di 2 anni possono correre:
dal 1° aprile al 30 aprile sulla distanza di metri 1.000 in corse a vendere e reclamare;
dal 1° maggio al 31 maggio fino a metri 1.200;
dal 1° giugno al 30 giugno fino a metri 1.400, l’Amministrazione potrà autorizzare, previa
richiesta motivata delle Società, corse fino a metri 1500;
dal 1° luglio al 30 settembre fino a metri 1.700;
dal 1° ottobre fino a metri 2.000.
dal 15 dicembre al 31 dicembre, l’Amministrazione potrà autorizzare, previa richiesta motivata delle Società, corse su distanza superiore; In autunno le corse per i 2 anni programmate negli ippodromi di Firenze, Milano, Napoli, Pisa, Roma e Siracusa dovranno rappresentare almeno il 20% del totale delle corse e la sommatoria di corse maiden e debuttanti dovrà essere almeno il 25% del numero così determinato. Il 50% delle corse nelle riunioni autunnali dovranno essere programmate su distanze non inferiori a metri 1.500, l’Amministrazione potrà autorizzare, previa richiesta motivata, corse su distanza non inferiore a metri 1350.
CONDIZIONATE
2.0 Le dotazioni dovranno essere comunque di importo superiore alle maiden dello stesso periodo sulla stessa piazza. Almeno il 20% delle corse dovrà essere riservato alle femmine.
Dotazioni minime:
MILANO - ROMA da € 11.000
ROMA AW - PISA - MERANO - NAPOLI - SIRACUSA da € 8.800
FIRENZE - FOLLONICA - TAGLIACOZZO -VARESE da € 6.600
ALTRI IPPODROMI da € 4.400
DEBUTTANTI
2.1 Sono corse aperte a cavalli di ogni Paese. 
3
La dotazione delle debuttanti dovrà essere almeno equivalente a quella delle maiden.
Gli ippodromi di MILANO - ROMA dovranno programmare almeno 4 corse (di cui almeno 2
riservate alle femmine)
Gli ippodromi di PISA - NAPOLI dovranno programmare almeno 2 corse (di cui almeno 1
riservata alle femmine)
MAIDEN
2.2 Almeno il 30% dovrà essere riservato alle femmine.
Dotazioni minime per debuttanti e maiden:
MILANO - ROMA da € 9.900
MERANO - NAPOLI - PISA - ROMA AW - SIRACUSA da € 7.700
FIRENZE - FOLLONICA - TAGLIACOZZO - VARESE da € 5.500
ALTRI IPPODROMI da € 4.070
HANDICAP
2.3 La qualifica in tali corse resta disciplinata dall’art. 87 del regolamento delle corse e da quanto
più sotto specificato.
Le dotazioni non potranno essere superiori a quelle delle condizionate dello stesso periodo. Gli handicap per cavalli di due anni potranno essere programmati solo a partire dal 10 settembre, con dotazioni non inferiori al punto 2.2. Dal 15 dicembre al 31 dicembre l’Amministrazione potrà autorizzare, previa richiesta motivata delle Società, corse handicap con dotazione inferiore al punto 2.2 Non potranno essere programmate corse handicap con dotazione pari o superiore agli handicap
principali di tipo C.
CORSE A VENDERE E A RECLAMARE
2.4 Il prezzo massimo di vendita sia per le corse a vendere che per le corse a reclamare non può andare oltre cinque volte il premio previsto per il 1° classificato, arrotondato per eccesso ai .000 euro superiori. Dalle corse a vendere e reclamare dovranno essere esclusi, i cavalli vincitori negli ultimi tre mesi di una corsa con dotazione di € 11.000 o che negli ultimi 6 mesi, abbiano vinto o si siano piazzati in corse di Gruppo, Listed o Handicap Principali, dovranno, altresì, essere esclusi i cavalli che negli ultimi 6 mesi abbiano vinto n. 2 corse a vendere o n. 2 corse a reclamare o n. 1 corsa a vendere e n.1 corsa a reclamare o n. 2 corse di importo pari o superiore.
Dotazioni massime:
ROMA - MILANO fino a € 9.900
MERANO - NAPOLI - PISA - SIRACUSA fino a € 7.700
FIRENZE - FOLLONICA - TAGLIACOZZO - VARESE fino a € 5.500
ALTRI IPPODROMI fino a € 3.850
4
CORSE PER TRE ANNI
CONDIZIONATE
2.5 Le dotazioni dovranno essere sempre di importo pari o superiore alle maiden dello stesso periodo sulla stessa piazza. Almeno il 20% delle condizionate dovranno essere riservate alle sole femmine.
Dotazioni minime:
MILANO - ROMA da € 9.900
MERANO – NAPOLI - PISA - ROMA AW - SIRACUSA da € 7.700
FIRENZE – FOLLONICA - TAGLIACOZZO - VARESE da € 5.500
ALTRI IPPODROMI da € 3.850
DEBUTTANTI
2.6 Sono corse aperte a cavalli di ogni Paese.
Le corse riservate ai cavalli debuttanti di tre anni possono essere programmate solo fino al 1°
maggio.
Dotazioni massime:
MILANO - ROMA € 12.100 (ad eccezione dei Premi Gardenghi e Donatello)
MERANO - NAPOLI - PISA - SIRACUSA € 9.900
FIRENZE - FOLLONICA - TAGLIACOZZO - VARESE € 7.700
ALTRI IPPODROMI € 5.500
MAIDEN
2.7 Fino al 30/5, almeno il 30% della programmazione, dovrà essere riservata alle femmine.
Dotazioni massime:
MILANO (a tutta la riunione primavera-estate) - ROMA € 12.100
MERANO – NAPOLI - PISA - ROMA AW - SIRACUSA € 9.900
FIRENZE - FOLLONICA - TAGLIACOZZO - VARESE € 7.700
ALTRI IPPODROMI € 5.500
CORSE A VENDERE E A RECLAMARE
2.8 Il prezzo massimo di vendita sia per le corse a vendere che per le corse a reclamare non può andare oltre quattro volte il premio previsto per il 1° classificato, arrotondato per eccesso ai 1.000 euro superiori. Dalle corse a vendere e reclamare dovranno essere esclusi, i cavalli vincitori negli ultimi tre mesi di una corsa con dotazione di € 11.000 o che negli ultimi 6 mesi, abbiano vinto o si siano piazzati in corse di Gruppo, Listed o Handicap Principali, dovranno,  5 altresì, essere esclusi i cavalli che negli ultimi 6 mesi abbiano vinto n. 2 corse a vendere o n. 2 corse a reclamare o n. 1 corsa a vendere e n.1 corsa a reclamare o n. 2 corse di importo pari o superiore.
Dotazioni massime:
ROMA - MILANO fino a € 9.900
MERANO – NAPOLI - PISA - SIRACUSA fino a € 7.700
FIRENZE - FOLLONICA - TAGLIACOZZO - VARESE fino a € 5.500
ALTRI IPPODROMI fino a € 3.850
HANDICAP
2.9 La qualifica in tali corse resta disciplinata dall’art. 87 del regolamento delle corse e da quanto più sotto specificato. Le dotazioni non potranno essere superiori a quelle delle condizionate dello stesso periodo. Non potranno essere programmate corse handicap con dotazione pari o superiore agli handicap principali di tipo C.
CORSE PER QUATTRO ANNI ED OLTRE
3.0 Le corse dovranno essere programmate in analogia ai criteri fissati per le corse riservate ai cavalli di tre anni. Si conferma il divieto di programmare corse maiden per gli stessi.
HANDICAP
3.1 La qualifica in tali corse resta disciplinata dall’art. 87 del regolamento delle corse e da quanto
più sotto specificato.
Le dotazioni non potranno essere superiori a quelle delle condizionate dello stesso periodo.
Non potranno essere programmate corse handicap con dotazione pari o superiore agli handicap
principali di tipo C.
CORSE LISTED
3.2 Ai fini dei sopraccarichi nelle proposizioni specifiche per piazzamento deve intendersi solo il
2° ed il 3° posto.
CORSE LISTED PER DUE ANNI
3.3 La programmazione viene suddivisa in due periodi:
a) fino al 31 agosto;
b) dal 1° settembre al 31 dicembre
Fino al 31/8: per cavalli che non abbiano vinto due Listed.
6
Dal 1/9 in poi: per cavalli che non abbiano vinto tre Listed o una corsa di Gruppo 1 o 2
Peso Base:
Kg 55 per i maschi
Kg 55 per le femmine
Sopraccarichi:
Kg 1 ai vincitori di una Listed
Kg 2 ai vincitori di due Listed
Kg 3 ai vincitori di una corsa di Gruppo 3
CORSE LISTED PER TRE ANNI
3.4 Fino al 30 giugno, ai fini delle qualifiche e dei sopraccarichi, si fa riferimento ai 9 mesi
precedenti.
Dal 1° luglio, ai fini delle qualifiche e dei sopraccarichi, si fa riferimento all’annata in corso.
Peso base
Kg 55 per i maschi
Kg 55 per le femmine
Sopraccarichi:
Kg 1,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto una corsa Listed o
si siano piazzati 2° o 3° in corse di Gruppo 2.
Kg 2,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto due corse Listed ,
o una di Gruppo 3 o si siano piazzati 2° o 3° in corse di Gruppo 1.
Kg 3,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto 3 corse Listed o una
corsa di Gruppo 2.
Kg 4,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto una corsa di Gruppo
1
CORSE LISTED PER TRE ANNI ED OLTRE E PER QUATTRO ANNI ED OLTRE
3.5 Per cavalli che non abbiano vinto una corsa di Gruppo 1 o 2 da 5 mesi.
Fino al 30 giugno, ai fini delle qualifiche e dei sopraccarichi, si fa riferimento ai 9 mesi
precedenti.
Dal 1° luglio, ai fini delle qualifiche e dei sopraccarichi, si fa riferimento all’annata in corso.
Peso base:
a) per le corse di tre anni ed oltre: maschi Kg 55, femmine Kg 54 oltre al peso per età
b) per le corse di quattro anni ed oltre: maschi Kg 55, femmine Kg 55
7
Sopraccarichi:
Kg 1,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto una corsa Listed o
si siano piazzati 2° o 3° in corse di Gruppo 2.
Kg 2,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto due corse Listed, o
una di Gruppo 3 o si siano piazzati 2° o 3° in corse di Gruppo 1.
Kg 3,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto 3 corse Listed o una
corsa di Gruppo 2.
Kg 4,5 ai cavalli che nel periodo di riferimento di cui sopra abbiano vinto una corsa di Gruppo
1
HANDICAP PRINCIPALI
3.6 HP di tipo A - che non abbiano vinto una corsa di Gruppo 1 da 9 mesi
o una di Gruppo 2 da 6 mesi.
Tali Handicap, dovranno essere programmati come Handicap Limitati.
Pesi max Kg. 63 – min. Kg. 50.
3.7 HP di tipo B - che non abbiano vinto una corsa di Gruppo 1 da 12 mesi,
o una corsa di Gruppo 2 da 6 mesi, o una di Gruppo 3 da tre mesi, o una Listed da 1 mese.
3.8 HP di tipo C - che non abbiano vinto una corsa di Gruppo 2 da 12 mesi,
o una corsa di Gruppo 3 da 6 mesi, o una Listed da 2 mesi.
HANDICAP LIMITATO
3.9 Nel 2019, si conferma, a titolo sperimentale e fino a nuovo provvedimento, che possono essere
programmate corse del tipo Handicap Limitato.
Sono escluse da questa tipologia le corse per cavalli di 2 anni.
La dotazione massima deve essere inferiore a quella degli Handicap Principali.
Pesi: max 63 – min. 50
handicap limitati da € 15.400 a € 17.600
Per cavalli che non abbiano vinto una corsa di Gruppo o che non abbiano vinto più Listed Race
negli ultimi 12 mesi.
(Roma, Milano)
handicap limitati da € 12.100 a € 14.300
Per cavalli che non si siano piazzati nei primi quattro posti in corse di Gruppo o che non abbiano
vinto una Listed Race negli ultimi 12 mesi.
(Roma, Milano, Pisa, Siracusa, Merano, Napoli)
handicap limitati da € 8.800 (minimo) a € 11.000
8
Per cavalli che non abbiano partecipato a corse di Gruppo o che non si siano piazzati in una corsa Listed Race e che non abbiano vinto un premio di € 9.350 negli ultimi 12 mesi. (Firenze, Follonica, Tagliacozzo, Varese) Oltre questi parametri le Società di corse potranno, per equilibrare il livello di partecipazione in funzione del parco cavalli a disposizione, aggiungere ulteriori clausole di esclusione soggette ad approvazione del Ministero.
Si rammenta che negli handicap, l’adeguamento dei pesi avviene secondo quanto stabilito dall’art. 87 del regolamento delle corse e da quanto di seguito riportato. 
Adeguamento automatico dei pesi
1. nelle corse handicap di tipo limitato in piano fantini, se dopo la dichiarazione dei partenti, risulta che il cavallo dichiarato partente con il peso maggiore ( secondo la perizia pubblicata e gli eventuali sopraccarichi art. 127 Regolamento delle corse ex Jockey Club Italiano) debba portare un peso inferiore a Kg. 61, il suo peso viene automaticamente aumentato, con un massimo di Kg. 3, fino a Kg. 61, e tutti i pesi degli altri cavalli dichiarati partenti vengono aumentati nella stessa misura; in tali aumenti automatici rimangono assorbite le eventuali maggiorazioni di peso dichiarate per la monta;
2. nelle corse handicap piano fantini, riservate ai soli cavalli di 2 anni se dopo la dichiarazione dei partenti, risulta che il cavallo dichiarato partente con il peso maggiore ( secondo la perizia pubblicata e gli eventuali sopraccarichi art. 127 Regolamento delle corse ex Jockey Club Italiano) debba portare un peso inferiore a Kg. 59, il suo peso viene automaticamente aumentato, con un massimo di Kg. 3, fino a Kg. 59, e tutti i pesi degli altri cavalli dichiarati partenti vengono aumentati nella stessa misura; in tali aumenti automatici rimangono assorbite le eventuali maggiorazioni di peso dichiarate per la monta; 
3. nelle corse handicap piano fantini, riservate ai soli cavalli di 3 anni se dopo la dichiarazione dei partenti, risulta che il cavallo dichiarato partente con il peso maggiore ( secondo la perizia pubblicata e gli eventuali sopraccarichi art. 127 Regolamento delle corse ex Jockey Club Italiano) debba portare un peso inferiore a Kg. 61, il suo peso viene automaticamente aumentato, con un massimo di Kg. 3, fino a Kg. 61, e tutti i pesi degli altri cavalli dichiarati partenti vengono aumentati nella stessa misura; in tali aumenti automatici rimangono assorbite le eventuali maggiorazioni di peso dichiarate per la monta;
4. nelle corse handicap piano fantini, riservate ai cavalli di 3 anni ed oltre, 4 anni e 4 anni ed oltre, se dopo la dichiarazione dei partenti, risulta che il cavallo dichiarato partente con il peso maggiore ( secondo la perizia pubblicata e gli eventuali sopraccarichi art. 127 Regolamento delle corse ex Jockey Club Italiano) debba portare un peso inferiore a Kg. 61, il suo peso viene automaticamente aumentato, con un massimo di Kg. 3, fino a Kg. 61, e tutti i pesi degli altri cavalli dichiarati partenti vengono aumentati nella stessa misura; in tali aumenti automatici rimangono assorbite le eventuali maggiorazioni di peso dichiarate per la monta.
9
Decisioni anno 2019 in relazione al vigente Regolamento delle Corse
dell’incorporato Ente Jockey Club Italiano.
Discarichi per gli allievi fantini: (art. 44)
Sono stabilite le seguenti corse, escluse quelle per i cavalli di 2 anni, per l’attribuzione
dei discarichi di cui all’Art. 44 I° e II° comma del Regolamento delle Corse;
- Corse di vendita ed a reclamare;
- Corse condizionate (escluse maiden e debuttanti) con dotazione complessiva fino a
€ 15.400,00;
- Il discarico fisso di Kg. 2 (fino alla 50^ vittoria comunque e per chiunque ottenuta)
previsto dal 3° comma dell’art. 44 del Regolamento delle Corse viene attribuito nelle
corse handicaps di dotazione minima (stabilita ai sensi dell’art. 87, 5° comma);
Premio aggiunto ai proprietari, allenatori e fantini (art. 97):
Sono stabiliti per il periodo 1° gennaio 2019 – 31 marzo 2019 i seguenti criteri di
attribuzione del premio aggiunto, al proprietario, allenatore e fantino, classificatisi 1°, 2°
e 3°, purché:
il cavallo, di 2 anni , di 3 anni e di 4 anni, sia nato ed allevato in Italia o considerato
tale a norma dell’art. 123 del Regolamento delle Corse;
- che la corsa, programmata in riunione riconosciuta, sia aperta a cavalli di ogni Paese;
L’assegnazione del premio aggiunto in presenza delle suindicate condizioni viene
stabilita:
- nella misura del 60% sul premio vinto al traguardo nelle corse riservate ai cavalli di due
anni a condizione che la corsa abbia una dotazione complessiva pari o superiore a €
8.800,00 e non sia del tipo a vendere o a reclamare o del tipo maiden vendere/reclamare,
discendente/vendere, discendente/reclamare, discendente di minima;
- nella misura del 60% sul premio vinto al traguardo dal cavallo di tre anni a condizione
che la corsa abbia una dotazione complessiva pari o superiore a € 8.800,00 e non sia
del tipo a vendere o a reclamare o del tipo maiden vendere/reclamare,
discendente/vendere, discendente/reclamare, discendente di minima;
10
- nella misura del 15% sul premio vinto dal cavallo di quattro anni a condizione che la
corsa abbia una dotazione complessiva pari o superiore a € 8.800,00 e non sia del tipo
a vendere o a reclamare o del tipo maiden vendere/reclamare, discendente/vendere,
discendente/reclamare, discendente di minima.
Le predette percentuali vengono incrementate del 20% in caso di risultato idoneo
conseguito in corsa di gruppo.
Decisioni anno 2019 in relazione al vigente Regolamento delle Corse dell’incorporato
Ente Società degli Steeple-Chases d’Italia
Limitazioni cavalieri dilettanti (art. 43)
I cavalieri dilettanti, che abbiano conseguito in piano 50 vittorie, possono partecipare alle corse piane riconosciute, riservate ai Gentlemen Riders, con dotazione complessiva pari o inferiore a € 4.500,00, esclusivamente con i cavalli che alla data di chiusura delle relative iscrizioni, risultino di loro proprietà o di comproprietà, nel rispetto dell’art. 57, 4° comma del Regolamento delle Corse. Al riguardo si specifica che se la comproprietà è con patentato FISE, FITETREC-ANTE, la licenza, deve essere regolarmente rinnovata ed autorizzata, nel rispetto del “percorso formativo qualificante” stabilito dall’Amministrazione. Nelle altre corse, cioè a dire in quelle con dotazione superiore, nelle corse eventualmente aperte a fantini ed in quelle valide per l’assegnazione di trofei o programmate in occasione di manifestazioni riconosciute dall’Ente, non vige la limitazione predetta.
I trofei di cui sopra possono:
a) essere programmati su almeno tre ippodromi;
b) riguardare specifiche “giornate gentlemen” con almeno 5 corse (una per ippodromo).
Partecipazione a corse per aspiranti cavalieri dilettanti (art. 54)
Gli aspiranti cavalieri dilettanti possono prendere parte alle corse la cui proposizione
preveda la partecipazione dei patentati FISE, FITETREC-ANTE, in possesso di licenza
regolarmente rinnovata ed autorizzata, nel rispetto del “percorso formativo qualificante”,
stabilito dall’Amministrazione, alle corse handicap di minima in piano e handicap ascendenti 
11
in ostacoli ed inoltre alle corse per cavalieri dilettanti, con allocazione complessiva non
superiore a € 4.000,00 se trattasi di corsa piana, ed a € 10.000,00 se trattasi di corsa ad
ostacoli.
Discarichi per i cavalieri dilettanti (art. 57)
I cavalieri dilettanti possono usufruire dei discarichi, di cui all’art. 57 del Regolamento delle
Corse, nelle corse piane con allocazione complessiva non superiore a € 4.000,00 e nelle corse ad ostacoli con allocazione complessiva non superiore a € 10.000,00. 
Discarichi per allievi fantini (art. 73)
Gli allievi fantini possono usufruire dei discarichi, di cui all’art. 73, 1° e 2° comma del Regolamento delle Corse, nelle corse con premio al proprietario del cavallo vincitore pari o inferiore a € 6.375,00 e di Kg. 2 negli handicaps discendenti con premio al proprietario del cavallo vincitore pari o inferiore a € 6.375,00 sino al conseguimento della 25^ vittoria. Limitazione cavalli importati in via temporanea da Paesi extra UE (art. 111) I cavalli importati in via temporanea non possono prendere parte a corse del tipo a vendere, a reclamare, handicap di minima (piano) o handicap ascendente (ostacoli) ed a tutte le corse con allocazione complessiva inferiore a € 4.400,00 se in piano, e inferiore a € 6.600,00 se in ostacoli.
Discarichi per cavalli non di p.s.i. (art. 111 corse ad ostacoli non handicaps)
a) i cavalli anglo-arabi con percentuale di sangue arabo inferiore al 25% usufruiscono di un discarico di Kg. 3; tale discarico spetterà anche ai cavalli non di p.s.i. iscritti in altri libri genealogici;
b) i cavalli anglo-arabi con percentuale di sangue arabo uguale o superiore al 25%,
usufruiscono di un discarico di Kg. 6;
c) i cavalli iscritti in altri libri genealogici tenuti dall’Area Sella usufruiscono di un discarico
di Kg. 5;
I sopraindicati discarichi saranno applicati per i soli cavalli debuttanti o che abbiano 
12
debuttato in Italia nelle corse ad ostacoli (handicaps esclusi) con premio al proprietario del
vincitore:
- non superiore a € 3.300,00, se trattasi di cross-country;
- non superiore a € 5.500,00, se trattasi di corse siepi o steeple-chases; purchè non risultino, nei sei mesi precedenti la corsa vincitori: di cross-country con premio di importo pari o superiore a € 3.300,00 se trattasi di partecipazione a cross-country; di corse siepi o steeple-chase con premio di importo pari o superiore a € 5.500,00.
Qualifica del cavallo “hunter” (art.114)
Sono qualificati hunter per l’anno 2019 i cavalli di 4 anni ed oltre e dal 1° giugno quelli di 3 anni, che nei dodici mesi precedenti il giorno della corsa non abbiano vinto per il proprietario, tra piano e ostacoli, la somma di € 10.000,00 o una corsa con premio al proprietario del cavallo vincitore pari o superiore a 4.250,00. Nelle corse per hunter possono essere ammessi anche i cavalli non qualificati tali purché iscritti a vendere ad un prezzo non superiore a € 8.000,00.
Premio aggiunto (art. 127)
Si conferma la corresponsione del premio, di cui al 5° comma dell’art. 127 del Regolamento delle Corse, nella misura del 45% (per i cavalli di 3 anni) e del 35% (per i cavalli di 4 e 5 anni) del premio vinto al traguardo, al proprietario, all’allenatore ed al cavaliere (quest’ultimo nel rispetto del 3° comma dell’art. 127 del Regolamento delle Corse) dei cavalli di origine accertata classificati primo, secondo o terzo in corse ostacoli, sempreché il cavallo sia nato ed allevato in Italia o considerato tale a norma dell’art. 152 del Regolamento delle Corse, che la corsa sia aperta a cavalli di ogni paese e che non sia del tipo a vendere o a reclamare,” handicap ascendente” o “handicap di minima” e “maiden o a vendere” ed abbia una dotazione complessiva pari o superiore a € 8.800,00. Nelle piane per dilettanti tale premio, nelle percentuali e per le età sopraddette, verrà assegnato ai cavalli classificati: primo, secondo e terzo, nelle corse con dotazione complessiva pari o superiore a € 5.500,00 che non siano del tipo a vendere o a reclamare.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui