STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 22 dicembre 2018

Giappone: Domenica l'Arima Kinen G1, la corsa del popolo! Favorito Rey De Oro, curiosità per l'ostacolista Oju Chosan. Mirco e Cristian Demuro alla ricerca della vittoria..

Ci siamo. Domenica mattina, alle 7,25 circa ora italiana, si corre la corsa del popolo, o meglio, l'Arima Kinen G1 giunto alla sua 63° edizione. Esattamente si correrà presso l'ippodromo di Nakayama, nella prefettura di Chiba, vicino Tokyo, con 547 milioni di yen in palio, di cui 300 al vincitore. 
La “dream race” si corre sui 2,500 metri ed è riservata ai cavalli di 3 anni ed oltre. La storia l'abbiamo raccontata spesso ma la riproponiamo in queste righe. Si corre in omaggio a Yoriyasu Arima, politico giapponese che ha vissuto il periodo della seconda guerra mondiale al vertice, ed inventore di questa corsa.
L'Arima Kinen funziona così: è la corsa più attesa e più scommessa perchè vengono coinvolti tantissimi appassionati. Dei 16 partecipanti i primi 10 vengono scelti attraverso i voti, il resto lo fanno le somme vinte. La pubblicità è massiccia: Nei talk show, in metro, nei ristoranti e nei centri commerciali non si parla d'altro. Di solito il movimento di gioco, solo su una corsa, supera €300 milioni. A vederlo all'ippodromo ci vanno almeno 150,000 persone, mentre non si contano quelli che saranno collegati a livello planetario. 
Lo scorso anno a vincere fu Kitasan Black che chiuse la carriera da favorito e maturando voti quantificabili in 124,641 unità. Due anni fa fu Satono Diamond con in sella Cristophe Patrice Lemaire, nonostante il cavallo a prendere più voti fosse stato Kitasan Black (Black Tide), con 1,543,464 voti raccolti, che più di tutti negli ultimi anni ha catturato l'immaginario degli appassionatissimi di corse. Avere più voti non significa vincere, o almeno, non accadeva da un pò. Nel 2000 T M Opera O, nel 2004 Symboli Kris S, nel 2004 Zenno Rob Roy, nel 2006 Deep Impact, nel 2013 Orfevre furono quelli che raccolsero più voti e poi vinsero. Ma chi sono più attesi di questo Arima Kinen?
Quest'anno il cavallo più votato è stato Rey De Oro (King Kamehameha), anche favorito della corsa, con Cristophe Patrice Lemaire. Il secondo cavallo più votato è stata la campionessa Almond Eye con 105,561 voti ma l'entourage ha già annunciato che non parteciperà. 
Mentre il pubblico ha votato come terzo cavallo del "pueblo" una particolare scelta, la più interessante di questo Arima Kinen. Lui si chiama Oju Chosan (Stay Gold), ostacolista, vincitore per 3 volte del Nakayama Grand Jump, allenato da Shoichiro Wada e montato dalla leggenda Yutaka Take per cercare di tirare fuori il meglio da un cavallo, non proprio specialista del piano ma comunque entrato nel cuore dei giapponesi. Spieghiamo il perchè: Oju Chosan ha vinto le ultime 11 corse disputate, 9 delle quali in ostacoli. Si tratta del Champion Steeplechaser in patria, 7 anni, ed oltre al Nakayama Grand Jump ha vinto anche il Nakayama Daishogai G2 e Tokyo High Jump G2. Invece di tentare ancora di accumulare record e allori in quella specialità, il team ha deciso di investire nella curiosità per attrarre altri appassionati. Per trovarlo in piano bisogna tornare indietro a quando aveva 2 anni, ha vinto una stakes minore sui 2600 metri a Fukushima ed un'altra a Tokyo in Novembre. Non sarà il favorito, ma il suo team ha già vinto grazie alla legione di fan che lo hanno votato, anche contro altri 7 vincitori di G1 nella specialità. Tra l'altro la signora fortuna gli ha attribuito un ottimo 1 di steccato....
Oltre a Rey De Oro, vincitore del Tenno Sho, ci sono Cheval Grand (Heart’s Cry) che ha vinto la Japan Cup lo scorso anno e si è piazzato al massimo livello in 5 altre occasioni, poi Satono Diamond (Deep Impact) vincitore di questa corsa 2 anni fa. Al via anche il vincitore del Takarazuka Kinen G1 Mikki Rocket (King Kamehameha), il trionfatore del Derby Giapponese 2016 Makahiki (Deep Impact) e Kiseki (Rulership), vincitore del St Leger e piazzato di Japan Cup. 
Le femmine al via saranno 2: Smart Layer (Deep Impact), ora 8 anni, ha vinto 5 volte in Pattern. Poi Mozu Katchan (Harbinger) che lo scorso anno vinse la Queen Elizabeth II Cup G1, con Mirco Demuro che cercherà di vincere una corsa per lui tabu. Cristian Demuro, che sabato mattina ha sfiorato la vittoria nella Hanshin Cup G2, salirà sul performer da G2 Perform a Promise (Stay Gold), recente vincitore a Tokyo.




Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui