STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 12 settembre 2015

Doncaster: Atzeni vince il St Leger, ma viene retrocesso. Promosso Bondi Beach. Bocciati i commissari

Incredibile a Doncaster. Sul palo del St Leger è passata Simple Verse (Duke Of Marmalade) ma poco dopo i commissari hanno ritenuto di intervenire per distanziare la cavalla montata da Andrea Atzeni per i colori della Qatar Racing, a favore di Bondi Beach (Galileo) che dunque è stato promosso al primo dopo decisione presa dopo la corsa, in sala commissari. Scelta a nostro avviso estremamente discutibile perchè la femmina di Ralph Beckett si è presa si lo spazio quando non ne aveva, è vero, ma il tutto è rimasto secondo quelli che sono i criteri di liceità assorbiti da tante corse inglesi viste e riviste. I commissari hanno invece ritenuto quella spallata pregiudizievole di un miglior piazzamento per il Coolmoriano con Colm O'Donoghue che ha convinto gli stessi nella Steward's Room, i quali dunque hanno tolto il titolo alla femmina. Atzeni incredulo, Ralph Beckett indignato e Fahad Al Thani che ha lasciato Doncaster furioso annunciando che farà ricorso. Quanto alla corsa, per Andrea Atzeni era la seconda affermazione consecutiva nella Classica più vecchia in Inghilterra, un anno dopo la vittoria con Kingston Hill con Simple Verse, supplementata per £50,000 nei giorni precedenti. Giudicate voi. IL VIDEO DEL ST LEGER QUI.
Seguiranno approfondimenti.
La retrocessione di Atzeni, per poco non ci faceva dimenticare che ne ha vinte altre due nel convegno. Una, bellissima, con Limato (Tagula) che ha vinto le Park Stakes G2 (VIDEO QUI) al rientro dal terzo nella Commonwealth Cup G1 di Ascot. il figlio di Tagula (Taufan) allenato da Henry Candy ha dato una categoria a Markaz (Dark Angel) e Breton Rock (Bahamian Bounty) sul quale c'era Umberto Rispoli. Dopo la retrocessione, è arrivata una facile vittoria in handicap sempre per i colori di Al Thani su Captain Morley, ma quando il boss se n'era già andato altrove.
Alla voce imprese memorabili della giornata, segnatevi il nome di questo cavallo: Emotionless (Shamardal) che ha vinto le Champagne Stakes G2 per i colori Godolphin sui 1400 metri senza mai uscire dal canter con William Buick in sella. Il figlio di Shamardal ha avvicinato Ibn Malik, secondo di Vintage Stakes G2 a Goodwood, e lo ha disperso nettamente. Emotionless è un bel cavallo che ha ottimo cambio di marcia, anche se ha corso solo 100 metri, ma personalmente ha impressionato tantissimo per la concentrazione e la facilità d'azioni. Ha iscrizioni alle Royal Lodge Stakes G2, alle Dewhurst Stakes G1 e Racing Post Trophy G1 qui a Donny. In generale, è diventato il fava nell'antepost delle 2000 Ghinee 2016. Giudicate voi, il video lo trovate QUI.

2 commenti:

  1. Sono assolutamente contrariato incredulo ecc mai avrei pensato al distanziamento. Visto e rivisto la corsa si nota bene che un si sposta l'avversario ma nn con cattiveria ma con superiorità che il testa a testa a dichiarato e secondo lo standard inglese il risultato sportivo viene prima, allora se vediamo golden horn dovevano arrestarlo? Due misure diverse? Che ne pensate?

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Commenta qui