STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 26 marzo 2017

America: #Arrogate vs American Pharoah, chi il più forte? Gli analisti americani hanno dato il loro verdetto scientifico..

Uno degli argomenti più in voga in America nelle ultime ore, è quello su cui stanno dibattendo i vari operatori ippici. E' più forte Arrogate (Unbridled's Song) o American Pharoah (Pioneerof The Nile)? Entrambi sono stati allenati da Bob Baffert, ed il trainer americano ha già fatto capire quale sia la sua idea spiegando dopo la vittoria nella Dubai World Cup del grigio che non vedeva un cavallo così forte dai tempi di Secretariat. 
Non solo suggestione, ma numeri analitici dei periziatori ed analisti USA che hanno raccontato come sebbene American Pharoah abbia vinto la Triple Crown americana, non ha mai fatto numeri eguagliabili a quelli di Arrogate. Basti pensare che il 3 anni nella sua stagione, battendo i coetanei nemmeno troppo forti, fece 105 di Beyer Figure, cioè un indice che include il parziale in velocità introdotto nel 1970, nel Kentucky Derby, un 102 nelle Preakness Stakes e 105 nelle Belmont Stakes, senza dimenticare il 109 nell'Haskell Invitational Stakes G1. Il beyer più alto lo fece nella Breeders con un 120, mentre Arrogate sin dalle Travers Stakes G1 quando vinse di 13 lunghezze dopo una maiden vinta bene in seguito ad un debutto con un terzo sui 1200 metri, pur non correndo le Classiche a 3 anni, ha fatto numeri superiori così descritti: 122 a Saratoga alla fine dei 3 anni, 120 nel Classic, 119 nella Pegasus World Cup G1. Non c'è nulla da fare, troppo più forte, anche se stiamo parlando di massimi esponenti di un galoppo che continua a produrre campioni in serie. Insomma, il caso è chiuso: Arrogate si candida ad essere uno dei più forti cavalli della storia americana. Lo dicono i numeri, lo dicono le performance. Ora può essere tranquillamente paragonato a Secretariat, a Ribot, a Frankel...E voi, che ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui