STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 30 ottobre 2015

America: Le news sulla Breeders: Out Beholder dal Classic, tutti confermati gli altri. Pronti? Via!

Ci siamo! Tutto pronto per la Breeders' Cup 2016 che dopo un paio di anni in California, tornerà dall'altra parte degli States, in Kentucky, per una edizione davvero stellare. Da Keeneland nella giornata di venerdì si partirà subito forte alle 20,30 ora italiana con la disputa del Juvenile Turf G1 dove il favorito è Hit It A Bomb (War Front), allenato da Aidan O'Brien in Irlanda, ma americano di concezione che ha rifinito sull'all weather di Dundalk ed è imbattuto in 2 uscite. La seconda corsa della serata sarà il Dirt Mile G1, poi ci sarà il Juvenile Fillies Turf G1 ed infine la quarta prova della prima serata nel Distaff G1 con le americane di 3 anni ed oltre al via.
Per ciò che riguarda la giornata di sabato ricordiamo come queste saranno trasmesse dai canali italiani, 220 di Sky, a partire dalle 17,05 ora italiana. Le novità riguardano l'uso del Lasix da parte dei cavalli irlandesi. Legatissimo, impegnata nel Filly & Mare G1 lo userà secondo quanto dichiarato da David Wachman e stessa cosa fatà Aidan O'Brien con Gleneagles (Galileo) nel Classic G1 di domani sera, posta come ultima corsa. Correranno senza uso del Lasix i vari Golden Horn, Time Test, Secret Gesture, Illuminate, Birchwood e Cymric, tra i britannici, accompagnati nella decisione dai francesi Miss France, Make Believe ed Esoterique. Altra novità riguarda invece la rinuncia di Beholder (Henny Hughes) al Classic. La campionessa Americana, già vincitrice di 2 Breeders a 2 e 3 anni, ha dovuto fermare la sua preparazione causa sangue trovato dopo endoscopia in seguito alla rifinitura. Del resto era arrivata a Keeneland con un pò di febbre, preservarla era la miglior cosa da poter fare. Hanno calcato la pista gli europei, Ha fatto sensazione piuttosto leggere da Ahmed Zayat, proprietario del favorito American Pharoah (Pioneerof The Nile), come abbia espresso rammarico per la rinuncia di una sua avversaria definendosi un suo ammiratore. Gli fa onore certamente, così come gli fa onore aver donato $100,000, da dividere in varie borse di studio, ai giovani giornalisti americani. Qui da noi è utopia, oltre a mancare l'argomento principale di cui dibattere: L'ippica vera, fatta bene. Comunque, parlando di altri europei ci sono delle brevi news, abbastanza scontate, ma che meritano di essere divulgate. 
Golden Horn pare abbia smaltito bene il jet lag ed ha lavorato discretamente ed ha lasciato soddisfatto John Gosden. Per il baio oscuro sarà l'ultima corsa in carriera ed affronterà un temibile soffice, dopo le piogge cadute nei giorni scorsi. Keeneland sarà il passo d'addio anche di Gleneagles che ha lavorato, bene, ed indipendentemente da come andrà il Classic verrà ritirato in razza presso il Coolmore irlanda. 
Il programma di domani sera prevede le seguenti corse: Si apre con il Juvenile sul dirt, poi si prosegue con lo Sprint in erba sui 1000 metri con Undrafted che dovrà dare seguito, con Frankie, alle corse del Royal Ascot, poi c sarà il Fillies & Mare sul dirt che anticiperà quello in erba con molte europee, ovviamente, poi lo sprint tutto americano sui 1200 metri in sabbia, si torna in erba per il BC Mile, poi i giovani rampanti americani per il Juvenile per maschi e si chiuderà in bellezza con il Turf in programma alle 21,50 ed il Classic in programma alle 22,35. 
Buone Breeders!

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui