STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 5 febbraio 2016

Meydan: #Frosted senza rivali nel 2° Round del Al Maktoum Challenge, pass per la Dubai World Cup. Vittoria anche per Atzeni

Li ha freezati! Alla fine le 3 categorie di differenza si sono fatte sentire ed il grigio Frosted (Tapit) ha assolto il compito a cui era deputato, riportando nel migliore del modi la main race della giornata di Meydan, il secondo Round del Al Maktoum Challenge, sui 1900 metri in dirt, almeno in ottica Dubai World Cup. Piuttosto era strano che nel betting internazionale il portacolori Godolphin fosse proposto ad una quota esagerata di 4/5, quando al massimo valeva 1/5. Ma alla fine ha fatto valere tutto il suo spessore, senza faticare e filando via liscio come l'olio battendo Gold City (Pivotal) e Faulkner (Pivotal). Il figlio di Tapit (Pulpit), con in sella William Buick, ha seguito le orme di Munaaser (New Approach) ma a 3/4 di gara era già padrone. Ai 400 un devastante cambio di marcia e via fino sul palo con 5 lunghezze sul secondo in un tempo di 1m 56.67s (slow by 0.17s), il record della corsa. 
Kiaran McLaughin è rimasto soddisfatto: "William ha fatto un ottimo lavoro temporeggiando, facendogli prendere l'azione giusta e quando l'ha chiamato Frosted ha risposto alla grande. Dobbiamo solo decidere cosa fare ora, se rifinire nel terzo Round del Maktoum Challenge il 5 Marzo prossimo o andare direttamente alla Dubai World Cup del 26 Marzo. I bookmaker hanno reagito tagliando la sua quota fino a 5,50 per la vittoria nella corsa più ricca del mondo, ma tagliando di un zic anche quella di California Chrome, sempre più favorito, a 4,5. Un mese fa California era a 10. Speriamo di averci visto lungo. IL VIDEO DEL 2° Round del AL MAKTOUM CHALLENGE QUI.
Frosted è stato un vincitore di G2 a due anni, la sfortuna ha voluto che sia nato nello stesso anno di American Pharoah che lo ha tenuto a debita distanza nel Kentucky Derby e nelle Preakness. Poi è diventato perfino antipatico quando Jose Lezcano ha sfiancato lo stesso "Faraone" a Saratoga, nelle Travers G1, dove l'eroe della triplice è incappato in un ko a favore di Keen Ice, che ha giovato proprio della tattica di fastidio del grigio sul campione che ha destato non poche polemiche. A 3 anni ha vinto il Pennsylvania Derby G2, comunque, e poi il Wood Memorial G1 in Aprile prima della triplice.
Frosted è un portacolori Godolphin ed il team di Sheikh Mohammed ha vissuto una giornata sopra le righe a Meydan, tanto per cambiare. Ad inizio pomeriggio ha vinto anche il Cape Verdi G2 in onore della vincitrice delle 1000 Ghinee inglesi. Tra le 7 femmine da ogni parte del mondo, o quasi, alla fine ha risolto la 4 anni Very Special (Lope De Vega), con in sella James Doyle, capace di un wire to wire notevole. Seconda è finita Excilly (Excellent Art), venuta da lontano, con al terzo More Aspen (More Than Ready). James Doyle ha spiegato che per lui non ci sono problemi se correrà le Balanchine Stakes G2 con l'extra furlong di mezzo. Very Special era alla sesta apparizione in carriera, ed ha ottenuto la terza vittoria. Vincitrice di una condizionata a 3 anni, non è mai uscita dal marcatore piazzandosi in 2 Listed tra Lingfield (nelle Fleur de Lys Fillies’ Stakes) che a Kempton. Allevata dal Ballylinch Stud, fu pagata 280,000gns alle Tattersalls October Yearling Sale Book One da John Ferguson, quale sorella della sfortunata campionessa a due anni Chriselliam (Iffraaj), prodotto della fattrice Danielli (Danehill), della famiglia di Eva’s Request (Soviet Star), vincitrice di Lydia Tesio G1. IL VIDEO DELLE CAPE VERDI QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI
Il terzo contesto di Gruppo della giornata a Meydan, ha visto ancora una volta la vittoria in blue: Nelle Firebreak Stakes G
3 a vincere è stato il 6 anni, ancora McLaughin al training, Confrontation (War Pass) che ha battuto One Man Band (Pivotal) e Watershed (Bernardini), con al quinto il favorito ed atteso Mubtaahij (Dubawi), al rientro e su distanza corta, vincitore del Derby UAE G2 lo scorso anno, e capace di tentare il Kentucky Derby, tuttavia senza esito. Il vincitore, che aveva in sella William Buick, non correva da Giugno, da una condizionata nella quale fu secondo di Liam's Map, poi vincitore di Dirt Mile G1. IL VIDEO DELLE FIREBREAK QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
In giornata da registrare anche la prima vittoria a Meydan per Andrea Atzeni in un handicap sulla lunga distanza in erba in sella a Battersea (Galileo), allenato da Roger Varian, sul quale è stato autore di monta impeccabile da favorito. Battuto Paene Magnus (Teofilo). VIDEO CORSA QUI
In apertura nell'handicap sui 1000 metri in erba, davvero tutto semplice per Ertijaal (Oasis Dream), portacolori Hamdan, che ha vinto di due Fityaan (Haafhd) in un tempo di 57.28s (slow by 0.28s), allenato da A Al Raihe, candidandosi a qualcosa di interessante in prospettiva. Questo è uno che va forte. I RISULTATI COMPLETI DELL'INTERO CONVEGNO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui