STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 28 gennaio 2017

America: Stanotte la #PegasusWorldCup! Alle 23,40 ora italiana in diretta sul 220 di Sky. California Chrome vs Arrogate

Meglio di così non poteva andare a Frank Stronach. Un bel colpo di fortuna oppure gran fiuto per gli affari, sta di fatto che la prima edizione della Pegasus World Cup G1 da Gulfstream Park, Miami, Florida (ore 23,40 in Italia in diretta sul canale 220 di SKY), la corsa più ricca al mondo con i suoi $12 milioni, è venuta come meglio non poteva, in perfetto stile a stelle e strisce. eventi che sfuggono dal meccanismo di saperlo con anticipo: Certe cose bisogna immaginarle ed afferrarle prima di tutte, e lui c'è riuscito. Come per il bosone di Higgs. Ecco il duello all'americana: California Chrome contro Arrogate. Il sauro contro il grigio, il vecchio contro il giovane, quello nato nella porpora (Arrogate) contro quello venuto dalla strada (California), quello con l'1 di stecco (il cavallo ei Juddmonte) opposto a quello con il 12, l'ultimo numero, per il cavallo di Art Sherman. Massimi sistemi contro, pianeti opposti allo scontro. I due più forti cavalli del mondo, ancora una volta l'uno contro l'altro proprio in un settore dove c'è sempre stato, ma non è mai stato facile, fare paragoni appunto l'uno contro l'altro con cavalli di epoche diverse, su superfici diverse, di latitudini diverse. Come dire: Meglio Frankel o Ribot? Impossibile dirlo, ci sono i partiti dei puristi, quelli degli appassionati, dei social victim. Mentre questi 2 ancora una volta se le daranno dal vivo per eleggere il migliore per davvero. Paragoni difficili da fare, pure con numeri e valori simili. Ed invece questa prima parte di 2017 ci regala subito un 1 contro 1 contemporaneo, tra due cavalli che si sono divisi il titolo di Horse of the Year in America ed il rating del più forte al mondo e che si sono già incontrati nella Breeders di Novembre, quando è successo che il giovane ha battuto l'anziano. Male che vada si starà sull'1 a 1 e si tornerà a ragionare su chi sia il più forte. In caso di vittoria di Arrogate ci troveremo di fronte ad un verdetto chiaro. Eh, ma poi c'è il resto. Per questo Frank Stronach, l'inventore della Pegasus, è un uomo fortunato. E la fortuna aiuta gli audaci, i più forti. Significa incontrare l'opportunità al momento giusto. La forza degli americani sta anche nel non dormire sugli allori, ma pensare già al domani. E dopo i bagordi di questa Pegasus si tireranno le somme e già si penserà al 2018. Ma torniamo a noi: Il comun denominatore: La forza bestiale di due cavalli che se le daranno anche stavolta. Chi la vince? No comment. Troppo difficile racchiudere e svilire tutto in un pronostico quando l'aspetto culturale è determinante in questo ambito. 12 cavalli, di cui 2 molto attesi, ed una sporca decina di cavalli pronti ad entrare di diritto nella leggenda con il ruolo di antipatico, quello che sporca lo show atteso. Nell'immaginario infatti ci si aspetta che i 2 possano farsela in un duello testa a testa fin sul palo. In teoria. Come diceva Homer Simpson, il comunismo funziona. In teoria. Ma le corse dei cavalli sono altro, molto più che una lettura meccanica della corsa. Intermittenze del desiderio, stato di sospensione. Due minuti eccitanti. E allora, godiamocela. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui