STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 27 gennaio 2019

America: City Of Light domina la Pegasus World Cup da $9M, a Bricks And Mortar quella da $7M in erba

Un vero e proprio "demolition job" quello effettuato da City Of Light (Quality Road) nella Pegasus World Cup Invitational Stakes (Grade 1) (3yo+) (Main Track) (Dirt), e del resto un risultato del genere, con un cavallo contro tutti, era prevedibile date le condizioni del terreno ridotto a gradazione "sloppy" dopo le violente piogge dei giorni scorsi, che hanno reso i $9 milioni più semplici da vincere.
A vincere, come detto, è stato un cavallo che sin da subito si è dimostrato agile e leggero sul fangoso, con in sella Javier Castellano per Michael McCarthy, allenatore che per anni è stato assistente di Todd Pletcher. 
All'epilogo per il secondo posto è rinvenuto Seeking The Soul (Perfect Soul), riuscito a catturare il posto d'onore al favorito Accelerate (Lookin' At Lucky), rimasto impantanato sul fango. Penultimo sul tracciato Kukulkan (Point Determined), Messicano ex imbattuto in 14 uscite, e con Frankie Dettori in sella.
City Of Light ha aggiunto così il suo nome dietro a quelli di Gun Runner ed Arrogate, si tratta di un 5 anni che nel 2018 ha sbagliato pochissimo vincendo 4 corse su 6 disputate, ma incrociando molto spesso le armi con lo stesso Accelerate lasciato a debito distacco. Per il favorito Accelerate adesso l'ingresso, già programmato, alla Lane's End Farm in Kentucky al tasso di $20,000 mentre per City Of Light (Quality Road) stesso posto alla Lane's End, ma con un tasso di $35,000, a meno che non venga cambiato dopo questa vittoria. MAGGIORI INFORMAZIONI QUI. Il vincitore pagava 19/10. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Ci si chiede sempre cosa abbia di valenza tecnica una corsa come questa ed una risposta eloquente può essere questa: I candidati avevano la possibilità di correre con 7 libbre in meno senza uso del Lasix. Nessuno ne ha approfittato, e tutti hanno preferito correre con l'aiutino. Cosa significa?




Nella analoga prova in erba da $7 milioni, la Pegasus World Cup Turf Invitational Stakes (Grade 1) (3yo+) (Turf), a vincere è stato Bricks And Mortar (Giant's Causeway), allenato da Chad Brown, riuscito a emergere netto dimostrando di essere migliorato molto a 5 anni. Seconda Magic Wand (Galileo), per il Coolmore, riuscita a resistere a Delta Prince (Street Cry) con Frankie Dettori a bordo.
Il vincitore aveva in sella Irad Ortiz Jr, è di proprietà di Klaravich Stables Inc & William H Lawrence che finora ha corso poco, solo 6 volte. A 3 anni una discreta carriera dove ha preso linee con Yoshida (Heart's Cry), poi giunto nelle retrovie qui a Gulfstream, mentre nel 2018, dopo una sosta di 444 giorni, solo una corsa di rientro in Dicembre in preparazione ed una vittoria, confermata poi nella prova da $7 milioni a testimonianza che Chad Brown ci ha sempre creduto, ed anche gli scommettitori. IL RISULTATO COMPLETO QUI.




Da segnalare in giornata un debutto di quelli da segnare con l'evidenziatore. Nella quarta corsa del pomeriggio, una maiden qualitativa ben frequentata, ha vinto tale Hidden Scroll (Hard Spun) di proprietà di Juddmonte allenato da Will Mott con Joel Rosario in sella, del quale si parla già un gran bene. Segnatevi questo nome. Hidden Scroll.
Partiva ad 8/1 al betting, ma subito veloce dal via ha costruito la corsa su parziali di :22.53 e :44.75, per concludere poi con 14 lunghezze di margine in 1:34.82. Il tempo è stato più veloce di 1,40s del vincitore di G3 nella giornata Aztec Sense (Street Sense). La mamma è Sheba Queen (Empire Maker), inedita, figlia di Etoile Montante (Miswaki) vincitrice di G1 e mezza sorella del multiple graded stakes winner Starformer (Dynaformer).

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui