Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

venerdì, gennaio 04, 2019

Un anno fa ci lasciava Daniele Porcu. Un ricordo sempre vivo nella memoria.

Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ti manca così tanto che vorresti tirarlo fuori dai tuoi sogni per abbracciarlo davvero
Paulo Coelho ha riassunto così, con queste poche parole, un concetto tanto attuale quanto perfettamente aderente alla mancanza che avvertiamo di Daniele Porcu.
Oggi, 4 Gennaio, è passato esattamente un anno da quando un maledetto sms ci ha spaccato lo schermo ed il cuore con quella notizia terribile: Daniele se n'è andato, non c'è più. Giorni, notti insonni. Ancora con i brividi addosso.
Anima pura, cuore grande, in realtà Dani ci ha lasciato solo in maniera carnale. Ma in 34 anni di vita, terribilmente pochi per uno come lui, ha lasciato comunque un segno fortissimo in chiunque abbia avuto a che fare con la sua personalità e la sua generosità. Compreso me.
Questo non vuole essere un ricordo nostalgico ma un ricordo puro, una testimonianza di come la sua presenza sia ancora viva. A Capannelle, casa sua, casa nostra, di quelli come noi, della generazione di oggi che ancora conserviamo intatti dei momenti irripetibili della nostra adolescenza, c'è una foto che campeggia poco prima dell'ingresso nell'ufficio tecnico. Sguardo fiero, dignitoso, caparbio. In quegli occhi, in quella foto, ci sono tanti significati e tante cose custodite in un forziere blindato che si chiama cuore. Ogni volta che la osservo, ed incrocio il tuo sguardo, saltano in mente tanti sogni confessati e da un palmo soffiati. Ciao Daniele, amico indimenticabile. Il solito bacio nel vento, è per te. 
In Loving Memory of Daniele Porcu from Sebastian Weiss on Vimeo.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata