STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 17 giugno 2013

Chantilly: #Treve a tempo di #record nel Prix de #Diane #Longines. Battute #Chicquita e #Silasol. #Flintshire sguardo al GP #Paris

In Francia è andata in scena una edizione del Prix de Diane Longines G1 che rimarrà nella storia. A vincere è stata Treve (Motivator), l'unica imbattuta del campo, che dal debutto ha fatto registrare passi da gigante dopo due affermazioni "minori", giustificando la scelta di madame Criquette Head-Maarek di presentarla a Chantilly dominando la corsa e facendo registrare il record del Diane in 2m 3.77s (fast by 4.23s) abbassandolo di un paio di secondi abbondanti rispetto al precedente record di Confidential Lady nel 2006. 
Treve, montata con confidenza da Thierry Jarnet, era a 11/1 ed ha sfruttato una andatura decente (i 1000 passati in 1,04 circa) ed un varco creatosi tra Sage Melody con Umberto Rispoli e Flotilla (Mizzen Mast). Ma quest'ultima che non ha cambiato passo, e allora la Motivator di Madame Head ha rifatto tutto lo steccato sfilando ed allontanandosi con 4 lunghezze di margine verso il traguardo, lasciando al secondo la  progressiva Dupre Chicquita (Montjeu), sopraggiunta su Silasol (Monsun) finita poi terza. Il video del PRIX DE DIANE LONGINES QUI. Le delusioni della corsa si chiamano Flotilla (Mizzen Mast) ed Esoterique (Danehill Dancer), prima e seconda nelle Poule d’Essai des Pouliches G1. Allevata dall'Haras du Quesnay di famiglia Head dunque, Treve ha dato una spinta al sire Motivator (Montjeu) che in precedenza funzionava in Inghilterra ai Royal Studs e lo scorso anno ha fatto la stagione in Francia per €7,000. Per Criquette Head-Maarek era la prima vittoria di G1 da quando il fuggitivo Fuisse (Green Tune) vinse il Prix du Moulin G1 nel 2010. Le è stato dato della pazza (scherzosamente) quando ha annunciato di voler correre il Diane dalla sua famiglia ma l'intuizione è stata ripagata nel miglior modo possibile. Per Treve si è parlato di obiettivi, si è fatta una menzione all'Arc doove dovrebbe essere supplementata, ma la sua allenatrice ha per ora detto chiaramente che riposerà almeno fino a Settembre e poi correrà il Vermeille G1 o qualche altro G1 contro le femmine. Prodotto della fattrice Trevise (Anabaa), Treve fa parte della famiglia femminile di Triptych (Riverman) che vinse il Saint-Alary G1. 
Il resto del pomeriggio francese è stato condito da un doppio made in Juddmonte a livello di G3. Nel Prix du Lys G3 a vincere è stato un homebred di Khalid Abdullah che si chiama Flintshire (Dansili) che aveva Maxime Guyon in sella. Si tratta di un 3 anni per il quale Andre Fabre (alla 15° vittoria in questa corsa) ha annunciato un brillante futuro, con test immediato nel Grand Prix de Paris G1. Il video del PRIX DU LYS QUI. Nel Prix Bertrand du Breuil Longines G3 sul miglio per anziani, a vincere è stato il 4 anni Mainsail (Oasis Dream) allenato da Pascal Bary e montato da Christophe Soumillon. La mamma è Docklands (Theatrical), dunque Mainsail è un mezzo fratello del campione Rail Link (Dansili), vincitore di Grand Prix de Paris G1 ed Arc de Triomphe G1 ed ora stallone.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui